13 dicembre 2013

Misfits - Ultima Stagione

Quando i Film si fanno ad episodi

Dopo la disastrosa quarta stagione, ho voluto concedere ancora una possibilità ai Misftis, sia perchè in fondo il prodotto UK mi aveva rubato il cuore con le prime tre stagione, sia perchè gli episodi sono solo 8, sia, sopratutto, perchè la suddetta stagione sarebbe stata l'ultima.
Già, proprio l'ultima. Ma siamo sicuri che gli sceneggiatori lo sapessero?
Sembra proprio di no, visto che per la maggior parte del tempo i nostri affrontano i classici problemi al limite che la tempesta ha portato, per dimenticarsene completamente nella puntata successiva, ripetendo, senza raggiungere il genio passato, situazioni già affrontate dagli originali (l'assunzione di droga che inverte i poteri, proprio durante il primo anniversario dalla ricezione di questi che poteva essere sfruttato decisamente meglio, ad esempio).
Certo, si ride e ci si diverte, grazie soprattutto a un Rudy scatenato che porta avanti il lavoro di comprimari non certo eccellenti, con una figadilegno, un bonaccione abbastanza inutile, un Finn fin troppo geloso e una Abbey che ha sempre meno senso nello sviluppo della serie dopo aver capito da dove proviene.
A dare un'altra ventata di freaks ci pensa per lo meno il più longevo assistente sociale, che già lo scorso anno con la sua esibizione in The power of love aveva ridestato la malinconia dei vecchi tempi, e che qui viene ovviamente ripresa e sfruttata per non far mancare niente.


Insomma, continuano gli omicidi, continuano gli strani poteri.... a dare un senso finalizzante al tutto c'è solo il Group Power Support con Rudy 2 che mette in gioco la carta dei supereroi che tutti ci aspettavamo.
Sì, peccato che tutto, ma proprio tutto, venga rovinato con un episodio finale parecchio deludente, in cui se già la storia d'amore tra Jess e Rudy pareva poco credibile assume toni ancora più tirati, così come l'intera trama di per sé che porta ad una conclusione non certo all'altezza di quella della terza stagione e che lascia fin troppi buchi al suo interno.
Con la promessa di un film da realizzare, la speranza che qualcosa di buono venga ancora fuori dai sobborghi di Londra non muore, certo è che ci si aspettava molto di più, e visto la piccola rivoluzione e lo splendore dell'inizio, questa fine ha il sapore amaro di una sconfitta.
Salviamo la musica, almeno, sempre perfetta e indie, come avrei voluto fosse ogni puntata.

8 commenti:

  1. Concordo su tutto, ricordiamola così: http://www.youtube.com/watch?v=hI1gj5UrOi8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh! Uno dei momenti più alti della serie e delle serie! Ricordiamola con Nathan :)

      Elimina
  2. Io ancora sono alla prima stagione (ho finito di vederla)...la seconda la comincio l'anno prossimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei ancora nella zona buona, che bello! Goditela :)

      Elimina
  3. io non l'ho mai visto :'(
    mi hai incuriosita con questo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merita davvero, divertente e intelligente, peccato per la piega presa dopo le prime 3 stagioni...

      Elimina
  4. Ora che è finito penso che me le vedrò tutte insieme!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...