7 settembre 2013

Venezia 70 - Il Leone di Caffè di In Central Perk

La Mostra del Cinema è ormai finita, mancano giusto da consegnare il fantomatico leone d'oro e i vari premi e a questa routine non si vuole di certo sottrarreIn Central Perk.
Ecco quindi istituito il Leone di Caffè, onore che si spera si ripeterà anche nei prossimi anni.


Squillino le trombe e rullino i tamburi, ecco i vincitori di questa 70esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica per la sottoscritta:

Miglior Colonna Sonora
fuori concorso Palo Alto - in concorso The Wind Rises

Miglior Sceneggiatura
fuori concorso Locke - in concorso Philomena

Miglior Fotografia
fuori concorso Gravity - in concorso Stray Dogs - in concorso Miss Violence

Miglior Attrice
Judi Dench - Philomena

Miglior Attore
in concorso Scott Haze - Child Of God - fuori concorso Tom Hardy - Locke

Miglior Film - Premio Leone di Caffè
The Police Officer's Wife


Ma dato che i film visti sono stati parecchi, e che mi è pure stato chiesto, quelle che seguono sono delle liste pensate per gli spettatori che in balia di nomi altisonanti e passaggi in laguna potrebbero far sviare il proprio giudizio incappando in ciofeche.
Si parte quindi dai film che, se fossi in voi, eviterei:

Algunas Chicas
Ancora mi chiedo che senso potesse avere questo dramma/thriller argentino. Forse nessuno.

Ruin
Per una volta sarà la distribuzione italiana ad essere clemente. Dubito che usciranno mai molte copie di questo film in giro... meglio così!

Night Moves
Ecoterrorismo? Sì, per il pubblico che deve seguire un film piatto incentrato sulla faccia da sberle di Jesse Eisenberg!

Parkland
Di film sulla morte di JFK ce ne sono di meglio in giro. E non vi giustifica il bollore adolescenziale per Zac Efron.

Under The Skin
Se vi volete vedere Scarlett nuda, rubatele il telefono, ma evitatevi questo pastiche senza se e senza ma.


In questa seconda tranche ci sono invece quei film che non sono dei capolavori -o se lo sono, solo per pochi- né delle complete schifezze. Film che si lasciano guardare e che qualche punto positivo ce l'hanno, insomma.

Une Promesse
Richard Madden giustifica tutto il sapore di già visto. Provare per credere.

The Zero Theorem
Un Gilliam che rifà il verso a se stesso è pur sempre un Gilliam. No?

The Canyons
Ben fatto ma mal recitato. Potreste trovare interessante la sceneggiatura di Bret Easton Ellis per le doti -non recitative- di James Deen.

The Unknown Known
Documentario classico che nulla rivela di nuovo sulla guerra in Iraq ma che riesce a mettere in scacco il paroliere Rumsfeld.

The Sacrament
Né un horror né un dramma sulle sette americane. Un allucinante e un po' splatter viaggio verità dei giornalisti di VICE.

La Jalouise
Se amate il cinema francese qui ci trovate tutto il suo compendio: bianco e nero, storie d'amori e tradimenti, e attori bellocci e misteriosi come solo i francesi sanno essere.

Tom à la Ferme
Il bel faccino di Dolan potrebbe anche convincervi. Ma non è certo il suo miglior film.

Ana Arabia
Un lungo e unico piano sequenza. Per questo tecnicismo, più che per la storia, si salva Amos Gitai.

Joe
Il sapore di già visto si sente fin dall'inizio, ma finalmente Nicolas Cage torna in una forma recitativa ottima!

Tracks
Cammelli, deserto e Mia Wasikowska assieme a Adam di Girls, più delle fotografie da National Geographic sono i punti forti di un film un po' piatto e poco approfondito.

L'Intrepido
Non tra i peggiori ma nemmeno tra i migliori. Idea carina ma sviluppo pasticciato e poco convincente.

