1 gennaio 2017

I Film più Attesi del 2017

È il primo giorno dell'anno, e come da tradizione, si va di buoni propositi.
Uno potrebbe essere quello di vedere più film, anche se mai come quest'anno di supereroi e saghe nerd ce ne sono in abbondanza.
Intanto, allora, meglio segnarsi in agenda quali pellicole attendere, tra quelle che sono già tra le più attese:


GIÀ IN SALA
Alps Dopo The Lobster, Yorgos Lanthimos torna al cinema con una storia sempre al limite dell'assurdo, promettendo emozioni estreme. Questa volta, ci racconta di un gruppo che si fa chiamare Alpi, e che sostituisce le persone defunte agli occhi di amici e parenti, per aiutarli ad affrontare il lutto.


Paterson Rimandato ad ora, il film di Jim Jarmusch sembra scritto per me, raccontando l'amore tra sogni e abitudini di una coppia di provincia.


Il GGG Rischioso adattamento di Steven Spielberg di un grande classico della letteratura d'infanzia. Gli effetti speciali, in sincerità, mi fanno storcere il naso.


Passengers La presenza di Jennifer Lawrence e Chris Pratt e effetti speciali da capogiro giustificano questo sci-fi che incrocia il genere romcom. Per il resto, la cantonata sembra dietro l'angolo.


Mister Felicità Non poteva mancare un altro cinepanettone per il primo dell'anno a sostituire Checco Zalone, ma Alessandro Siani ispira la stessa antipatia da queste parti.











IN ARRIVO (4 gennaio - ne parleremo...)

Collateral Beauty

Assassin's Creed

Sing

GRANDI REGISTI

Non mancheranno graditi ritorni in sala per questo 2017, e si parla di grandi nomi, ovviamente. 
A partire da Martin Scorsese che ci porta nel vecchio Giappone in missione con gesuiti da ritrovare, passando per il Denis Villeneuve che non sbaglia un colpo, neanche quando affronta gli alieni a modo poeticamente suo in Arrival, già amato a Venezia (leggere QUI), proprio come il La La Land di Damien Chazelle che si è guadagnato -giocando d'anticipo- lo scettro di miglior film dell'anno.



Ritorno tutto da giudicare quello di M. Night Shyamalan, che cuce per James McAvoy un ruolo che prevede 12 diverse personalità, mentre Ang Lee racconta un eroe di guerra coinvolgendo anche Kristen Stewart e Vin Diesel.
Sempre di guerra si parla con Mel Gibson, si va invece negli anni del proibizionismo con Ben Affleck nuovamente dietro la macchina da presa.
Amore e coppie in crisi sia per Cianfrance che ha però deluso a Venezia (leggere QUI), sia per Jeff Nichols, che già ha conquistato Cannes.
Infine, arriva finalmente in sala il re Artù rivisitato da Guy Ritchie e con Charlie Hunnam, torna il J.D. di Scrubs con un cast molto longevo (Morgan Freeman, Michael Caine, Alan Arkin), mentre ci sarà da aspettare -e parecchio- per il nuovo Nolan di guerra.



Silence (Scorsese) - 12 gennaio 

Arrival (Villeneuve) - 19 gennaio 

La La Land (Chazelle) - 26 gennaio 

Split (Shyamalan) - 26 gennaio

Billy Lynn (Ang Lee) - 2 Febbraio

La Battaglia di Hacksaw Ridge (Gibson) - 9 febbraio

Live by Night (Affleck) - 23 febbraio

La luce sugli oceani (Cianfrance) - 8 marzo

Loving (Jeff Nichols) - 16 marzo

King Arthur (Guy Ritchie) - 23 marzo

Insospettabili Sospetti (Zach Braff) - 25 aprile

Dunkirk (Nolan) - 31 agosto

GRANDI ATTORI

Più che grandi attori, grandi coppie in azione in questo 2017.
Si parte con i bellissimi Brad Pitt-Marion Cotillard, si prosegue con le perplessità che suscitano James Franco e Bryan Craston, si passa per quella già candidata un po' ovunque Michelle Williams-Casey Affleck, c'è poi quella politica di Denzel Washington e Viola Davis e quella tutta da scoprire di Moonlight che promette grandi emozioni.
Poche ne ha suscitate invece quella delle sorelle Natalie Portman e Lily-Rose Depp a Venezia (leggere QUI), e infine, non si sa cosa aspettarsi dal trio nello spazio Jake Gyllenhaal-Rebecca Hall-Ryan Reynolds, così come da Tom Hanks e Emma Watson.



Allied - 12 gennaio

Proprio Lui - 26 gennaio

Manchester by the Sea - 16 febbraio

Barriere - 23 febbraio

Moonlight - 2 marzo

Planetarium - 2 marzo

Life - 23 marzo

The Circle - 25 aprile

BIOPIC

Il genere biopic è un po' sceso nelle quotazioni, per fortuna, e quest'anno prevede meno storie vere da raccontarci.
Qualcuna di interessante c'è comunque, a partire da quella di Ray Kroc, fondatore della catena McDonalds, interpretato da Michael Keaton.
Fa faville, invece, Natalie Portman nelle vesti della vedova Kennedy e diretta da Pablo Larraìn, già applauditissima a Venezia (leggere QUI).
Meno storia, più azione, per la costruzione della Grande Muraglia Cinese con Matt Damon, più pugni e sangue per la storia del pugile Vinny Paz, interpretato da Miles Teller, e infine un bello scontro -verbale- tra due fuoriclasse come Timothy Spall e Colm Meaney nella questione irlandese applaudittissima sempre a Venezia (leggere QUI).



