10 aprile 2016

Rumour Has It - Le News dal Mondo del Cinema


Si parte anche questa domenica con le operazioni nostalgia -reboot e remake- che stanno facendo faville al cinema.
E così, mentre la Disney continua a depredare tutto il suo passato, la Warner Bros. decide di seguirne le orme, cercando di far tornare alla ribalta i Looney Toones.
Il primo ad essere sacrificato in questo nuovo ciclo, sarà Speedy Gonzales, al cui copione sta lavorando Hank Nelken. La decisione è quanto mai bizzarra, visto che un Bugs Bunny o un Duffy Duck sono personaggi più da richiamo.
Il rischio flop, quindi, è altissimo.


Dopo Land of Mine, il regista danese Martin Zandvliet continua a parlare di guerra, e questa volta lo fa con una grande produzione americana.
Protagonista di The Outsider sarà infatti Jared Leto, nei panni di un soldato catturato dai giapponesi durante la II Guerra Mondiale, e che aiutato a scappare dal compagno di cella appartenente alla Yakuza, entrerà a far parte dell'organizzazione criminale.
Vista la pausa che Leto si è preso dopo l'Oscar vinto con Dallas Buyers Club, e vista l'attesa per il suo joker in Suicide Squad, la scelta di un ruolo simile fa pensare ad un film particolarmente importante.

C'è poco da fare, il phisique du role per il mafioso del Sudamerica Benicio del Toro ce l'ha, e le parti se le becca sempre lui.
Anche questa volta, comunque, è un ruolo di quelli impegnativi ed importanti che si è andato a scegliere: l'attore interpreterà infatti José Miguel Battle Sr., soprannominato El Padrino, leader della cosiddetta Corporation, che lavorava per il dittatore cubano Fulgencio Batista ricilando denaro. Fuggito in America quando Castrò salì al potere, venne addestrato dalla CIA sognando di poter uccidere il leader, per poi finire a gestire un giro malavitoso che comprendeva racket, riciclaggio di denaro e omicidi.
La sua storia, e quella del poliziotto che gli diede la caccia per 15 anni, è raccontata in The Corporation: An Epic Story of the Cuba American Underworld, scritto da T. J. English e ancora inedito, di cui però sono già stati acquistati i diritti dalla Appian Way di Leonardo DiCaprio
A lavorare alla sceneggiatura, invece il David Matthews, sceneggiatore della serie HBO Vinyl.

Charlize Theron, Diablo Cody e Jason Reitman ancora insieme.
Certo, insieme avevano dato vita al non troppo riuscito Young Adult, ma quello che si presenta come un film sulla maternità potrebbe far tornare tutti e tre sulla retta vita, viste le scelte non troppo felici dietro la macchina di Cody e di Reitman (il cui ultimo lavoro è Dove eravamo rimasti).
Charlize, invece, dopo l'esperienza di Furiosa in Mad Max: Fury Road, torna a scaldare i motori, annunciando la sua presenza in Fast & Furious 8.
Sì, davvero.

HBO non si è fatta scappare i nomi di Gillian Flynn, Amy Adams e Jean-Marc Vallée riuniti in una serie TV.
Sarà infatti il canale via cavo americano a mandare in onda Sharp Objects, tratto proprio dal romanzo di Gillian Flynn Sulla pelle, che vede la Adams come protagonista e Vallée alla regia.
Otto episodi sono stati già ordinati senza bisogno di un pilot, in cui seguiremo le vicende di Camille Preaker, una giornalista che da Chicago torna nella sua città natale nel Missouri dopo anni di autolesionismo e un ricovero in un ospedale psichiatrico. Qui però dovrà seguire come reporter l'omicidio di una bambina e la scomparsa di un'altra, mettendo a dura prova se stessa.
Intrigante fin dalla trama, la serie vede il coinvolgimento nella sceneggiatura anche di Marti Noxon, passata per Mad Men e ideatrice del sorprendente UnREAL.

1 commento:

  1. mi è spiaciuto non riuscire a vedere "Land of mine", è rimasto nelle sale italiane il tempo di un battito d'ali... mi incuriosisce la scelta di Leto, un attore che mi piace parecchio.
    non so invece cosa pensare di Speedy Gonzales che diventa protagonista e famosa... that's all folks?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...