1 marzo 2014

I Croods

E' già Ieri -2013-

So che potrebbe sembrare che il mio amore per la Pixar oscuri tutte le altre case di produzione con pregiudizi difficili da estirpare e snobismo facile facile, e so che questo film, in quanto a incassi e gradimento del pubblico se l'è cavata egregiamente, ma mentre lo vedevo -oltre a trovare gran poco da salvare- continuava a risuonarmi nella testa "cosa sarebbe stata questa storia nelle mani di un John Lasseter?" seguita comunque da un: "John Lasseter avrebbe mai raccontato questa storia?"
Perchè, a dirla tutta, ne I Croods non molto di originale ci viene raccontato: una famiglia che deve sopravvivere, le ribellioni di una figlia adolescente, la chiusura mentale di un padre vecchio stampo, l'arrivo del nuovo che mette in crisi questa mentalità facendo vacillare il potere, smuovendolo dalla sua fossilizzazione.


Nulla di nuovo, quindi, e se ci aggiungiamo che il tutto viene raccontato badando poco alla caratterizzazione dei personaggi (stilizzati e ricchi di cliché che rischiano il più delle volte di farli risultare parecchio antipatici) quello che ne esce non è un lavoro così encomiabile.
L'ambientazione fortunatamente è di quelle suggestive, con gli animatori che si sono sbizzarriti nella creazioni di animali e vegetazioni primitive che invadono lo schermo, ma anche qui siamo ben distanti dalla bellezza indiscutibile dei tepui argentini di Up o dei boschi incantati di Brave, e a farne le spese sono, primi fra tutti, i protagonisti stessi, disegnati e animati quasi al risparmio.


A mancare, infine, è anche una vera componente comica, con Laccio che dovrebbe essere la spalla divertente di Guy relegato il più delle volte sullo sfondo, lasciando spazio a battute scontate e ripetitive, buone per strappare una risata estemporanea, nulla di più.
Arrivata a questo punto, ripeto ancora una volta che la visione era partita senza alcun tipo di pregiudizio, con tutte le buone intenzioni del caso di completare la cinquina candidata agli Oscar, ma, davvero, questo 2013 -Disney/Pixar a parte- ha avuto gran poche gioie in questo campo.
E l'ultimo lavoro DreamWorks ne è l'esempio perfetto.


5 commenti:

  1. A me, invece, è parso decisamente più carino della media Dreamworks.
    Un bel ritratto di famiglia decisamente divertente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho avuto serie difficoltà a farmi piacere anche un solo componente della famiglia.
      Sto diventando troppo esigente con i film di animazione.

      Elimina
  2. Non l'ho visto, ma secondo le tue indicazioni devo girare al largo , no?
    Un bacio serale cara amica mia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che c'è di meglio, ma anche di peggio. Per una serata senza troppi pensieri e qualche risata va comunque bene!
      Buona domenica Nella, e un bacio!

      Elimina
  3. Mi è piaciuto molto la morale del film.
    Quell'essere in movimento e non stare mai fossilizzati nei proprie idee.
    E' un ottimo road movie :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...