20 luglio 2015

Dr. Horrible's Sing-Along Blog

Quando i film si fanno ad episodi.

Ci sono sempre cose nuove da scoprire.
Prendi le web series, mai passate da queste parti vuoi perchè di serie televisive ce ne sono fin troppe, vuoi perchè quel web sembra quasi essere una pecca, un difetto che le fa sembrare delle sorelle minori sfortunate.
Ci sono le eccezioni, ovvio, e devo ringraziare ancora una volta Mr. Ink per avermele fatte scoprire.

Dr. Horrible's Sing-Along Blog è comparso in rete ormai una decina di anni fa (2008), un tempo in cui le serie stavano per compiere il grande balzo anche se momentaneamente bloccate dallo sciopero degli sceneggiatori, e in cui certamente l'internet non era un mercato così ampio.
Joss Whedon però non ci pensò due volte, e arruolando quel mattacchione di Neil Patrick Harris si buttò in questo esperimento.
Protagonista un dottore malvagio e maldestro, la cui ambizione è entrare nella Lega dei Cattivi ed avere l'approvazione del grande boss Cavallo Pazzo. Per farlo deve fare qualcosa di eclatante, una rapina, un'azione malvagia che possa magari permettergli di sconfiggere la sua nemesi: Capitan Martellone, sbruffone e affascinante supereroe buono, interpretato da quel piacione di Nathan Fillion.
Ma c'è del buono anche in quel Dottore, dietro ai suoi esperimenti c'è un cuore che batte, che batte per Penny, ragazza volenterosa che incontra (o stalkera) in lavanderia.
Il caso sembra però remargli contro, come sempre ai cattivi, e la posta per essere ammesso al circolo dei cattivi, si alza sempre più.


In soli 40 minuti, la storia del Dottore/Billy c'è raccontata e soprattutto cantata, perchè sì, un po' come quel Galavant uscito invece questa primavera e che ha appassionato come non mai, canzoni orecchiabilissime si alternano a monologhi e scambi di battute, con tanto di veri e propri momenti musical.
Ambiente caro ad Harris e in fondo anche Whedon, la cui puntata canterina di Buffy resta una piccola pietra miliare televisiva.
40 minuti sono però davvero pochi, e lì dove finalmente ci si affeziona, si inizia a canticchiare e ad aspettare un'altra mossa o contromossa, le avventure del Dottor Horrible si sono concluse.
La sensazione di aver assistito a una sorella minore, o semplicemente a un esperimento o progetto del tutto personale quanto autoconclusivo la fa da padrone, e tirando le somme sovrasta la sensazione di aver assistito invece a tre atti di follia e divertimento.
Fatto il primo passo in questo mondo tanto rapido e sfuggente, c'è però la voglia di approfondirlo, questo sì.


5 commenti:

  1. Ah, felice che tu lo abbia recuperato! Carinissimo, non c'è che dire, e la puntata canterina di Buffy anch'io la ricordo molto bene. Continuo, come te, a non capire come considerarle, queste webseries, però sono davvero ben fatte. Questo è. :)

    RispondiElimina
  2. Una delle cose più bella mai prodotto da quel geniaccio di Joss Whedon ;-) Spero davvero faccia la seconda stagione, bel recupero, io lo consiglio a destra e a manca ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  3. Non ne sono uscito di testa come molti, ma è davvero carinissimo :)

    RispondiElimina
  4. devo assolutamente recuperarlo...
    anche perché io Barney ce l'h nel cuore, come uomo e come attore

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...