1 dicembre 2013

Rumors Has It - Le News dal Mondo del Cinema

Ormai non c'è settimana che passi senza parlare di lui. Lars von Trier dopo il trailer esplicito non ferma la sua promozione per Nymphomaniac e dà in pasto al web anche la sesta clip inerente, ovviamente, al sesto capitolo del suo film.
Eccola:


Stanley Kubrick lavorò anni e anni studiando vita, morte e miracoli di Napoleone coltivando il sogno di farne un grande film. Purtroppo il progetto si arenò, vista la mole di informazioni da immettere in una sceneggiatura...
Quel fantomatico progetto è stato nel frattempo accarezzato da Steven Spielberg che già ha portato su schermo per il regista A.I.. Ora pare però che il tutto possa essere affidato a Baz Luhrman, il visionario regista di Gatsby e Moulin Rouge! che in quanto a fedeltà storica non è certo rigoroso quanto Stanley. Non ancora confermata la notizia, si sa solo che questo Napoleone si trasformerà in una serie tv targata HBO.

A proposito di progetti che fanno tentennare, la Disney non demorde: il successo al botteghino di Alice in Wonderland di 3 anni fa batte la delusione profonda dei fan di Tim Burton. Ecco quindi che è già pronto un sequel! Alla regia ci sarà però James Bobin, mentre Johnny Depp (ormai incatenato alla casa di Topolino) e Mia Wasikowska sono confermati nel cast.
Uscita prevista per il 2016.

Meno scalpore, molta più curiosità, scatena l'annuncio di Chuck Palahniuk di un sequel per Fight Club. Non si tratterà però di un romanzo, ma di una graphic novel che vede il protagonista principale, Cornelius, diventare padre, Marla un'annoiata casalinga e Tyler Durden a commentare il tutto... che Brad Pitt e Edward Norton siano già pronti a tornare nei loro vecchi panni?

Chi ha avuto la fortuna di vedere Her a Roma lo ha adorato, spendendo elogi su elogi alla performance vocale di Scarlett Johansson, premiata come miglior attrice del Festival. Peccato però che la sua interpretazione non è stata giudicata idonea alle candidature dei Golden Globe dall'associazione della stampa estera e che quindi, molto probabilmente, non potrà concorrere nemmeno agli Oscar. La Warner Bros. ha già fatto ricorso, a noi non resta che sperare in una distribuzione anche in lingua originale per poter apprezzare il suo lavoro, altrimenti reso vano dal doppiaggio.

Per finire, un doveroso saluto a Paul Walker, attore conosciuto soprattutto per la saga di Fast & Furious (al tempo della mia prima giovinezza amato, proprio grazie a quegli occhi azzurri) che come una beffa del destino se n'è andato in un incidente d'auto.


3 commenti:

  1. poveretto Paul Walker, mi è dispiaciuto da matti :-(

    RispondiElimina
  2. Ma Marla casalinga non si può vedere, ma che razza di idea stupida. Un film di Kubrik su Napolenone sarebbe potuto diventare un filmONE, altro che Lincoln! Walker, è davvero, davvero triste. I tweet di Vin Diesel sono da spezzare il cuore, io non amo F&F, ma a 40 anni non si può morire così. Che amarezza.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...