26 settembre 2018

Resta Con Me

Andiamo al Cinema

Cosa può succedere a una coppia di giovani belli e innamorati, spavaldi e coraggiosi che da anni girano il mondo e in quel mondo paradisiaco che è Tahiti (almeno negli anni '80) finiscono per conoscersi e innamorarsi e salpare verso la California per ricevere 10mila dollari con una barca non loro ed extralusso?
Ovviamente, la peggiore delle sfighe, perché di fortune forse ne hanno avute troppe.
O perché non tutto può essere perfetto in un film così romantico in cui si fa presto ad innamorarsi, a trovarsi, a trovare un lavoro così remunerativo.
Finisce infatti che la loro barca naufraga, si scontra con una tempesta che rompe vele e motore, lasciandoli in balia del solo vento, a miglia e miglia dalla terra e la salvezza.
Insomma, un filone diventato ormai un classico, con l'eroe/eroina solitario a sfidare la natura, a mettere in pratica tutta la sua intelligenza e caparbietà pur di salvarsi.

25 settembre 2018

BoJack Horseman - Stagione 5

Mondo Serial

Può una serie etichettata come comedy affrontare paure, depressioni, dipendenze e scandali, in modo così profondo e serio?
Può una serie con protagonista un uomocavallo infrangere il cuore?
Può un personaggio come BoJack, egoista, egocentrico, distruttivo e audistruttivo entrare in quel cuore spezzato, spezzarlo ancora, e installarcisi?
Possono personaggi nati come secondari, avere il loro spazio, cercare la loro strada, diventando familiari con i loro difetti, le loro crepe e cicatrici ormai condivise?
Potrei andare avanti ancora a porre domande retoriche -la cui risposta è sempre "sì"- ma mi fermo qui, perché se mai c'erano dubbi, se mai potesse spaventare il rischio ripetizione con l'arrivo di una quinta stagione, un quinto anno insieme ad una serie comedy che comedy non è più, così non è.

24 settembre 2018

Il Lunedì Leggo - Ecstasy di Irvine Welsh

Altro libro, altra prima volta.
Con Irvine Welsh, che sì avevo amato al cinema per Trainspotting (e pure per il suo seguito) e Il Lercio, ma su carta mi aveva sempre fatto paura.
Troppo ancorato agli anni '90 inglesi della droga e dell'house, troppo eccessivo, con il giovine a cui era stato regalato Colla non così entusiasta, non così consigliato.
Poi, come la squallida copertina anni '90  fa capire, Ecstasy mi è capitato fra le mani al mercatino dell'usato e una possibilità gliel'ho voluta dare.
E ho fatto bene.

22 settembre 2018

Gli Incredibili 2

Andiamo al Cinema

Pur essendo una fan della Pixar vecchia scuola, pur avendoci dedicato la mia seconda tesi universitaria (QUI), de Gli Incredibili non sono mai stata entusiasta.
A dire il vero nemmeno di Cars, tant'è che i sequel non me li sono voluta vedere.
Sarà che alla base ci sono idee di "genere" più semplici e che si rifanno nel loro sviluppo al genere al quale appartengono, sarà che sono un po' troppo maschili, o almeno, così li vedo io. Ma restano i punti neri di una Pixar che con il tempo è riuscita ad accumularne altri (tra cui un altro sequel -Alla ricerca di Dory- e il troppo disneyano Il viaggio di Arlo).
In ogni caso, penso si sia capito che i supereroi non fanno parte del mio palato, rifuggo dai Marvel, rifuggo anche dai film d'azione, perché le loro scene madri -quelle d'azione, appunto- mi annoiano, accumulando colpi su colpi, mosse e contromosse che mi fanno solo pregare perché si arrivi presto all'esito di questo ennesimo duello.
Rivisto oggi, a 14 anni di distanza, Gli Incredibili non è invecchiato male, è diventato un classico, in cui ci si confonde tra chi ha ispirato chi con il Kids di Rodriguez, e non credo sia un complimento.
Questo sequel, non così atteso, non così necessario per come ne esce, parte lì dove ci eravamo lasciati.

