13 gennaio 2014

Golden Globes 2014 - I Vincitori

In una lunga nottata abbastanza sottotono, dove a farla da padrone sono stati discorsi di ringraziamento non così originali, i fiumi di alcool tra i tavoli ma soprattutto le doppiette.
Dallas Buyers Club (con il cast maschile), American Hustle (con il cast femminile) e Breaking Bad e Brooklyn Nine-Nine si sono infatti distinti sopra gli altri per i premi doppi, lasciando così a bocca asciutta alcuni tra i favoriti come Captain Phillips o Philomena e Scandal o Girls tra le serie TV.
Qualche sorpresa c'è stata, come l'inaspettato -vista la concorrenza- premio principale a American Hustle, e l'altrettanto inaspettato -visto il nulla nelle altre categorie- di 12 years a slave.
Ma quello che si ricorderà più di tutto, è il riconoscimento al fantastico Di Caprio e, almeno da noi, il premio come miglior film straniero a La grande bellezza, ricevuto da un frastornato Sorrentino e il suo molto italico inglese...

Al di là dei premi, da menzionare la fantastica Jennifer Lawrence in un video che è già virale, il pazzo Jim Carrey che cita Shia LeBeouf e la battuta sull'herpes di Cuaron a Sandra Bullock.
Infine, riguardo alla presentazione, ci si aspettava di più dalle presentatrici Tina Fey e Amy Poehler, che hanno strappato qualche risata, sì, ma non troppe.
Visto che la nottata è stata lunga, lasciamo ora parlare tutti i premi:


Miglior film drammatico
12 Years a Slave
Gravity
Captain Phillips
Rush
Philomena

Ignorato il cast nelle categorie individuali, ma premiato l'intero film! McQueen fa centro un'altra volta, rendendo il suo film uno dei più attesi dell'anno qui in Italia.


Miglior film commedia o musicale
American Hustle
Her
Inside Llewyn Davis
Nebraska
The Wolf of Wall Street

In una categoria in cui ci sono i non ancora visionati Scorsese, Jonze e Coen va a vincere il visionato -e deludente- O. Russell. No, non lo accetto.


Miglior regista
Alfonso Cuaron, Gravity
Paul Greengrass, Captain Phillips
Steve McQueen, 12 Years a Salve
Alexander Payne, Nebraska
David O. Russell, American Hustle

Gravity può essere piaciuto o meno, ma quello che Cuaron è riuscito a fare in regia è qualcosa che lascia senza fiato! In attesa di vedere gli altri, per lo meno il premio non è andato al da me odiato O. Russell.

Miglior attore in un film drammatico
Chiwetel Ejiofor in 12 Years a Slave
Matthew McConaughey in Dallas Buyers Club
Tom Hanks in Captain Phillips
Robert Redford in All is Lost
Idris Elba in Mandela: Long Walk to Freedom

Doppietta per Dallas Buyers Club e i suoi attori, premiati per la trasformazione fisica. McConaughey batte il buonista Tom Hanks e rende così ancora più solida la sua carriera, che in questi ultimi anni è stata ricca di performance fenomenali!


Miglior attrice in un film drammatico
Cate Blanchett, Blue Jasmine
Sandra Bullock, Gravity
Judi Dench, Philomena
Emma Thompson, Saving Mr Banks
Kate Winslet, Labor Day

Woody sa sempre tirare fuori il meglio dalle sue attrici, e infatti Cate ha incantato con la sua Jasmine imperfetta e psicolabile, resa magnifica dalla sua interpretazione! Restano a bocca asciutta la convincente Bullock e la splendida Judi.



Miglior attrice in un film commedia o musicale
Amy Adams, American Hustle
Julie Delpy, Before Midnight
Greta Gerwig, Frances Ha
Julia Louis-Dreyfus, Enough Said
Meryl Streep, August: Osage County

David O. Russell è il re Mida delle attrici, e fa incetta di premi. Ad essere sinceri, vista la categoria, Greta Gerwig è stata molto più favolosa in Frances Ha.


Miglior attore in un film commedia o musicale
Christian Bale in American Hustle
Bruce Dern in Nebraska
Leonardo Di Caprio in Wolf of Wall Street
Oscar Isaac in Inside Llewyn Davis
Joaquin Phoenix in Her

Finalmente Leo si porta a casa qualcosa! Battendo gente come Bruce Dern o il camaleontico Bale o il veterano Dern, Di Caprio fa il colpaccio.


Miglior attrice non protagonista
Sally Hawkins, Blue Jasmine
Jennifer Lawrence, American Hustle
Lupita Nyong’o, 12 Years a Slave
Julia Roberts, August: Osage Country
June Squibb, Nebraska

Jennifer fa doppietta dopo lo scorso anno! Brava è brava, si sa, ma in American Hustle ha un minutaggio così esiguo che, per quanto meritato, questo premio fa storcere un po' il naso. 