The Founder - 12 gennaio

Jackie - 14 febbraio

The Great Wall - 23 febbraio

Bleed for This- 8 marzo

The Journey - 30 marzo

ITALIA MON AMOUR

Arriveranno alla spicciolata i film italiani, senza scoprirsi troppo.
Ora come ora, già sappiamo che torneranno in sala Alex Infascelli, Sidney Sibilia con il secondo capitolo del fortunato Smetto Quando Voglio, pronto a diventare un trilogia, Ozpetek e pure Maccio Capotonda.

Piccoli crimini coniugali - 26 gennaio


Smetto quando voglio 2 - 2 febbraio

Rosso Istanbul - 2 marzo

Omicidio all'italiana - 2 marzo

SAGHE

Tante, tantissime le saghe che faranno la gioia dei nerd e non solo, a dimostrazione che se il cinema gode di buona salute economica, il merito è quasi solo loro. Ma prima o poi, si spera, ci si stancherà di supereroi, effettacci speciali, eroine belle e muscolose, giri in macchina e pirati, alieni e nuove trilogie di uomini ragno.

Di questa lunga sequela di saghe, va da sé, quella che più attendo -anzi, l'unica- è quella di Star Wars. 



XXX - Il ritorno di Xander Cage - 19 gennaio

Resident Evil 6: The Final Chapter - 16 febbraio

Logan (Wolverine 3) - 2 marzo

Kong: Skull Island - 8 marzo

Underworld - Blood Wars - 30 marzo

Powers Rangers - 6 aprile

Fast and Furious 8 - 13 aprile

Guardiani della Galassia 2 - 25 aprile

Alien Covenant - 11 maggio

Pirati dei Caraibi 5: La vedentta di Salazar - 24 maggio

Wonder Woman - 1 giugno

La Mummia - 8 giugno

Transformers 5. L'ultimo cavaliere - 22 giugno

Spiderman Homecoming - 6 luglio

War - Il pianeta delle scimmie - 13 luglio

Thor: Ragnarok - 25 ottobre

Justice League - 23 novembre

Star Wars ep. VIII - 14 dicembre

REMAKE/REBOOT/SEQUEL

In mezzo a tanti, inutilissimi sequel e trasposizioni non richieste, solo due hanno il potere di farsi attendere davvero: scoprire che ne è stato di Mark Renton e i suoi amici 25 anni dopo Trainspotting, e scoprire come se la caverà Villeneuve alle prese con il mostro sacro Blade Runner in compagnia di Ryan Gosling.



50 sfumature di nero - 9 febbraio

Trainspotting 2 - 2 marzo

Ghost in the Shell - 30 marzo

Baywatch - 11 maggio

Blade Runner 2049 - 5 ottobre

ANIMAZIONE

La Pixar potrebbe deludermi anche il prossimo anno dopo gli ultimi passi falsi, con un altro sequel non richiesto, quello di Cars, già non amato al suo esordio, ancor meno con il non riuscito numero 2. La Disney punta poi all'ennesimo remake in live action con la bellezza di Emma Watson, mentre anche il resto delle case di produzione sembra piuttosto non originale, riciclando vecchie idee.



Lego Batman - 9 febbraio

La Bella e la Bestia - 16 marzo

I puffi 3 - 6 aprile

Cattivissimo me 3 - 24 agosto

Cars 3 - 14 settembre

⇒Rimaniamo in attesa, poi, anche per il ritorno di Sofia Coppola con The Beguiled, dell'ormai incontenibile Terrence Malick con Weightless, della prova di Jennifer Lawrence con Darren Aronofsky in Mother e il Downsizing di Alexander Payne. Più Happy End di Michael Haneke, Baby Driver di Edgar Wright e l'esordio alla regia di Paul Dano con Wildlife.

4 commenti:

  1. Passengers imbarazzante e, purtroppo, pesantissimo il GGG. Non ho mai letto il romanzo, purtroppo, ma a non piacermi è stata proprio la storia: noiosa, improbabile (sì, lo so che i giganti non esistono, ma il resto è più fantasioso ancora). Per il resto: quanto da vedere (anche se La luce sugli oceani e Loving sono già in rampa di lancio). )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passengers non prometteva niente di buono, e me lo confermi: lo eviterò. Nessuna chance nemmeno al GGG, resto legata al libro, e quegli effetti speciali+animazione che non mi piace, mi convincono della scelta.
      Loving non vedo l'ora di vederlo.

      Elimina
  2. Ci sono talmente tanti film potenzialmente interessanti che da una parte sono esaltato, e dall'altra sono spaventato perché sarà dura trovare il tempo per vederli tutti, o anche solo una parte. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saltando a pie pari tutte le saghe nerd e i reboot non richiesti, già mi tolgo una bella fetta. Ma sì, per fortuna o purtroppo, di film in arrivo ce ne sono tantissimi, tra ansia e piacere.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...