21 settembre 2018

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey

Andiamo al Cinema su Netflix

Ricetta per la torta di bucce di patata di Guernsey

INGREDIENTI
1 kg di patate
fantasia a volontà
carestia a necessità
imposizioni tedesche q.b.

PROCEDIMENTO
Trovarsi a Guernsey, piccola isola inglese, possibilmente durante l'occupazione tedesca. Sfuggire alle imposizioni imposte -coltivare solo patate- tenendo da parte un maiale. Organizzare una cena che ridà speranza e fiducia negli altri, in cui tornare a cenare come si deve, a ridere e scherzare, mettendo da parte le brutture là fuori. Ubriacarsi di gin, inventare l'esistenza del "Club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey" per giustificare l'essere in giro -ubriachi- dopo il coprifuoco. Accompagnare la suddetta torta con del gin casalingo e di contrabbando, che aiuta di certo a mandar giù i bocconi amari.

20 settembre 2018

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 20 Settembre

Continuano a latitare le uscite di spessore, fortuna allora che ci sono Gli Incredibili ad alzare l'asticella tra commedie italo-francesi di dubbia utilità.
Restano fuori dai commenti tre documentari (due romanocentrici -Piazza Vittorio e Boxe Capitale, uno dedicato alla Bloody Sunday irlandese, Bogside Story) che chissà come, dove, perché, usciranno in sala.

Gli Incredibili 2
Torna la Pixar, torna con un sequel che non mi vede gridare dall'entusiasmo, ma che correrò comunque a vedere.
Se ne parlerà presto.
Trailer
Lola + Jeremy
Una coppia decide di tenere un diario giornaliero della loro storia. Ovviamente lo spunto di partenza potrà solo che degenerare.
Dalla Francia, con parecchia curiosità.
Trailer
Una storia senza nome
Una ghost writer che scrive sceneggiature cinematografiche deve raccontare un furto vero, ad opera della mafia. Ci saranno conseguenze.
Evitato a Venezia, potrebbe avere una seconda possibilità in sala, forse. Con Micaela Ramazzotti e Alessandro Gassmann.
Trailer
Un figlio all'improvviso
Classica commedia francese che gioca con situazioni già viste: una coppia ormai anziana che si ritrova con un figlio, questo è però un adulto, e sordo.
Equivoci previsti, interesse minore.
Trailer
The Nun - La vocazione del male
Già annunciato -sì, di nuovo- come uno degli horror più spaventosi degli ultimi anni, arriva la suora di Conjuring.
Ovviamente, per fan dei brividi.
Trailer

Un amore così grande
Film che prevede la presenza del Il Volo. E tanto mi basta per evitarlo, anche perché sembra uno spottone a Verona e alla sua Arena più che un film.
Trailer

Saremo giovani e bellissimi
Altro film evitato a Venezia, sullo strano rapporto di simbiosi tra una madre e un figlio uniti dalla musica e dal palco.
Difficilmente avrà una seconda possibilità.
Trailer

Sembra mio figlio
Storia di ricerca di radici, in un'Italia che incontra l'Afganistan.
Pesantezza e seriosità previste.
Trailer

La Banda Grossi
Quando l'Italia prova a fare un film in costume, sulla sua storia, è meglio non fidarsi.
Soprattutto se il tutto sembra estremamente pesante.
Trailer

19 settembre 2018

Dark Crimes

Andiamo al Cinema

Prima leggi trama e nomi coinvolti e ne vieni catturata: alla regia Alexandros Avranas, il greco che con Miss Violence aveva funestato la tua Venezia70, Jim Carrey protagonista che torna in un ruolo oscuro e non certo da commedia, Charlotte Gaingsbourg a fare da supporto, che si sa che pure lei non disdegna film forti, strani, e di film forte e strano si tratta, tratto poi da una storia vera con un omicidio irrisolto che potrebbe trovare il suo colpevole in uno scrittore, che di quell'omicidio -nei minimi dettagli- parla nel suo libro.
Poi leggi che il film non è di certo stato apprezzato, che detiene un poco onorevole 0% di apprezzamento su Rotten Tomatoes, il che giustifica la tarda uscita -due anni di ritardo- nei cinema italiani.
Infine, lo vedi, perché un po' ti fidi di quei nomi, ti incuriosisce la trama, un po' non ti fidi di quelle percentuali, di quei giudizi.
E scopri che invece avevano pienamente ragione.

