3 agosto 2013

Mostri contro Alieni

E' già Ieri. -2009-


Continuano i sabati dedicati ai film di animazione che hanno la peculiarità di farmi scoprire pellicole parecchio interessanti e di farmi così ricredere sui pregiudizi avuti.
Un esempio lampante è questo Mostro contro Alieni, da me creduto il classico film fracassone della DreamWorks. Ma come succederà per lo splendido Dragon Trainer (che seguirà l'anno successivo nell'uscita), anche qui mi sono trovata davanti a un'idea originale, uno sviluppo ben fatto e dei personaggi ben costruiti.
Quello che mi ha sempre fatto storcere il naso sulla casa di produzione di Spielberg, è il tentare più la via del successo facile, con produzioni che puntano più al divertimento che non alla manifattura. A differenza della concorrente numero uno Pixar -che non so se si è capito, ma venero-, la DreamWorks non ha un percorso lineare nella sua filmografia, in cui sono presenti capolavori indiscussi e altri che sì divertono, ma durano il tempo di una stagione nella memoria collettiva.
Detto ciò, Mostri contro Alieni sta nel mezzo. Diverte eccome, lancia idee interessanti, ma la distanza con il già citato Dragon Trainer o con Shrek è comunque evidente.
Non per questo lo si deve disdegnare, anzi, è una piacevolissima sorpresa con cui passare una serata di relax e il fatto che attori come Reese Witherspoon, Paul Rudd, Hugh Laurie, Seth Rogen e Kiefer Sutherland si siano prestati per il doppiaggio fa già alzare l'appeal.


Si inizia con Susan, prossima sposa felice che nel giorno delle nozze si vede piombare in testa un grosso meteorite. La ragazza non muore, anzi, inizia a crescere a vista d'occhio davanti al parroco e gli invitati diventando un vero e proprio gigante. La polizia accorre e, sedatala, la rinchiude in tutta fretta nell'area 51. Ebbene sì, la famosa area 51 esiste davvero e al suo interno sono tenuti nascosti mostri e mutazioni da anni. Susan farà così conoscenza con il Dottor Professor Scarafaggio, scienziato geniale ma dall'aspetto insettesco, il muscoloso Anello Mancante (mezzoscimmia-mezzopesce), il gelatinoso e buffissimo B.O.B. e la larva gigante Insettosauro.
Susan non avrà però molto tempo per abituarsi al suo nuovo aspetto e alla vita di reclusione sotto la dura disciplina del Generale Monger, perchè sulla Terra stanno arrivando dei pericolosi alieni, pronti a tutto pur di distruggere il pianeta (e ovviamente il Ponte di Brooklyn) per cercare una fonte di energia che.... è proprio Susan!
Tra scontri e azione, il team tutto particolare avrà modo di far vedere quel che vale e la ragazza capirà chi sono i suoi veri amici e la sua natura.


Il mix perfetto di gag surreali, combattimenti al cardiopalma e corse dell'ultimo minuto, fa di Mostri contro Alieni un film di animazione che, anche grazie all'uso della strereoscopia, è completo e accattivante. Certo, i supereroi inizialmente non così super sono un filone sempre più sfruttato, ma visto il risultato non andatelo a dire a un Insettosauro o a una ginormica!

p.s.: Il finale faceva presupporre un sequel, in realtà si è andati oltre con due speciali televisivi e un'intera serie tv trasmessa da Nickelodeon.

6 commenti:

  1. Ho guardato questo film solo una volta tempo fa e ricordo che non mi aveva colpita particolarmente. Magari lo riguardando, non si sa mai, le idee possono sempre cambiare :)

    http://lovedlens.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha colpito soprattutto per il divertimento e le risate che mi ha fatto fare, quindi lo salvo!

      Elimina
  2. Non mi è paicuto troppo se devo essere sincero.
    La Dreamworks ha avuto film migliori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dragon Trainer e i vari Shrek sono indubbiamente migliori ma questo ne supera certamente altri troppo scanzonati!

      Elimina
  3. Non sono molto portata per i cartoon, Disney vecchia maniera a parte, ma questo mi sembra molto intrigante...
    Grazie amica mia! ::))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Disney vecchia maniera non si batte! Ma se vuoi una serata senza pensieri e tante risate, questo fa al caso tuo :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...