7 febbraio 2013

Silenzio in Sala

Come per Gennaio, anche Febbraio inizia nel migliore dei modi, con due dei titoli più attesi dell'anno e giustamente tra i favoriti agli imminenti Oscar. Qualche altra pellicola minore a fare da contorno, per un weekend di cinema mooolto interessante. Ecco cosa vedere:

Re della Terra Selvaggia 
Esordio alla regia per Benh Zeitlin e esordio come attrice per Quvenzhané Wallis, 9 anni, ma già 4 nomination a portata di mano (miglior film, regia, attrice e sceneggiatura non originale). La favola di una bambina che deve imparare a cavarsela da sola, con il padre malato e un uragano pronto a funestare la sua terra nel Lousiana è così ricco e magico da aver conquistato tutti, dall'Accademy a Obama.




Zero Dark Thirty 
Kathryn Kigelow ci riprova e sembra colpire nel segno. Dopo gli Oscar portati a casa per The Hurt Locker, torna a parlare di guerra incentrando il film sull'operazione della CIA che portò alla morte di Osama Bin Laden. A guidare il manipolo di soldati speciali coinvolti, la sempre più bella e brava Jessica Chastain, ovviamente candidata per la sua interpretazione.





Warm Bodies 
Annunciato come il nuovo Twilight potrebbe essere qualcosa di più, almeno dal lato comico e registico vista la firma di Jonathan Levine (50 e 50). Uno zombie che torna a provare sentimenti, ovvero l'amore, per la figlia del generale pronto a tutto pur di sterminare la sua razza non eccelle in originalità, ma può intrattenere senza pensieri.





Broken City 
Un ex poliziotto ora detective privato, il sindaco di Brooklyn che lo ingaggia per seguire la moglie forse fedifraga, il suo passato, tra corruzione e fascino del potere che torna a bussare. Sulla carta nulla di nuovo, il cast con Mark Wahlberg, Russell Crowe, Catherine Zeta-Jones e Jeffrey Wright non convince troppo. In America è stato un flop, vedremo cosa accadrà qui.





Studio Illegale 
Lui avvocato fannullone e apatico sciupafemmine, lei francese, grintosa e dedita al lavoro. Come da copione, l'iniziale diffidenza reciproca si trasforma in amore, ma questo non basterà a salvare l'azienda per cui lavorano. Fabio Volo (nella solita parte di eterno Peter Pan con cui lo vediamo al cinema) è il protagonista dell'ennesima commedia italiana che sicuramente si presenterà al boxoffice di lunedì.




Zambezia 
Film di animazione decisamente in tono minore e adatto ad un pubblico infantile. Protagonista un giovane Falcon che, a dispetto del divieto del padre, vuole raggiungere la meta paradisiaca del titolo, dove si rifugiano uccelli di ogni specie, per entrare nel corpo di difesa di questa. Produzione sudafricana.

8 commenti:

  1. Niente, l'unico che vorrei vedere, ovvero Re della terra selvaggia, ovviamente non è uscito dalle mie parti.
    In compenso con una settimana di ritardo hanno deciso di accontentarmi con Les Misérables, quindi mi butterò su quello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stessa cosa da me, aggiungendo che pure Zero Dark non lo programmano... Domani mi do al musical e magari recupero Looper.
      Dita incrociate per la prossima settimana, vorrei arrivare al 24 avendo visto i film nominati!

      Elimina
  2. Kathryn..è amore assoluto quello che provo per lei,anche se il film è mera propaganda amereggggana,ma sicuramente sarà girata benissimo.

    Io attendo Gangster Squad e Broken City,perchè amo moltissimo il genere.
    Re della terra selvaggia ,non so...Sicuramente evito worm bodies

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gangster Quad mi sembra molto più valido di Broken City, quindi lo andrò a vedere sicuramente. La Bigelow mi è sempre stata un po' antipatica, non so bene perché, ma essendoci Jessica e tutte queste nomination non me lo perdo!

      Per il resto, Re delle terre selvagge lo attendo con ansia, so già che sarà amore!

      Elimina
  3. Tra tutti quello che mi pare meriti di più la Sala sia Zero Dark. Il Re della terra selvaggia l'ho visto ed è gran bel film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono i due che aspetto infatti! Gli altri li salto senza problemi...

      Elimina
  4. credo li vedrò tutti tranne il cartone animato dei pennuti... ormai ce ne sono troppi!
    mentre il primo mi ispira veramente un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I cartoni se non sono Pixar/Disney e a volte DreamWorks si possono anche evitare... Io vado per gli Oscar, quindi i primi due assolutamente da vedere!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...