18 settembre 2018

Emmy Awards 2018 - Il Red Carpet

Messi da parte i vinti e i vincitori, è il momento di godere del lato più leggero delle premiazioni con uno sguardo al red carpet, alle bellezze e alle stranezze che lo hanno calcato.

I SI

Emilia Clarke vedo/non vedo

Emmy Awards 2018 - I Vincitori

In una sera in cui competevano serie di spessore come The Crown, le -seppur peggiorate con la seconda stagione- Westworld, The Handmaid's Tale This is us, trionfa ancora Game of Thrones arrivato al settimo anno, arrivato ormai a stancare fra i premiati nonostante gli entusiasmi generali.
Per dire gli avrei preferito il noioso The Americans, che agguanta almeno due premi.
Ma tant'è, il giudizio è insindacabile, il successo pure, e le altre serie si accontentano comunque di qualche statuetta, tranne le ancelle clamorosamente a secco dopo l'exploit dello scorso anno, segno che quel peggioramento di cui sopra l'han notato tutti.


Ci si consola con le comedy, in cui spopola meritatissimamente Mrs. Maisel che fa davvero incetta di premi.
Sul fronte miniserie a sorpresa vince ACS: Versace, con Godless a tallonarlo anche se i premi non mi costringeranno al recupero. Restano a bocca asciutta -ingiustamente- Patrick Melrose e Twin Peaks a segnare una serata non proprio fra i miei gusti.
Anche i presentatori non sono stati il massimo, con un umorismo fin troppo assurdo e politico -per quanto ripetitivo- e i soliti commentatori di Rai4 a rovinare la visione su Raireplay.
Momenti magici comunque ce ne sono stati, come Thandie Newton che non crede in Dio ma la ringrazia (il femminile è suo) e un'inaspettata proposta di matrimonio sul palco che ha fatto scendere qualche lacrima.


Ma bando ad ulteriori ciance -che si è fatto tardi- eccoli qui tutti i vincitori di questa lunga notte, a fra poco con il commento sul red carpet:

17 settembre 2018

In Central Perk: Emmy Awards 2018 - I Pronostici

Quest'anno si cambia.
Nuove serie TV presenti fra le varie nominations? Non proprio, i nomi che circolano sono sempre quelli -anche se di qualità (da Game of hrones a Westworld passando per This is us e The Crown )- ma si cambia serata in cui i premi vengono consegnati, dalla domenica notte si passa al lunedì notte.
Qualche graditissima sorpresa comunque c'è, e parliamo di Killing Eve e Mrs. Maisel, e in attesa di scoprire se The Handmaid's Tale farà da acchiappatutto anche quest'anno, queste le mie previsioni, e i miei favoriti per la vittoria.


16 settembre 2018

La Domenica... Leggo - Gang Bang di Chuck Palahniuk

Questa domenica non si scrive, ma si legge, complice la poca ispirazione e gli Emmy che domani e martedì occuperanno il blog, tra pronostici, vincitori e red carpet.
Cosa si legge, allora?
Si legge il mio primo Palahniuk, in un'estate in cui ho voluto cimentarmi con parecchie prime volte come si vedrà nelle prossime settimane.
Com'è andata?

