30 dicembre 2013

In Central Perk Awards - Top Film 20-1

Avvertenze: al cuor non si comanda. 
La mia personale classifica del 2013 si è quindi lasciata trascinare da lacrime e sentimenti, lasciando indietro così quei film indubbiamente e oggettivamente importanti ma che poco hanno coinvolto.
Fatta questa premessa, e ricordandovi che sono una romantica incallita, guardandosi indietro è stato un gran bell'anno cinematografico e -segnate l'appuntamento per domani- il prossimo promette già altrettanto!
Ma ora è giunto il momento, rullino i tamburi e squillino le trombe: questa è la mia top 20!


20. Behind the Candelabra


Il film per la TV in America, da noi uscito al cinema è una biografia sincera e senza fronzoli (a parte quelli indossati da Liberace) che riporta in auge uno splendidamente in forma Michael Douglas!

19. Don Jon


L'esordio alla regia di Joseph Gordon-Levitt è strepitoso e fulminante: ritmo e ironia la fanno da padrone, e promettono altri passi da gigante per l'attore, che qui si è lasciato andare ad un finale un po' troppo frettoloso.

18. The Master


Un film fin troppo grande, che annichilisce lo spettatore e che, soprattutto, dimentica il cuore. Tecnicamente perfetto, ma i sentimenti e il coinvolgimento sono messi da parte.

17. Zero Dark Thirty


Al di là della morale americana, il film della Bigelow appassiona e lascia senza fiato in quei minuti di operazione che ingigantiscono tutto il film. 
Splendida come sempre la Chastain.

16. Miss Violence


Pugno allo stomaco veneziano difficile da dimenticare. 
Freddezza e spietatezza nel mostrare e non mostrare, con interpretazioni da brivido.

15. Gravity


Si resta a bocca aperta, ma soprattutto con il fiato sospeso per un capolavoro moderno nello spazio. Perfino la Bullock ne esce bene, in un film che è così in alto per il fattore visivo talmente emozionante.

14. Il Grande Gatsby


Baz Luhrmann non ripete i fasti di Moulin Rouge! ma cuce addosso a Di Caprio il ruolo del romantico Gatsby. Il film, pur con qualche difetto, è trasbordante e tecnicamente ineccepibile.

13. Anna Karenina


Gli adattamenti sono sempre un terreno minato, soprattutto se di grossi tomi russi. Joe Wright passa l'esame reinventando gli spazi filmici e sorprendendoci con un'ambientazione teatrale e poetica.

12. Re della Terra Selvaggia


La vera sorpresa di quest'inverno, candidato anche agli Oscar ha il potere delle fiabe e dei sentimenti dalla sua. 
Una protagonista giovane e eccezionale fa il resto.

11. Questione di Tempo


Commedia dell'anno che, come solo gli inglesi sanno fare, mescola sapientemente ironia, sentimenti e lacrime!

10. Frankenweenie


Tim Burton torna alla grande, regalandoci un film di animazione sincero e dal gusto retrò che sa emozionare grandi e piccini!

9. Spring Breakers


Harmony Korine provoca, prende icone Disney e le butta in pasto allo stile americano più grezzo. 
Il risultato è un film fulminante, fluo e ripetitivo difficile da dimenticare.

8. La Mafia Uccide solo d'Estate


Pif esordisce nel lungometraggio con una storia quanto mai sincera degli anni più bui della Sicilia e dell'Italia. Le emozioni e le lacrime scorrono ancora più sincere, davanti a una pellicola di denuncia e di cuore.

7. Philomena


Judi Dench è fantastica, il film calibra al millimetro le battute, l'ironia e le emozioni entrando di diritto nel cuore dello spettatore.

6. La Grande Bellezza


Dopo la parentesi USA, Sorrentino torna in Italia e nella sua capitale, fotografandola in tutta la sua bellezza. Servillo ci fa da cicerone svogliato nella Roma bene, incorniciando tipi umani e follie in un film dal sapore internazionale.

5. Django Unchained


Tarantino non si tiene, e rilegge la storia a suo modo: pulp e citazionista quanto basta, con attori mai così grandi.
Per quel che mi riguarda, Bastardi senza gloria rimane irraggiungibile, però.

4. Searching for Sugar Man


Una storia toccante, una musica unica e un documentario che sa raccontare e appassionare. 
Questi gli ingredienti che fanno di Rodriguez un nome che ora tutti devono conoscere.

3. The Police Officer's Wife


Leone di Caffè a Venezia, premio speciale per Bertolucci e la sua giuria, il film tedesco si fa indimenticabile per la modalità del racconto e per ciò che racconta.

