27 gennaio 2013

Rumors Has It

Revisioni in corso
Negli ultimi giorni sono state smentite o cambiati alcuni piani di cui In Central Perk aveva parlato nelle scorse domeniche.
Il più interessante è quello che riguarda la rinnovata collaborazione tra Paul Thomas Anderson e Joaquin Phoenix dopo quella folgorante in The Master. L'attore sostituirà infatti Robert Downey Jr. nei panni del protagonista del prossimo progetto del regista: l'adattamento del romanzo di Thomas Pynchon, Vizio di forma.
Tra i progetti in stato embrionale di James Franco, oltre ai già discussi Child of God e As I Lay Dying, c'è anche American Tabloid. Il film sarà l'adattamento del primo romanzo della graffiante trilogia di James Ellroy e, in un'intervista durante il Sundance, l'attore ha dichiarato che oltre a voler essere il protagonista sta pensando pure di dirigerlo!
Finalmente c'è una data e nel frattempo il cast continua ad arricchirsi. Parliamo di Sin City 2 che uscirà in America il 4 ottobre. Se viene confermata la presenza di Bruce Willis, ci sono  anche tre nuove entrate: Ray Liotta, Juno Temple e Jeremy Piven.

Registi corteggiati
David Fincher dopo il successo di Millenium potrebbe tornare ad adattare un altro romanzo. Si tratterebbe di Gone Girl di Gillian Flynn, una storia che racconta la sparizione di una donna al mattino del suo quinto anniversario di matrimonio. A produrlo sarà Reese Witherspoon che potrebbe quindi essere anche la protagonista, ora non resta che aspettare la conferma del regista.
Martin Scorsese è invece oberato di lavoro. In fase di produzione sono intatti The wolf of wall street e il documentario su Bill Clinton, ma già altri due progetti si delineano nel suo orizzonte.
Il primo ha una travagliata storia con Vittorio Cecchi Gori che negli anni '90 doveva produrre Silence, tratto dall’omonimo libro di Shusaku Endo. I protagonisti delineati erano Daniel Day-Lewis, Benicio del Toro e Gael Garcia Bernal ma ora che gli avvocati sono entrati nei giochi è probabile che il regista si metta al lavoro.
Il secondo, The Irishman, porta per la nona volta Scorsese e De Niro a collaborare in una storia di mafia e sicari. Staremo a vedere se finalmente partiranno le riprese di entrambi.
Il progetto che però sicuramente è esploso come una bomba in questi giorni è quello di J. J. Abrams. Il regista e produttore (Lost, Fringe, Super 8) ha infatti deciso di iniziare delineare uno Star Wars: Episode VII. La necessità non si sentiva ma è curioso come il ricreatore della saga di Star Trek sia ora interessato anche al suo eterno rivale.

La DreamWork scalda i motori
Se i progetti della Pixar paiono interessanti nonostante alcuni sequel non proprio necessari (Alla ricerca di Nemo), la sua avversaria sfodera gli artigli con Turbo. Protagonista del prossimo film DreamWorks in uscita il 29 giugno, è una lumaca con la fissa delle corse che, ricevuti dei superpoteri che la rendono velocissima, cambierà la sua vita.

American Horror Story 3
Appena finita un'entusiasmante seconda stagione, Ryan Murphy e Brad Falchuk sono già al lavoro sulla terza. Ancora una volta si cambierà ambientazione e i rumors parlano di streghe... confermati al momento Evan Peters, Sarah Paulson e Jessica Lange mentre torna Taissa Frmiga (la Violet Harmon dell'esordio) che mancava all'interno di Briarcliff. Si prospetta un altro autunno caldo caldo!

Sundance: i premi
Conclusosi questa notte, il Festival del cinema indipendente ha decretato i suoi vincitori. Ecco di seguito i più importanti:

Gran premio della giuria - U.S. Dramatic: Fruitvale / U.S.A. (regia: Ryan Coogler)
Gran premio della giuria - U.S. Documentary: Blood Brother / U.S.A. (regia: Steve Hoover)
Premio per la regia - U.S Dramatic: Jill Soloway per Afternoon Delight / U.S.A. (regia Jill Soloway)
Premio per la regia - U.S. Documentary: Zachary Heinzerling per Cutie and the Boxer / U.S.A.
Premio Waldo Salt miglior sceneggiatura: Lake Bell In a World… / U.S.A. (regia: Lake Bell)
Premio speciale della giuria per il miglior attore - U.S. Dramatic: Miles Teller e Shailene Woodley in The Spectacular Now / U.S.A. (regia: James Ponsoldt)
Premio speciale della giuria - U.S. Documentary: American Promise / U.S.A. (regia: Joe Brewster e Michèle Stephenson)
Premio speciale della giuria - U.S. Documentary: Inequality for All / U.S.A. (regia di Jacob Kornbluth).
Premio del pubblico U.S. Dramatic: Fruitvale / U.S.A. (regia: Ryan Coogler)
Premio del pubblico U.S. Documentary: Blood Brother / U.S.A. (regia: Steve Hoover)
Premio del pubblico - World Cinema Dramatic: Metro Manila / UK, Filippine (regia di Sean Ellis).
Premio del pubblico - World Cinema Documentary: The Square (Al Midan) / Egitto, U.S.A. (regia di Jehane Noujaim)
Premio del pubblico - Best of Next: This is Martin Bonner / U.S.A. (regia: Chad Hartigan)
Gran premio speciale della giuria - World Cinema: Jiseul / Corea del Sud (regia: Muel O)
Miglior regia - World Cinema Dramatic: Crystal Fairy / Cile (regia: Sebastián Silva)
Miglior sceneggiatura World Cinema: Wajma (An Afghan Love Story) / Afghanistan (regia: Barmak Akram)
Premio speciale della giuria - World Cinema Dramatic: Circles / Serbia, Germania, Francia, Croazia, Slovenia (regia: Srdan Golubovic)
Gran premio della giuria - World Cinema Documentary: A River Changes Course / Cambogia, U.S.A. (regia: Kalyanee Mam)
Premio per la regia - World Cinema Documentary: The Machine Which Makes Everything Disappear / Georgia, Germania (regia: Tinatin Gurchiani)
Premio speciale della giuria - World Cinema Documentary: Pussy Riot – A Punk Prayer / Russia, UK (regia: Mike Lerner, Maxim Pozdorovkin)
Gran premio speciale della giuria - cortometraggio: The Whistle / Polonia (regia: Grzegorz Zariczny)

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...