15 settembre 2018

Revenge

Andiamo al Cinema

Sapere che esiste un genere cinematografico chiamato "Rape and Revenge" mi ha sconvolto.
Ne sono venuta a conoscenza anni fa durante uno stage altrettanto sconvolgente, passato a selezionare e scansionare foto di film porno-erotici per una rivista (Nocturno), su cui ho finito pure per veder pubblicato un mio articolo.
Rimossa l'esperienza, rimossa l'informazione, tutto è tornato alla ribalta quest'anno con Revenge, prima (presentato a Torino e consigliato dal fido Mr. Ink), e con The Nightingale poi, e mai avrei pensato che proprio un "rape and revenge movie" potesse vincere il mio Leone di Caffè.
Curiosa, quindi, ormai conquistata da un genere, o perlomeno da un film di punta come può essere il troppo bistrattato della Kent, mi sono avvicinata a Revenge, per ironia della sorte diretto sempre da una donna, Coralie Fargeat.

14 settembre 2018

To All the Boys I've Loved Before - Tutte le volte che ho scritto ti amo

Andiamo al Cinema su Netflix

Cara Netflix, grazie.
Te lo dico in giorni in cui sei al centro delle polemiche per aver vinto troppi premi, anche se ne basta uno per accusarti: il più importante, a Venezia.
Te lo dico per rincuorarti, anche se so che non ne hai bisogno, visti i numeri che fai, i film che produci, le serie che rilasci e come lo fai. Ché, sì, potranno pure combattere contro i mulini a vento, ma nel mentre film importanti che hai prodotto (Sulla mia pelle) arrivano pure in sala, pure su quel grande schermo che non hai e che è visto come una mancanza.
Ti dico grazie io, che a quel grande schermo non so rinunciare, ma mi trovo sempre divisa tra quello schermo e la lingua originale, tra quello che esce e quello che non si trova. Poi arrivi tu, con un catalogo che si sta infoltendo, che accanto a grandi produzioni, ad acquisti mirati e altri a far solo da numero, ci metti quei film leggeri che tanto mi piacciono, quelli estivi, scanzonati, romantici, solitamente trovati in modo non propriamente legale, solitamente tradotti da eroi spavaldi e misteriosi.
Non questa volta. Questa volta ci pensi tu.

13 settembre 2018

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 13 Settembre

Qualche film veneziano inizia a fare capolino in sala, anche se per i titoli più importanti c'è ancora da aspettare. Ci si può rifare, nel mentre, con Cannes.

Sulla Mia Pelle
Esce in cinema selezionati e su Netflix il film che racconta la triste vicenda di Stefano Cucchi. Non tutto purtroppo funziona, ma Alessandro Borghi merita la visione.
QUI la mia da Venezia
La Profezia dell'Armadillo
Non era facile adattare un fumetto, soprattutto se un cult come quello di Zerocalcare. Invece la poesia resta, l'ironia pure, e scende pure qualche lacrimuccia.
QUI la mia da Venezia
Un affare di famiglia
Arriva in sala il vincitore della Palma d'oro a Cannes, e tanto basta per correre a vederlo. Storia di una famiglia particolare, nel Giappone più povero, unita nonostante tutto.
Trailer






Gotti - Il Primo Padrono
La vera storia di uno dei più spietati mafiosi italo-americani e della sua famiglia.
Con John Travolta e la moglie Kelly Preston, rischio sola dietro l'angolo.
Trailer



Dog Days
Film corale su cani e padroni di cani, che cercano di cavarsela nella vita, fra mille problemi.
Leggerezza a volontà, con Nina Dobrev, Vanessa Hudgens e Eva Longoria.
Trailer

Separati ma non troppo
Solita commedia francese che ride di divorzio e famiglie alla sbando, con moglie e marito costrette a dividere casa nonostante la fine del loro rapporto.
Ci si fida fin là.
Trailer

The Equalizer 2 - Senza Perdono
Mai visto il primo, perchè vedere il secondo Equalizer che contiene la solita miscela di azione e testosterone?
Con in più Denzel Washington.
Trailer

New York Academy Free Dance
Solito film danzereccio, sulle aspirazioni di giovani ballerini. Fuori tempo massimo già nel 2000.
Trailer

