19 dicembre 2012

Misfits - Quarta Stagione

Quando i film si fanno ad episodi.

La scorsa domenica, come si nota dagli ultimi post "seriali", è stata ricca di season finale. Dopo quello così così di Dexter e quello magnifico di Homeland, ne arriva uno che proprio non può essere promosso.
Si tratta di Misfits, un tempo telefilm di culto e di tendenza, che rimescolava tutti gli stereotipi dei supereroi calandoli nei sobborghi popolari dell'Inghilterra. Un tempo, sì, perché se già la terza stagione aveva risentito della mancanza di Nathan (che ancora si fa sentire, sob!) ma era riuscita a sorreggersi grazie ad una trama intrigante e ad un finale strappalacrime, con questa quarta stagione sembra si sia toccato il fondo. Certo, i dialoghi sono comici e ironici come pochi, infarciti di quel gergo UK insostituibile, Rudy, chiamato proprio a sostituire Nathan, è un idolo indiscusso che da solo potrebbe portare avanti episodi ed episodi e i nuovi personaggi non sono così male. A rimpiazzare gli amati Simon, Kelly e Alisha ci sono invece Finn, dal secco accento irlandese, insicuro e con una cotta per Jess, ragazza dura ma fragile. Si inseriscono poi Alex, barista sexy da un piccante segreto, e Abbey, smemorata e alla ricerca di sé.
Ma. Questo ma è grosso come una casa perché in 8 episodi ci si trova davanti ad una miriade di storie mai approfondite come si deve e che pretendono invece di "entrarci dentro". La morte (scusate lo spoiler) di Curtis dovrebbe meritare più spazio vista la sua presenza dal primo episodio (anche se già con la terza stagione il suo personaggio aveva perso mordente), l'inserimento a metà della storia di Abbey e di Alex "the barman" per quanto smuovano un po' le acque non danno la spinta necessaria e la saga famigliare di Finn viene presto dimenticata. Per finire, il ruolo del sorvegliante è superfluo e mal utilizzato (tranne nella scena del karaoke dove si respira la buona aria di una volta) mentre Nadine che tanto dovrebbe commuoverci nel finale, non può essere apprezzata come si deve vista la sua comparsa solo negli ultimi episodi e il suo approfondimento solo in quello finale. Insomma, sembra davvero che gli autori si siano lasciati sfuggire le cose un po' troppo di mano, perfino la storia dei superpoteri sembra non interessare più nessuno e gli stessi protagonisti li usano più che raramente e la musica ha meno spazio e meno stile.
La notizia di un probabile film che riunisca tutti i protagonisti di questa serie TV un tempo rivoluzionaria, lenisce la ferita. Per il momento, il fatto che la quinta stagione sia già confermata fa un po' paura.


4 commenti:

  1. stagione tutt'altro che eccezionale purtroppo.
    qualche lampo comunque c'è ancora stato, come la scena del karaoke da te citata.
    e poi rudy è sempre esilarante (anche se non ai livelli di nathan) ed è riuscito a tenere la serie ancora sul divertente, almeno a tratti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi l'avrebbe mai detto che Rudy avrebbe salvato la serie? Stiamo a vedere cosa combinano ora con il film, il ritorno di Nathan sarebbe un sogno!

      Elimina
  2. Che peccato che sia finita così. In un certo senso mi salvi perchè avrei voluto vedere questa quarta stagione (la terza mi ha ucciso con quel finale) ma ora non ne sono più tanto sicuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... ripensadoci questa non ha quasi nulla a che fare con le altre stagioni proprio perché spariscono tutti i personaggi di un tempo. E, sì, quel finale è stato pazzesco! Se vuoi vedere uno spin-off su Rudy, allora buttatici :)!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...