13 luglio 2013

Piovono Polpette

E' già Ieri. -2009-


E' estate, è sabato ed è caldo.
Cosa c'è di meglio di un film di animazione fresco fresco? Piovono polpette fa al caso giusto!
Punta di diamante nella non troppo entusiasmante filmografia della Sony Pictures Animation, il film del 2009 riesce a mixare in modo esatto umorismo, sentimenti e idee geniale. Non a caso il protagonista è uno scienziato parecchio strampalato, abitante in una cittadina la cui economia basata sulla pesca delle sardine è allo sbando, che fin dalla tenera età inventa e costruisce apparecchiature che inevitabilmente commettono disastri. Da scarpe spray a traduttori per scimmie fino a topuccelli, Flint non ne azzecca una e il padre soffre per la diversità del figlio che continua imperterrito nei suoi esperimenti. L'ultimo in ordine di tempo sembra l'ennesimo buco nell'acqua, un macchinario che trasforma la pioggia in cibo. In effetti il suo test riesce non solo a distruggere il nuovo parco a tema della città ma anche a terrorizzare i suoi abitanti facendo di Flint un figlio sempre più deludente. Ma quando tutto sembra perduto, il F.L.D.S.M.D.F.R. inizia a funzionare e Swallowmarina non sarà più la stessa, ricoperta di cibo, ordinabile come al ristorante, colorata e piena di gioia. Il tutto diventa occasione di riscatto anche per la stagista del canale meteo Sam, inviata nella città, di cui Flint finirà per innamorarsi.
Ovviamente, non tutto è oro quel che luccica, e anche il F.L.D.S.M.D.F.R. alla lunga comincerà a impazzire, compromettendo la nuova immagine dello scienziato ma dandogli anche la possibilità di rimediare e di salvare il pianeta.


Grazie alla trama parecchio surreale e ricca di espedienti comici, Piovono polpette non può che divertire e far ridere con spalle comiche surreali (la scimmia parlante Steve) e personaggi stralunati quanto basta (Baby Brent). Il suo punto di forza è sicuramente a livello visivo, con la pioggia dei cibi che fanno crescere l'acquolina in bocca rendendo Swallowmarina sempre più appetibile. Quando poi il film prende la piega dell'azione, tutto si fa  più concitato e movimentato e tra citazioni cinematografiche, fughe impossibili e piani assurdi ma geniali, il finale romantico e lieto non può che piacere!
Per Natale è prevista l'uscita di un sequel, che combinerà questa volta Flint?


8 commenti:

  1. Piaciuto anche a me. Ma non sono sicuro se il sequel sia una buona idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal trailer uscito sembra comunque ne valga la pena! Bisognerà aspettare dicembre per giudicare però..

      Elimina
  2. Un sequel?
    Devo essere sincero... l'ho estremamente snobbato, ma credo di aver sbagliato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che uscirà solo per dicembre, hai tutto il tempo per recuperarlo!

      Elimina
  3. Non un granché come film, l'idea di un sequel non mi piace, anche dopo aver visto il trailer.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha fatto parecchio ridere e visivamente è molto dettagliato! Credo quindi darò una chance anche al sequel.

      Elimina
  4. al tempo mi era sfuggito... me lo procuro che i film un po' scemi mi son sempre piaciuti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo! Si ride senza troppi pensieri ma.... di gusto :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...