18 febbraio 2015

Gemma Bovery

Andiamo al Cinema

La Francia quando si tratta di commedie romantiche difficilmente sbaglia.
Certo, negli ultimi tempi al cinema arrivavano fin troppe pellicole d'oltralpe che fin dalla trama ispirano poco, facendo presagire una caduta di gusto e di stile, un appiattimento della produzione che ricorda la nostra di produzione, ormai legata alle risate facili e ai temi della crisi.
Fortunatamente, ci sono sempre le eccezioni, ci sono quelle pellicole che anche solo a partire dal titolo ti sanno promettere freschezza, frizzantezza e romanticismo made in France.
Come non aspettarselo, quindi, da Gemma Bovery?


Nella Normandia tanto cara a Gustave Flaubert, vive un parigino in fuga, che ha rincorso i suoi sogni campestri riaprendo la panetteria di famiglia.
Il capolavoro Emma Bovary è sempre tra le sue mani, così come il cane Gus che lo accompagna e le trasposizioni radiofoniche del romanzo che gli fan da sottofondo durante le ore di lavoro.
Cinico e diretto, vede improvvisamente materializzarsi la sua eroina nelle belle forme della nuova vicina di casa, un'inglese, sposata ad un uomo che sembra non amare del tutto, che l'ha portata in una campagna in cui sembra stare stretta.
Martin proietterà su di lei tutta la malinconia di un personaggio diventato quasi un cliché, mescolando spesso e volentieri finzione e realtà, facendosi a volte lui stesso regista degli incontri amorosi di Gemma.
Perchè, sì, nonostante l'incredibile fascino che emana, non sarà Martin a innamorarsi di lei, a tentarla, ma da bravo lettore se ne starà in disparte, osservando, prendendo nota, fino a poter fare quello che ogni lettore spesso desidera: intervenire, modificare, se possibile la storia.


I risultati di questo sognatore non saranno quelli sperati, così come, poco a poco, ci accorgiamo che le stesse paure, la stessa solitudine e la malinconia appartengono solo in parte al carattere di Gemma, che rappresenta così un'Emma diversa, più forte e più consapevole di se stessa, ma legata al suo inesorabile destino.
Il racconto di questo nuovo e inedito romanzo, procede con brio e ironia, narrato da un protagonista con cui si entra subito in sintonia.
Le bellezze naturali di luoghi e case incantevoli incorniciano poi quelle umane, con una Arterton che si venera e si invidia, naturale e bella com'è.
Qualche sbavatura, qua e là, c'è, ma grazie a una musica lieve che rende più british un prodotto così francese in cui però già le due lingue si mescolano, ci si passa sopra.
Il finale, poi, lascia con quel sorriso soddisfatto stampato sulle labbra, cosa che solo le commedie ben fatte, che sanno essere leggere e intelligenti, permettono.


8 commenti:

  1. Sapevo avresti apprezzato. C'è poco da fare: nonostante qualche sbavatura - secondo me, dovuta soprattutta al nostro doppiaggio: conto di vederlo in lingua, anche se tutto tutto non coglierò di certo - i francesi e la commedia sono un'accoppiata perfetta. Irresistibile il doppio finale: beffardo, ma divertentissimo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il doppiaggio non era certo dei migliori, anche perchè se già mi sottotitoli o mi parli in lingua in alcune parti, tienimelo in v.o... a parte questo, commedia deliziosa, dolceamara e godibilissima!

      Elimina
  2. ah, le commedie romantiche francesi fanno sempre un gran bene. Spero di riuscire a vederlo a breve!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedilo, che ne vale la pena! E.. Vive la France!

      Elimina
  3. Non un brutto film, ma per me c'è un clamoroso 'ma' nel mezzo che non me lo ha fatto apprezzare in pieno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preso per la commedia che è l'ho trovato una visione più che piacevole, che anche se scade in alcuni punti ha un suo brio e uno suo stile che la risolleva. I francesi son tornati a convincere.

      Elimina
  4. Di commedie così c'è sempre un gran bisogno.
    E il finale, oltre a Gemma Arterton, è da applausi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gemma ha tutta la mia invidia, e i francesi, quando fan le cose fatte bene, pure.
      Chapeau.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...