30 dicembre 2013

In Central Perk Awards - Top Serie TV 13-1

Se per la numero uno non c'è stata storia quest'anno, i veri problemi ci sono stati nel decidere le altre posizioni, podio su tutto. 
Questo a ribadire che il piccolo schermo è sempre più affollato di prodotti di altissimo livello, che sanno sempre sorprendere e accontentare anche i palati più sopraffini.
Bando alle ciance, ecco le ultime posizioni di questa top 26:

13. Game of Thrones


La terza stagione continua a seguire gli innumerevoli personaggi della saga, regalando però continue sorprese e suggestioni. 
Puntata numero 9 pazzesca!

12. The Big C


Con i suoi 4 episodi conclusivi, Laura Linney si fa perdonare l'inspiegabile terza stagione, facendoci piangere e ridere ad ogni puntata.

11. Fringe


Arrivata con parecchie vicissitudini alla sua conclusione, Fringe resta unica per gli appassionati anche se qualche cosa di troppo c'è. L'episodio finale, molto commemorativo, fa però dimenticare tutto.

10. The Killing 


Archiviato il caso Rosie Larsen, Holder e Linden tornano assieme ad indagare su un killer parecchio macabro. Episodi di altissimo livello, per una serie che sa sempre risorgere dalle sue ceneri.

9. Orange is the New Black


Vero caso addicted dell'estate: cast perfetto e corale, episodi di lostiana struttura e tempi comici/drammatici ben calibrati!

8. Black Mirror


Anche nella seconda stagione 3 film tv che scavano nel profondo delle manie tecnologiche e dei sentimenti umani. Con Waldo, poi, la realtà ha saputo essere più forte della finzione.

7. The Americans


Un Homeland versione guerra fredda con tanto di spie, travestimenti e doppi giochi.
 Protagonisti fantastici per un'altra, graditissima sorpresa di questo 2013!

6. Masters of Sex


Altra grandissima sorpresa della Showtime: le origini del sesso, o meglio, del suo studio. Ambientazione fine anni '50, amori e shoccanti verità per un risultato altamente fedele e intrigante. 
La Caplan poi è superba!

5. Peaky Blinders


Ideata e prodotta da Steven Knight, questa serie UK è confezionata da Dio, con musiche, fotografie e montaggio da brividi. 
Cillian Murphy, poi, antieroe combattuto, è bellissimo.

4. Les Revevants


I francesi ne sanno a pacchi anche in TV, e le suggestioni di lynchana memoria di questa serie ne sono l'esempio perfetto. 
Misteri e fattura invidiabile, peccato per gli ultimi episodi dal sapore un po' troppo americano...

3. My Mad Fat Diary


Altro caso very addicted che per chi è cresciuto negli anni '90 è da non perdere! 
Tumulti dell'adolescenza, britpop, e seri problemi di accettazione ne fanno una serie inaspettatamente profonda.

2. Spartacus


Alla sua ultima stagione, Spartacus mantiene salda la sua fattura pulp, anche se i nemici sono meno viscidi rispetto un tempo. 
Piani machiavellici, lacrime a fiumi e momenti epici. 
Un addio con i fiocchi.

1. Breaking Bad


Numero uno scontato, certo, ma assolutamente sincero. 
Una quinta stagione che non perde di tono e resta a livelli altissimi, consegnando ai posteri personaggi unici e indimenticabili, con un finale in cui non si sa se piangere o applaudire. 
Nel dubbio, fare entrambi.
All Hail the King!

8 commenti:

  1. Appoggiatissimi i primi due! Grande Spartacus, e grandissimo BB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non poteva essere altrimenti nella classifica di quest'anno!

      Elimina
  2. non sono un grande frequentatore di serial ma giuro che nel 2014 cambio, frequenterò di più i serial televisivi anche perchè quei pochi che ho visto quest'anno temo siano state le cose migliori viste nel 2013....Les revenants, Real humans, Southcliffe e In the flesh assolutamente da idolatrare...Un augurio per l'anno prossimo., tante bellissime visioni su piccolo e grnade schermo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che pur avendone visti parecchio, mi mancano Real Humans e Southcliffe! Fortuna che le vacanze non sono ancora finite e di tempo ne ho :)
      anche a te, Bradipo, e già so che nel piccolo e nel grande schermo ci aspetteranno grandi soddisfazioni!

      Elimina
  3. ottime quasi tutte!
    a parte spartacus, che ho abbandonato alla prima puntata, e peaky blinders che mi ha annoiato parecchio e ho lasciato dopo un paio di episodi.
    my mad far diary, les revenants e breaking bad non potevano proprio mancare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Male male! Spartacus è stata una serie davvero fenomenale e molto più di un guilty pleasure per me :)
      Peaky Blinder, poi, merita tantissimo. Pure io all'episodio pilota ero rimasta un po' annoiata, ma poi cresce che è un piacere!

      Elimina
  4. Voglio recuperare Orange is the new black ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non te ne pentirai, addicted quanto basta da vederla tutta d'un fiato!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...