25 agosto 2016

Silenzio in Sala - Le Nuove Uscite al Cinema

Se il cinema serve a qualcosa, serve per distrarre nei momenti più difficili.
Questa settimana, per fortuna, sembra finita la vacanza anche per la programmazione italiana che tra leggerezza da non sottovalutare made in France, pellicole dal sapore sud americano e teneri documentari italiani sa intrigare.
Poi, certo, c'è anche Blake Lively in costume.

Ma Loute
Dopo aver conquistato con uno stile non sense e grottesco il piccolo schermo con Pt'it Quinquin, Bruno Dumont torna al cinema, con un altro ispettore sui generis chiamato ad indagare nel nord della Francia su misteriose sparizioni.
Sarà ospite di una famiglia aristocratica dove non mancano i segreti.
Cast di gran classe (Fabrice Luchini, Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi) per un film che una visione la merita.
Trailer
Il Diritto di Uccidere
Impianto teatrale, lotta al terrorismo, Helen Mirren, Aaron Paul, Alan Rickman protagonisti.
La serietà c'è, l'impegno pure, ma forse anche un po' troppa pesantezza che a fine agosto ancora non si vuole incontrare.
Trailer
Il Clan
Presentato allo scorso Festival di Venezia, uno spaccato di realtà sull'Argentina post dittatura, dove rapimenti e riscatti sono all'ordine del giorno, anche all'interno di insospettabili famiglie.
Difficile da digerire, difficile entrare in empatia con i protagonisti.
Per saperne di più, leggere QUI
Escobar
A due anni dalla sua uscita americana, in attesa dell'attesissima seconda stagione della serie Netflix, Pablo Escobar lo troviamo al cinema, nei panni di uno zio che diventa l'incubo di un giovane canadese innamorato della nipote del boss.
La sensazione, è che la serie sia ad un altro livello. Superiore, ovviamente.
Trailer
Torno da mia madre
Commedia leggera leggera made in France.
Niente di nuovo sul fronte "figlia che torna a casa", ma qualche risata la può strappare.
Trailer
Paradise Beach - Dentro l'incubo
Blake Lively sola, in costume, sopra una boa in alto mare. A darle la caccia, o meglio, ad aspettare un suo errore e l'arrivo dell'alta marea, un famelico squalo.
L'incubo è servito, la visione guilty pleasure della settimana pure.
Trailer
Mia madre fa l'attrice
Dopo Noi non siamo come James Bond (che prima o poi riuscirò a vedere), Mario Balsamo riporta la madre sul grande schermo, attrice mai esplosa, la cui parte più importante fu in La barriera della legge di Piero Costa.
Un documentario buono e nostalgico, da segnare.
Trailer

2 commenti:

  1. Ah, qualcosa di interessante c'è.
    Pare che Escobar meriti, sai? Oltretutto, ha anche il regista italiano (e io Narcos non la seguo). :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Escobar non mi convince troppo la presenza di Peeta, anche se Benicio di solito è una garanzia. In ogni caso, preferisco l'Escobar di Netflix, il 2 settembre è vicinissimo :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...