1 febbraio 2014

Hot Fuzz

E' già Ieri -2007-

Trilogia del Cornetto. Capitolo 2.
Dopo aver sapientemente ironizzato su zombie e sangue con il gelato color rosso in L'alba dei morti dementi, è giunto il momento di puntare l'obiettivo sui film di azione/polizieschi e quindi con il gelato coloro blu, come la divisa dei giustizieri.
Simon Pegg e Nick Frost si riuniscono così sotto la regia di Edgar Wright in Hot Fuzz, e prendendo spunto da "filmoni" come Bad Boys II, Point Break e molti altri citati e parodiati, danno vita a una pellicola ricca di comicità e di risate!


Nicolas Angel è infatti un super poliziotto londinese, sempre primo ai corsi e numero uno negli inseguimenti e solvenza dei casi. La sua bravura non è però vista di buon occhio visto che lascia indietro i suoi colleghi, e così viene spedito in uno sperduto paesino di provincia, da anni eletto il migliore di Inghilterra.
Si troverà così a far fronte a classici beoni da bar, colleghi alquanto discutibili e per nulla preparati alle indagini e ad abitanti semplici semplici. Ma qualcosa sembra tramare nell'ombra, e già dopo pochi giorni dal suo arrivo, misteriosi "incidenti" che incidenti non sembrano, iniziano ad accadere.... cosa si nasconde dietro loro? C'è e soprattutto chi è, la mano assassina che indisturbata fa piazza pulita nella città?


Pegg e Frost sono questa volta una coppia inizialmente diffidente, il cui sentimento di amicizia si consolida nel tempo proprio come nei più classici cliché. Ed è proprio da questi, dagli stereotipi e dai momenti salienti di ogni film d'azione, che Wright prende spunto, utilizzandoli sotto una nuova luce e riuscendo così a dare al film quell'aria di cult e di genialità che lo rende parte della Trilogia.
La sua regia, poi, non è certo quella di un novellino, e omaggiando gente come Tarantino e Scorsese, e aggiungendoci poi il suo classico montaggio frenetico, la sua musica e la giusta dose d'ironia, fa di Hot Fuzz uno di quei film comici che hanno una marcia in più, che si possono vedere e rivedere, e non per questo perdere il loro potenziale o far diminuire le risate.
Tra il ficus sempre appresso, il cigno fuggitivo, le battute goliardiche della polizia e un finale degno di uno sparatutto, questo secondo capitolo supera l'esame e lascia più che soddisfatti e con molte battute già indelebili!


p.s.: dietro la mascherina e la tuta protettiva della ex di Angel sapete chi si nasconde? Se wikipedia non vi ha già informato sappiate che c'è proprio lei, Cate Blachett, e pure un certo Peter Jackson si nasconde sotto panni insoliti all'inizio del film!

12 commenti:

  1. Questo film è EPICO. Adoro la trilogia: una genialata senza precedenti, quasi! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'averla scoperta è una delle gioie di questo anno!

      Elimina
  2. Un capolavoro! Non ho mai riso così tanto nel vedere un film XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno c'è andato vicino e qualcuno lo ha superato, ma sì, grosse grasse risate!

      Elimina
  3. Per me al terzo posto della trilogia, ma lo amo lo stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa bella è che sarà sempre sul podio :)

      Elimina
  4. Non ai livelli di Shaun of the dead, ma cmq divertente, Simon e Nick son sempre grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui i giochi di intrighi funzionano alla grande, lì gli zombie erano una sicurezza... sarà difficile a fine trilogia decidere!

      Elimina
  5. Questo è un'altro film che mi sono ripromesso di vedere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consigliatissimo, come gli altri due film firmati Wright!

      Elimina
  6. Strepitoso, come gli altri due capitoli della Trilogia del Cornetto.
    Il duetto megera/fascista è da antologia.

    RispondiElimina
  7. Non a caso è quello che mi strappato la risata più sonora!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...