2. Before Midnight


Il terzo capitolo della saga indie di Jesse e Celine è forse quello più sincero, che racconta senza filtri problemi di coppia e di crescita dei figli. 
Una lezione sui sentimenti e sulla vita, che chiude un cerchio aperto 18 anni fa.

1. La Vita di Adele


Palma d'oro a Cannes, anche Adele e la sua Emma incantano per la vita vera che raccontano. Ci immergiamo nella loro vita, rimanendo spiazzati davanti alla sincerità delle immagini che non vorremmo mai finissero di scorrere. 
Difficile da dimenticare, e vera visione dell'anno... con quell'header da novembre non si era capito?

18 commenti:

  1. La vita di Adele ancora mi manca, e tutti questi pareri positivi non fanno che aumentare l'hype!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi devi vederla! E non lo dico solo perchè è la mia numero uno :)

      Elimina
  2. Molti li ho visti, mi mancano giusto le quattro posizioni :( recupererò; Il Grande Gatsby, Django e Zero Dark Thirty mi hanno convinto più de La Grande Bellezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorrentino mi ha incantato, il finale un po' meno, ma sono uscita dalla sala in estasi e con la voglia di andare a Roma... non succede così spesso, purtroppo!

      Elimina
  3. Classifica originale.
    Non tanto per il primo posto che me lo aspettavo, ma per tutti gli altri film inseriti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm... lo prendo come un complimento :)

      Elimina
  4. Io credo di avere i gusti esattamente opposti ai tuoi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh, almeno con le serie tv qualcosa in comune ce l'abbiamo :)

      Elimina
  5. immaginavo che adele sarebbe potuta essere la tua numero 1. e ci sta tutta!
    e grande che hai infilato spring breakers tra i primi 10!
    appoggio poi anche tutti gli altri, tranne gravity che proprio non mi ha impressionato...
    qualcuno non l'ho ancora visto, ma a questo punto in particolare la moglie del poliziotto e miss violence mi ispirano parecchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Distribuiti poco e male, meritano invece tantissimo!
      Per Gravity è stata una smentita dietro l'altra, che a me ancora emoziona al pensarci... de gustibus :)

      Elimina
  6. Molti non li ho visti ma mi sembra una classifica molto personale e interessante, affatto scontata. Da me Adele è arrivata 5° ma la sua vittoria ci sta, e alla grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficilmente lo dimenticherò come film, davvero grande e davvero impossibile per me non metterlo in prima posizione!

      Elimina
  7. Ma guarda, non si nota per niente che sei una romanticona... :)))
    Dai, in ogni caso seppellisco l'ascia di guerra e non commento: le classifiche sono in gioco e come tale vanno prese. Su una cosa siamo assolutamente d'accordo: che questa stagione è stata davvero di ottima qualità.
    E già che ci sono ne approfitto per farti gli auguri: buon 2014 cara Lisa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Romanticona e dalla lacrima facile, non ci posso fare niente!
      Buon 2014 Kelvin, all'insegna, sempre, del buon cinema!

      Elimina
  8. Non condivido quasi nulla... ahahah! Scherzo Lisa, ovviamente... Comunque ha ragione Kelvin: se non c'è sentimento, per te un film è out! Aspetta di vedere la mia classifica e quella di stefano e poi ti spaventerai... A proposito (faccio un po' di pubblicità), a breve su I Cineuforici, le nostre due classifiche! Mi aggrego a Kelvin... Buon anno Lisa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cinema mi deve emozionare, e se non ci sono sentimenti in gioco è difficile... The Masters, esmpio perfetto, per quanto realizzato in modo strepitoso pecca proprio di poco cuore, e mi ha lasciata esclusa dalla vicenda...peccato.
      Corro a leggere i vostri pareri, anche se non saremo troppo d'accordo...

      Elimina
  9. Classifica bella variegata che prende diverse cose attori e generi...Beh The Master per me è stata una grandissima delusione (adoro Anderson)...Gravity e Il Grande Gatsby sono assolutamente troppo pompati da tutti per quello che valgono...Bellissimo La moglie del poliziotto ed avrei fatto salire di più Miss Violence che merita tanto.
    Qui la mia , venite a dare un 'occhiata alla Top Ten (ci sono anche i link alle posizioni precedenti)....ah e buon anno
    http://www.stracinema.com/2014/01/i-migliori-film-2013-classifica-top-ten-1-10.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miss Violence tanto tanto duro, si è fatto sorpassare da pellicole più leggere ma anche più interessanti...
      Vengo a dare un'occhiata alla tua!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...