1 marzo 2015

Rumour Has It - Le News dal Mondo del Cinema


Giusto ieri il buon Leonardo DiCaprio era stato insignito dalla sottoscritta di un Oscar (QUI il post), per rimediare alle continue snobbate da parte dell'Academy, ma pare che questa dovrà ricredersi ben presto perchè l'attore ha due assi nella manica da giocare nel prossimo futuro.
Il primo è il film che lo vede collaborare con il vincitore dell'edizione di quest'anno, Alejandro Gonzalez Inarritu che lo ha voluto come protagonista per The Revenant, il secondo riguarda il film che produrrà e con molta probabilità interpreterà su Billy Milligan, responsabile negli anni '70 di aver rapito, violentato e ucciso tre studentessa, assolto poi in tribunale perchè affetto da personalità multipla, per la precisione, di aver ben 24 personalità diverse.
Curato e rilasciato, visse da cittadino libero fondando anche una sua casa di produzione.
Da 20 anni DiCaprio rincorre il progetto dal titolo The Crowded Room, ora non se lo lascerà sfuggire dalle mani sperando di poter stringere finalmente l'ambita statuetta.

Altro grande deluso è senza dubbio Richard Linklater che partito da favorito, si è visto soffiare tutti gli Oscar più prestigiosi e non da Birdman.
Ma il regista si è già rimesso in moto, e oltre a non escludere un sequel per quanto riguarda Boyhood incentrato sui transitori 20 anni, ha due film in cantiere.
That's What I'm talking About sarà -a proposito- un altro sequel, quello de La vita è un sogno (Dazed and Confused) che uscirà a fine anno, mentre si è accaparrato i diritti del bestseller Where'd You Go, Bernadette di Maria Semple che porterà su schermo.
La storia è quella della misteriosa scomparsa di una donna brillante diventata agorafobica, e della figlia che con ogni mezzo a disposizione la cercherà.

Anche Rosamund Pike dopo la sconfitta della sua amazing Amy si rimbocca le maniche, e va ad affiancare Christian Bale in The Deep Blue Good- by, per la regia di James Mangold e tratto dal primo romanzo della saga su Travis McGee scritto da John D. McDonald.
La vicenda sembra un noir, con una donna perseguitata dal suo ex che chiede aiuto a McGee, che scoprirà una lunga scia di vittime alle spalle dell'uomo.
Alla sceneggiatura Dennis Lehane, suoi i romanzi Gone Baby Gone, Mystic River, Shutter Island.

Dopo un esordio di classe e venato di non poca malinconia -A Single Man- Tom Ford è pronto a tornare alla regia lasciando momentaneamente da parte sfilate e passerelle.
Non lascia però trapelare molti dettagli, se non che si tratterà di una vicenda thriller tratta da un libro di cui saranno fatte una versione più fedele, una meno.
Le riprese dovrebbero iniziare a settembre, attendiamo aggiornamenti.

Il progetto era spaventoso già in partenza: Pastorale Americana portata su grande schermo da Philip Noyce.
A salvare le cose era quell'Ewan McGregor protagonista che ora però, dopo l'uscita di scena di Noyce, si arrischia a fare il suo esordio dietro la macchina da presa.
Il suo passo sembra molto più lungo delle sue gambe.

Altra regia che non ti aspetti è quella di Denis Villeneuve a sostituire Ridley Scott nel sequel di Blade Runner. Scott rimane produttore e autore del soggetto, mentre il regista canadese spera di iniziare le riprese nel 2016 contando di avere con sé Harrison Ford, che non vuole mancare all'appuntamento.
Il film, sarà ambientato qualche decennio dopo rispetto al primo capitolo.

Orfani di Sons of Anarchy, non disperate.
L'accoppiata Katey Sagal e Kurt Sutter è pronta a tornare e con un progetto di quest'ultimo che ha dell'incredibile.
Abbandonate le ruspanti motociclette di Charming, Sutter ambienterà la sua nuova serie The Bastard Executioner nel XIV secolo. Il protagonista sarà un tormentato cavaliere al soldo di Edoardo I che abbandonerà la battaglia per un esaurimento nervoso.
Molti i ruoli da comprimari tra cui quelli che la Sagal e Sutter si sono ritagliati: la prima sarà una veggente, il secondo il suo compagno, muto e misterioso.
Del nutrito cast farà parte anche il Matthew Rhys di The Americans in qualità di guest star.
Senza ombra di dubbio, sarà uno dei pilot più attesi della stagione.

Concludiamo la carrellata di news con la notizia che mette definitivamente il marchio trash a American Horror Story.
Lady Gaga sarà infatti la protagonista della prossima stagione, che avrà come titolo Hotel e sarà la prima senza Jessica Lange.
Prepariamoci.

4 commenti:

  1. La news su Leonardo DiCaprio sta rimbalzando da sito a sito. Interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leo fa sempre notizia, c'è poco da fare :)

      Elimina
  2. Voglio recuperarmi i romanzi alla base dei film di Di Caprio e Linklater in tempi brevi: sono troppo curioso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello scelto da Linklater sembra molto molto interessante, io per la mia solita regola o libro o film, aspetto cosa ne farà il regista.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...