Stray Dogs
Il probabilissimo leone d'oro che in molti dichiarano capolavoro non è certo adatto a tutti visti i 138 minuti di durata e i lunghissimi piani sequenza. Io con il senno di poi sono anche riuscita ad apprezzarlo, ma ci vuole pazienza e tanto caffè!


Infine, ecco i super consigliati, quelli che se fossi in voi non perderei per nulla al mondo e che da soli hanno valso lo stress e le levatacce di questi 10 giorni veneziani!

The Police Officer's Wife
Leone di caffè meritatissimo per un film che ti si insinua dentro lentamente, componendosi come un puzzle.


Locke
Un Tom Hardy meraviglioso e una sceneggiatura che sa essere solida e geniale pur sviluppandosi tutta all'interno di un auto.

Philomena
Si piange, si ride. Una Judi Dench strepitosa dà vita a un film che sa essere leggero e pungente al punto giusto.

Gravity
Con il fiato sospeso in mezzo allo spazio. Incredibile.

Class Enemy
Film sloveno scolastico che sa approfondire in modo magistrale -soprattutto se si pensa che siamo davanti a un'opera prima- le dinamiche di classe.

Miss Violence
A proposito di violenza, pugni allo stomaco a non finire, per la pellicola greca in cui ancora una volta è protagonista una famiglia tutt'altro che normale.

Child of God
James Franco adatta con sapienza il romanzo di McCarthy, facendone qualcosa di disturbante e violento.

Palo Alto
Esordio di Gia Coppola alla regia. La mela non cade lontano dall'albero.

Sacro GRA
A metà strada tra documentario e finzione, la vera grande bellezza di Roma, che sta tutta attorno al Gran Raccordo Anulare.

Con il fiato sospeso
Cortometraggio che arriva al cuore, e denuncia senza mezzi termini le inadeguatezze delle nostre università.

La Belle Vie
Storia vera di una famiglia in fuga in Francia, raccontata in modo naturale e con un gran bel protagonista.

Gerontophilia
Lui ha 20 anni, l'altro lui ne ha 80. Sarà amore travagliato ma molto romantico.

The Wind Rises
L'ultimo grande film di Miyazaki, distante dal suo mondo magico e innestato nel reale e nel mondo degli adulti.

Moebius
Maschi astenetevi. Tra evirazioni e incesti, Kim Ki-duk sorprende ancora.

Redemption
Cortometraggio dall'idea epistolare geniale!

Les Terrasses
Uno spaccato giornaliero in cinque diverse terrazze sui tetti di Algeri. Un poliedrico mondo da scoprire.

Via Castellana Bandiera
Soggetto molto interessante, sviluppo così così. Emma Dante finisce come fanalino di coda questa classifica.

Detto ciò, attendiamo con ansia cosa e chi deciderà di premiare la giuria presieduta da Bertolucci.
L'appuntamento è quindi per stasera, per commentare assieme quanto accadrà.
Stay tuned!

7 commenti:

  1. Utilissimissimo Lisa, già stampato per i posteri così almeno forse non dimentico cosa voglio vedere. Il mio amore per Dolan è ampio, so già che mi innamorerò tantissimo. Sul resto m'ispira proprio Miss Violence ma mi fido di te, quelli Ok cercherò di vederli tutti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovere! Fare il punto della situazione è stato utile pure per me!
      Quando vedi qualcosa, fammi sapere che ne pensi, che sono curiosa :)

      Elimina
  2. Concordo! Lista davvero preziosa!! grazie di aver condiviso con noi le tue impressioni... (con la speranza di riuscire a vedere qualcosa a breve!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incrocio le dita pure io, speriamo che la distribuzione italiana compia qualche piccolo miracolo!

      Elimina
  3. Groning tuo Leone d'Oro (di caffè) personale?? Grande, non me l'aspettavo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal giorno in cui l'ho visto nessuno lo ha scalzato dal mio primo posto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...