17 giugno 2014

Game of Thrones - Stagione 4

Quando i film si fanno ad episodi

L'hype che si crea attorno ad una nuova stagione, o anche solo ad un nuovo episodio de Il trono di Spade, non può essere paragonata con nessun'altra serie.
Ecco perchè, al contrario del mio solito programma, non ho potuto farmi una scorpacciata unica della serie, ma per evitare spoiler, anticipazioni e soffiate, ho dovuto cedere e vedermi come tutti gli altri un episodio a settimana. E tenendo conto che anche in questa stagione il caro George R.R. Martin non ha risparmiato personaggi amati o personaggi protagonisti da una tragica fine, è davvero stata la scelta più giusta.


Ma passiamo a parlare di questa quarta stagione, che rispetto alla scorsa sembra mettere almeno un po' di accelerazione. Non all'inverno (che, teoricamente, is coming) ormai passato in secondo piano, ma ai giochi di potere e di vita che si muovono tra Approdo del Re, il Nord e la Barriera.
In queste story line, va da sé che alcune funzionano, alcune meno: ancora devo capire l'importanza di raccontare le vicissitudini sempre più strazianti di Greyjoy, o la pesantezza all'arrivo sullo schermo di Stannis Baratheon, e, senza offesa, pure la Barriera non ha molto da offrire, o meglio, non aveva, perchè con l'episodio numero 9 a lei completamente dedicato, con 50 minuti di regia sopraffine che si muove nel campo di battaglia, dall'alto del ghiaccio allo scontro aperto, tra giganti e i loro mammut, incontri che fanno battere il cuore e morti come se piovesse, la suddetta Barriera (e il poco incisivo Jon Snow) riacquistano la loro dignità.
L'attenzione di tutti è però concentrato all'interno della famiglia Lannister, che dopo una dipartita che dà una soddisfazione inimmaginabile, tiene con il fiato sospeso, regalando i momenti più emozionanti della stagione con monologhi esaltanti e combattimenti dall'esito sorprendente, senza spoilerare troppo. Tyron si fa strada così nel cuore dello spettatore, scalzando una Daenerys che in 10 episodi combina gran poco se non cercare di mantenere una libertà tanto labile quanto il suo avanzare verso il trono.
E gli Stark superstiti?
La povera Arya poco a poco diventa la degna erede del padre, dando vita anche a siparietti ironici con il suo Mastino, la ancora più povera Sansa viene sballottata di qua e di là ma sembra finalmente tirare fuori gli artigli, e il poco interessante -per il momento- Bran risulta fondamentale solo nel finale, con la sua scoperta.
E arriviamo al finale, allora, dove quasi tutte le storie vengono riprese e portate giusto un po' avanti, quel po' necessario a far già salire l'hype per il prossimo anno, e che proprio in Arya, e in Tyron ha il suo fulcro.


I momenti di lentezza, dunque, ci sono, così come le storie di cui poco importa, ma ancora una volta la forza della serie sta nel sorprendere lo spettatore, con esiti mai scontati, con personaggi amati (anche i nuovi, cara Vipera Oberyn Martell) che non per questo devono rimanere in vita, con scene e scelte di regia da applauso.
Gli ambienti e le ricostruzioni sono infatti di una bellezza pari al loro uso all'interno degli episodi, e che sia una semplice scogliera dove allenarsi, una pianura che si estende incontaminata o un Porta Insanguinata, si resta a bocca aperta.
In attesa di scoprire sorti e approdi dei vari personaggi nuovamente in movimento, in attesa di un inverno che tarda ad arrivare e di un trono quanto mai insicuro, l'appuntamento è già fissato per aprile 2015.


12 commenti:

  1. Grandissima stagione, forse la migliore dopo la prima. Arya e il Mastino piacevolissimi, la morte di Joffrey, Jon Snow che finalmente usa una spada, Oberyn personaggio enorme e conseguente morte clamorosa. Ecco perché Game of Thrones è roba di qualità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io che avevo evitato di spoilerare troppo nel post :)
      Stagione decisamente approvata, anche se per me nemmeno la scorsa era da buttare, anzi! GoT è di qualità, a volte temporeggia un po' troppo ma sa sempre farsi perdonare.

      Elimina
  2. Concordo con il Faina.
    La stagione migliore dopo la prima, con grandi personaggi e momenti wtf pazzeschi.
    Supercult.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I momenti wtf non sono proprio mancanti: morti eccellenti e dialoghi strepitosi!
      Ho fatto bene a portare il giovine nel mondo di Martin con questa stagione :)

      Elimina
  3. Secondo me la frase "Winter is coming" è un qualcosa che ha trollato praticamente tutti. L'inverno arriverà alla fine dell'ultimo libro, secondo il film che mi sono fatto nella mia testa.

    Stagione davvero ottima, molto meglio della terza di sicuro. La morte di Oberyn mi ha stroncato! Domani esce pure la mia di recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La si ripete fin dalla prima stagione, io mi aspettavo arrivasse in fretta... nel frattempo parecchia altre cose arrivano da oltre la barriera, fortunatamente per il pathos della serie :)
      Verrò a leggerti!

      Elimina
  4. Bella stagione, dopo la noia della seconda si sono ben ripresi. Anche se un episodio finale decente proprio non riescono a farlo - gli scheletri sono stati qualcosa di orribile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha esaltato parecchio, certo, potevano diluire un po' le storie evitando i momenti morti negli episodi precedenti, ma hanno tirato le fila e lasciato sospesi i destini molto bene.

      Elimina
  5. nonostante tutte le morti che ci sono, restano sempre troppi personaggi.
    fosse per me, sarei ancora più perfido di george r. r. e ne farei fuori un sacco di altri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cannibale sei, d'altronde! Io inizierei subito con il far fuori Greyjoy e il caro vecchio Simon che ancora non ho ben capito cosa vogliano combinare nelle loro scorribande...

      Elimina
  6. Stagione che spacca! Non riesci a non amare i personaggi. Dai buoni ai cattivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, qualcuno lo si riesce proprio ad odiare... Cersei? O il per nulla compianto Joffrey?
      Grandi soddisfazioni per fortuna in questa stagione :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...