Miglior attore non protagonista
Barkhad Abdi, Captain Phillips
Daniel Brühl, Rush
Bradley Cooper, American Hustle
Michael Fassbender, 12 Years a Slave
Jared Leto, Dallas Buyers Club

Categoria super affollata di super attori! Il trasformista Leto straccia la faccia tosta di Cooper e l'immedesimazione di Brühl...


Miglior film in lingua non inglese
La vita di Adele
La grande bellezza
Jagten
Il passato
The Wind Rises (Kaze tachinu)

Dopo 24 anni l'Italia torna a vincere, battendo una concorrenza ragguardevole! Sorrentino si fa quindi valere dopo il vuoto di Cannes, peccato per un discorso di ringraziamento molto casereccio...



Miglior sceneggiatura
Her
Nebraska
Philomena
12 Years a Slave
American Hustle

Il premio a Spike Jonze non fa che aumentare l'hype rispetto al suo film! Dispiace un po' per Philomena, che con le sue battute british e il suo ritmo poteva avere qualche chance.


Miglior colonna sonora originale
12 Years a Slave
All Is Lost
The Book Thief
Gravity
Mandela: Long Walk To Freedom

Miglior canzone originale
"Atlas" Coldplay (Hunger Games Catching Fire)
"Let It Go" Idina Menzel (Frozen - il regno di ghiaccio)
"Ordinary Love" U2 (Mandela: The Long Walk to Freedom)
"Please Mr Kennedy" Justin Timberlake, Oscar Isaac, Adam Driver (Inside Llewyn Davis)
"Sweeter Than Fiction" Taylor Swift (One Chance)


Miglior film d'animazione
I Croods
Cattivissimo me 2
Frozen - il regno di ghiaccio

Lasciando fuori dalla categoria la Pixar e Miyazaki il campo è rimasto libero alla Disney, che si è quindi accapparrato il premio senza grosse difficoltà.



Serie TV


MIGLIOR SERIE - DRAMA
Breaking Bad
Downton Abbey
House of Cards
Masters of Sex
The Good Wife

Dopo la perfezione con cui si è chiusa, non c'è nulla da aggiungere se non: M E R I T A T O!



MIGLIOR SERIE - COMEDY O MUSICAL
Brooklyn Nine-Nine
Girls
Modern Family
Parks and Recreation
The Big Bang Theory

Dopo l'incetta di premi dello scorso anno, le Girls se ne vanno a mani vuote. Almeno, però, è l'unica serie che seguo delle nominate!

MIGLIOR ATTORE IN UNA SERIE - DRAMA
Bryan Cranston (Breaking Bad)
Liev Schreiber (Ray Donovan)
Michael Sheen (Masters of Sex)
Kevin Spacey (House of Cards)
James Spader (The Blacklist)

Walter White non sarebbe stato lo stesso senza Bryan Cranston. Per chiudere alla grande, si porta a casa il globo, gli altri possono riprovarci il prossimo anno.


MIGLIOR ATTRICE IN UNA SERIE - DRAMA
Julianna Margulies (The Good Wife)
Tatiana Maslany (Orphan Black)
Taylor Schilling (Orange Is the New Black)
Kerry Washington (Scandal)
Robin Wright (House of Cards)

Manca Claire Danes e Robin Wright ne approfitta. Non si può dire però che il suo personaggio sia memorabile o amabile in una serie così fredda e priva di sentimenti.


MIGLIOR ATTORE IN UNA SERIE - COMEDY O MUSICAL
Jason Bateman (Arrested Development)
Don Cheadle (House of Lies)
Michael J. Fox (The Michael J. Fox Show)
Jim Parsons (The Big Bang Theory)
Andy Samberg (Brooklyn Nine-Nine)

Se dovevo scommettere, avrei puntato sul ritorno dell'idolo Michael J. Fox, pur non avendo seguito la sua serie. Vince invece il simpatico Samberg, che nel discorso di ringraziamento sfotte tranquillamente tutti i premiati...

MIGLIOR ATTRICE IN UNA SERIE - COMEDY O MUSICAL
Zooey Deschanel (New Girl)
Lena Dunham (Girls)
Edie Falco (Nurse Jackie)
Julia Louis-Dreyfus (Veep)
Amy Poehler (Parks and Recreation)

Lena non fa doppietta, e il premio va alla simpatica Amy che si limona Bono prima di andare sul palco!

MIGLIOR MINISERIE O FILM TV
American Horror Story: Coven
Dancing on the Edge
Dietro i candelabri
The White Queen
Top of the Lake

La lotta era parecchio ardua quest'anno, visti i nomi dei registi in gara. Ma Soderbergh ha fatto un gran lavoro, che da noi è pure uscito al cinema. Chapeau.

