8 giugno 2016

Codice 999

Andiamo al Cinema

Me lo immagino l'annuncio casting di Codice 999:
"Brutti ceffi cercasi"
Perchè di brutti ceffi, di ceffi da cui scapperesti anche in pieno giorno, anche in mezzo alla folla, è pieno il cast.
Un cast ben nutrito, tra l'altro, con stelle emergenti e consolidate del piccolo schermo, con granitiche certezze come Woody Harrelson -nella parte del solito genio beone- e Kate Winslet -in quella atipica e inedita di una mafiosa russa.
Brutti ceffi, dicevamo.
E se metà di questi sono mafiosi, appunto, o parte di clan da cui è meglio stare alla larga come sottolineano i loro tatuaggi, l'altra metà è composta da poliziotti.
Sì, poliziotti, che però così puliti non sono visto che sono anche i ladri a cui dovrebbero dare la caccia.
Specializzati in rapine ad alto tasso di velocità e tensione, da compiere per saldare un debito verso quella madrina russa di cui sopra, questi poliziotti scherzano con il fuoco.
E si sa, se si gioca a lungo, si finisce per bruciarsi.


Le cose, per i 5 criminali/(ex) poliziotti si complicano quando la fantomatica ultima rapina è richiesta, quando già uno di loro, piuttosto a sorpresa, se n'è andato.
Come riuscire con gli sbirri alle calcagna e la sicurezza di una banca impenetrabile a farcela?
Semplice, chiamare il codice 999 del titolo, che altro non è che "Poliziotto a terra", a cui si può star certi risponderanno tutti, ma proprio tutti i poliziotti della città, lasciando così scoperta la zona della città interessata dalla rapina.
E chi sarà quel poliziotto da mettere a terra?
Scatteranno, va da sé, sensi di colpa, rimorsi, tentativi di salvataggio.
Che porteranno ad un altro finale, in cui in realtà nessuno si salva.
E come spoiler state tranquilli che è vago.


Codice 999 dovrebbe quindi essere uno di quei heist movie dove le sorprese, i colpi di scena, i doppi giochi spingono l'accelerazione e l'adrenalina, avvolgendo, facendo della visione, una visione scorrevole e divertente.
E invece, sarà che le aspettative erano altre (ma non alte), sarà che niente di nuovo viene detto -né nella storia né nella struttura della narrazione-, sarà che i personaggi dal tossico di Aaron Paul al folle Harrelson, dalla spietata Winslet al padre protettivo Chiwetel Ejiofor fino al fastidioso masticatore di gomma Casey Affleck, sono cliché ambulanti, sarà quel che sarà, questo Codice 999 non è riuscito a coinvolgermi, ad intrattenermi nemmeno un po'.
Il doppiaggio appiattente non ha certo aiutato, e anche se ci si trova davanti a ottime interpretazioni, manca il guizzo, manca l'originalità, cosa fondamentale ad un film di questo genere.


Regia John Hillcoat
Sceneggiatura Matt Cook
Musiche Atticus Ross
Cast Kate Winslet, Woody Harrelson, Casey Affleck, 
Aaron Paul, Chiwetel Ejiofor, Norman Reedus
Se ti è piaciuto guarda anche
The Town, Inside Man

5 commenti:

  1. Felicissimo di averlo saltato, mi sa.

    RispondiElimina
  2. Per me la visione è scivolata via in maniera passabile, però certo non è niente di nuovo o di minimamente degno di nota...

    RispondiElimina
  3. Il trailer lo aveva gonfiato troppo. Tutto sommato un film onesto e ben fatto, ma decisamente nulla di memorabilissimo...

    RispondiElimina
  4. Concordo sul doppiaggio piatto, visto in originale migliora. A me comunque è piaciuto molto!

    RispondiElimina
  5. Secondo me parte e finisce alla grande, e si spegne un pò nel mezzo.
    Comunque, una cosa tosta come piace a me.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...