21 dicembre 2012

Cassata Siciliana

Il Fabbricatorte.

Cosa non si fa per amore! Non è un dolce tipicamente natalizio né tipicamente leggero ma il compleanno del mio giovine cade a dicembre e se in Sicilia si è innamorato della cassata lo si deve accontentare. Nonostante racchiuda tutte le cose che detesto nei dessert (marzapane-glassa-canditi-ricotta) e la lavorazione sia piuttosto macchinosa, ecco la ricetta:

INGREDIENTI


Per il pan di spagna:
75g Farina
75g Fecola di patate
Sale
5 Uova
1 bustina di vanillina
150g Zucchero

Per la glassa:
175g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone
1 albume

Per il ripieno:
250g di ricotta (meglio di pecora)
50g di canditi misti
50g di scaglie di cioccolato fondente
40g di zucchero a velo

Per la pasta reale:
250g di farina di mandorle (o di mandorle sbucciate da poi tritare)
150g di acqua
250g di zucchero

PROCEDIMENTO:
1. Iniziare preparando il pan di spagna unendo in una terrina uova, zucchero e farina. Il segreto per avere un buon pan di spagna sta nel mescolare bene e a lungo l'impasto, il consiglio è quindi quello di usare delle fruste elettriche per almeno 15 minuti. Una volta pronto, mettere in forno per 30 minuti a 150°.

2. Nel frattempo passare alla preparazione del ripieno che si ottiene semplicemente setacciando con un passino la ricotta e aggiungendoci i canditi, il cioccolato a scaglie (a scelta) e lo zucchero a velo. Amalgamato il tutto lasciare riposare in frigorifero coperto da pellicola per anche una giornata (io, sapendo che il dolce sarebbe stato mangiato il giorno dopo l'ho tenuto in frigo solo fino al momento dell'assembramento).

3. La terza fase consiste nel preparare la pasta reale. Si può tranquillamente trovare pronta nei supermercati ma chi si vuole arrischiare e provare a farla (come malauguratamente ho fatto io) ecco come fare. In un pentolino  portare ad ebollizione l'acqua e lo zucchero per 10 minuti, fino a farli filare. Spegnere il fuoco ed unire la farina di mandorle e il colorante verde (o la pasta di pistacchi se riuscite a trovarla). Una volta mescolato il tutto versare su un piano di marmo freddo e lasciare intiepidire. Raffreddata, lavoratela ancora e stendetela bene.

4. Prendendo una tortiera dai bordi alti iniziare mettendo come base un disco di pan di spagna (che avrete precedentemente tagliato in due parti) per bagnarlo poi con del maraschino. Foderate poi i bordi della tortiera alternando un rettangolo di pan di spagna ad uno di pasta reale, finita quest'operazione versare il ripieno di ricotta in modo uniforme cercando di dare la classica forma a montagnola (o a zinna). Ricoprire il tutto con la pasta reale e poi con la glassa (che si ottiene semplicemente mescolando assieme albumi e zucchero a velo) che conferisce lucidità. Decorare a piacere e... Buon Appetito!



 (mi scuso con i siciliani doc per le modifiche apportate)

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...