MIGLIOR ATTORE IN UNA MINISERIE O FILM TV
Matt Damon (Dietro i candelabri)
Michael Douglas (Dietro i candelabri)
Chiwetel Ejiofor (Dancing on the Edge)
Idris Elba (Luther)
Al Pacino (Phil Spector)

Meritatissimo il premio a Douglas che ci ha consegnato una performance incredibile nei panni del folle Liberace, mettendo nell'ombra anche il suo copratogonista. 



MIGLIOR ATTRICE IN UNA MINISERIE O FILM TV
Helena Bonham Carter (Burton & Taylor)
Rebecca Ferguson (The White Queen)
Jessica Lange (American Horror Story: Coven)
Helen Mirren (Phil Spector)
Elisabeth Moss (Top of the Lake)

Jessica Lange non ce la fa nemmeno qui dopo la delusione degli Emmy. Ma la Moss diretta dalla Campion si è scrollata di dosso in modo splendido Peggy Olson.



MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE, MINISERIE O FILM TV
Josh Charles (The Good Wife)
Rob Lowe (Dietro i candelabri)
Aaron Paul (Breaking Bad)
Corey Stoll (House of Cards)
Jon Voight (Ray Donovan)

Niente premio per il bel Aaron, e nemmeno per il platicoso Rob Lowe. A sbaragliarli Jon Voight, prossimamente visionato qui.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE, MINISERIE O FILM TV
Jacqueline Bisset (Dancing on the Edge)
Janet McTeer (The White Queen)
Hayden Panattiere (Nashville)
Monica Potter (Parenthood)
Sofia Vergara (Modern Family)

Bene, dopo un po' di serietà e, soprattutto, una buona dormita, l'appuntamento è per questa sera per essere tutti un po' frivoli e parlare solo di red carpet!



9 commenti:

  1. Concordo su Cuaròn. Ho trovato Gravity la solita mega-produzione, ma lui è straordinario: ci sono sequenze spettacolari ed emozionanti in quel film. Poi a me lui piace dagli inizi, da Paradiso Perduto in poi :) Splendida la Blanchett, non particolarmente la Bullock, ma bravissima anche la Thompson in Saving Mr Banks: ha saputo commuovermi. Mi fa tanto piacere per la Adams e concordo con te sulla Lawrence: sopravvalutatissima, con un ruolo piccolo e poco memorabile, onnipresente. A me, paradossalmente, convince più in Hunger Games che in questi "film da festival". Grandi Leto e McConaughey, di cui vedrò il loro Dallas Buyers Club presto: so già che li troverò all'altezza della situazione. BNN è simpatica come serie, ma non comprendo il premio, su. La canzone non la conosco, ma mi sa di lecchinata: la canzone giusta al momento "giusto". Alla faccia del patriottismo, tra l'altro, ma io tifavo per Adele :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente anch'io speravo nella vittoria francese, ma avendo apprezzato molto anche Sorrentino sono soddisfatta lo stesso! Il film di Leo si fa ora ancora più atteso, e in teoria arriva dalle mie parti quindi sarà imperdibile, in lista anche Mr Banks nonostante la presenza di Tom Hanks. Tra l'altro la Thompson è stata magnifica a presentare, scalza e ubriaca, divertentissima!

      Elimina
  2. finalmente Leo, era ora, spero che vinca anche l'osacr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lì sarà dura... con L'academy non si sa mai, poraccio!

      Elimina
  3. sono felice grossomodo per tutti i risultati, anche se c'è n'è uno... http://lifefunctionsterminated.blogspot.co.uk/2014/01/la-grande-bellezza-di-vedere-un.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adele la volevamo in tanti visto che agli Oscar non è in cinquina... ma un po' di patriottismo non fa male!

      Elimina
  4. Sì, l'inglese 'maccheronico' (a voler essere generosi) di Sorrentino mi ha fatto morire dal ridere! Speriamo che dopo giovedì abbia un altro mesetto per affinarlo :)
    Che dire sugli altri premi? Aldilà dei gusti personali (a me American Hustle è piaciuto molto) bisogna oggettivamente riconoscere a Russell una certa abilità nel tirare fuori il meglio dai suoi attori (i premi agli interpreti - Lawrence su tutte - mi sembrano meritatissimi). Gli americani, poi, sono strepitosi: solo loro possono mettere 'The Wolf of Wall Street e Nebraska tra le 'commedie' ... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa distinzione infatti non l'ho proprio capita, la vedo come un trovare spazio visto il pienone nel reparto drama...
      Su Russell, visti i risultati degli ultimi film, sì, ha proprio il tocco d'oro con i suoi attori. Lo ammetto anch'io :)

      Elimina
  5. Feliccisimo per Sorrentino: adesso gli Oscar!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...