Te lo dico pianissimo
Certi film neanche sotto tortura.
Trailer

Loro
Ri-esce in versione unita, la storia di Berlusconi vista da Sorrentino, uscita in maggio divisa in due capitoli.
Operazione a metà tra l'artistico e il mero guadagno.
QUI e QUI le mie recensioni

12 settembre 2018

Lucky

Andiamo al Cinema

Lucky è davvero un uomo fortunato.
Novant'anni e non sentirli, con le abitudini che non lo abbandonano e scandiscono le sue giornate: una sigaretta appena sveglio, un bicchiere di latte, un po' di yoga e poi le parole crociate alla tavola calda del paese. Un giro al supermercato vuoi per le sigarette, vuoi per il latte, un po' di quiz in TV e una telefonata ad un amico, e poi al bar, con gli altri amici, per un bloody mary.
Tutto cambia quando una mattina si alza, e cade.
La sua salute di ferro sembra averlo abbandonato, così come quell'amico che al telefono non risponde più.
Lucky entra in crisi, tutto gli sembra diverso, la morte sembra un fantasma improvvisamente vicino.

11 settembre 2018

The Affair - Stagione 4

Mondo Serial

Era stata la delusione più cocente dello scorso anno, dopo essere stata fra le migliori serie TV per due anni di seguito. Cos'era successo a una serie che si basava su una sceneggiatura perfetta, che finiva per perdersi, incartapecorirsi nella sua stessa storia, osando e scivolando?
Difficile rispondere, perché ora, di quella tragica terza stagione, non resta niente.
Giusto qualche riferimento, qualche personaggio che ci si porta appresso, qualche fantasma che ancora bussa, ma si è andati avanti, e si è riusciti a tornare indietro, con una stagione che torna ai fasti di un tempo, in cui è la scrittura ad essere protagonista, sono i protagonisti a tornare ai vertici capaci di farsi amare e odiare.

10 settembre 2018

Calendario Serie TV - Autunno 2018

Dopo la scorpacciata di film a Venezia, una scorpacciata di serie TV.
Si prospetta un autunno ricchissimo tra graditi ritorni e esordi che solo su carta fanno salire l'acquolina in bocca.
Carta e penna alla mano, appuntate tutto, che il post è bello lungo, e il divano sarà il nostro migliore amico.

RITORNANO

Atypical
Stagione: 2
Quando: 7 settembre
Dove: Netflix
Dove eravamo rimasti: Recensione s01
Trailer

9 settembre 2018

La Domenica Scrivo - Venezia 75

Potrei scrivere esattamente le stesse cose scritte un anno fa, a commento della 74esima edizione.
Le sensazioni, le emozioni, sono le stesse.
C'è la felicità di stare lì, proprio dove vorrei essere, a vivere di film e di cinema, c'è la stanchezza che 9 giorni vissuti di cinema comporta, tra cene saltate, pranzi spiluccati in coda, un lavorio e un'ispirazione che mai ritrovo a casa, con post scritti di getto, sull'onda dell'entusiasmo o della perplessità di quanto visto.
E invece ci provo a scrivere qualcosa di nuovo, perché qualcosa di diverso questa edizione l'ha avuta.

8 settembre 2018

Venezia 75 - I Vincitori

Mai come quest'anno i premi del Leone di Caffè sono stati in linea con quelli della giuria presieduta da Guillermo del Toro. Certo, gli si può dire di aver premiato un amico, ma ROMA sa davvero emozionare, e quindi ben venga il suo Leone d'oro.
Fanno notizia come sempre i grandi esclusi, da Alessandro Borghi nella sezione Orizzonti (in cui anche quest'anno ho visto solo i non vincitori) al tanto acclamato e discusso Suspiria di Guadagnino. Niente Portman, vero, o Lady Gaga, ma la Colman vi farà impazzire, garantito.
Quanto agli uomini, Dafoe è un così perfetto van Gogh da mettere i brividi.
Ulteriori considerazioni le farò domani, a mente calma e fredda, per ora lascio spazio a loro, i vincitori:

Venezia 75 - Il Leone di Caffè di In Central Perk

34 film visti in 9 giorni, la stanchezza che ormai non si calcola più e la sensazione che l'edizione dello scorso anno resterà irripetibile. Tanti i bei film in concorso, in questo, ma anche film a cui manca qualcosa -il guizzo?- per restare davvero nel cuore. A parte uno, ovviamente.
Bando alle ciance -che prenderanno piede domani- andiamo con i personalissimi premi a questa Venezia75.
Chi andrà a sedersi al fianco degli illustri La moglie del poliziottoThe Look of Silence, Anomalisa, La La Land e Mektoub My Love vincitori delle scorse edizioni?

7 settembre 2018

Venezia 75 - Zan (Killing)

[si spoilera a volontà]

Nell'ordine:
- Mokunoshin Tsuzuki vuole diventare samurai, si allena con il fratello della ragazza che ama -e su cui si masturba- presso la famiglia di contadini che aiuta
- Mokunoshin Tsuzuki viene notato in allenamento da un samurai senza padrone, gli viene chiesto di partire insieme per la città, con la compagnia di quel fratello, che tanto pronto non è, tanto maturo nemmeno
- quel fratello si inimica infatti una banda di ronin che però avevano assicurato Tsuzuki di non attaccare
- il maestro samurai vedendo quel fratello mal ridotto e colpito nell'onore, decide di vendicarlo, facendo fuori tutta quella banda, meno uno
- quell'uno torna, e si fa vendetta, uccidendo tutta la famiglia di quella ragazza che ovviamente ora pretende vendetta

Venezia 75 - The Three Adventures of Brooke

30 giugno
Brooke buca la bici. Si trova ad Alor Setar, cittadina rurale della Malesia.
La aiuta una giovane ragazza gentile e generosa, che la ospita, che gliela ripara, che la porta in visita per la città, tra musei e cartomanti, tra negozi di cristalli poco onesti, mettendo alla prova la fiducia di Brooke.
Di nuovo 30 giugno
Brooke buca la bici.
Questa volta la aiuta un gruppo di giovani politici che quella città la vorrebbero cambiare, rendere più moderna. Brooke, in qualità di antropologa, aiuta a sua volta pur pensandola in modo diverso, pur apprezzando la storia, la tranquillità, che si respira ad Alor Setar.
30 giugno, ancora
Questa volta Brooke buca e si aiuta da sola, arriva in un'officina e passa la giornata con un altro turista, francese, con cui scopre la città, con cui si interroga e finalmente scopre le sue carte, la sua storia, allungando il viaggio, approfondendo la conoscenza.

6 settembre 2018

Venezia 75 - Capri-Revolution

Capri, all'albore dello scoppio della I Guerra Mondiale.
L'isola è divisa in due, da una parte la popolazione rurale, fatta di allevatori e agricoltori, stupiti dall'arrivo dell'energia elettrica, che non si fanno tentare dalla vita moderna in città dove ci si ammala, dall'altra, una comunità artistica e libera, dove si dipinge, si fan musica, installazioni e danza, quelle comunità che sarebbero diventate più popolari negli anni '60, che cerca il rapporto con la terra, con il mondo, la natura.
Ci sono tensioni in entrambi questi mondi che convivono a fatica, ci sono uomini che si sentono più padri che fratelli, ci sono terapeuti che usano il sesso e la morte per guarire.
In mezzo, poi, c'è lei, Lucia.

Venezia 75 - The Nightingale

Un genere di film che non ti aspetti di certo in concorso a Venezia.
E quel "genere" non vuole essere un aggettivo disprezzativo, anzi, parlo di genere-genere cinematografico, visto che dopo la rivalutazione del western, dell'horror (per quanto contaminato), ora le porte si aprono al rape and revenge movie.
Storia di stupro e vendetta, di brutalità che colpiscono allo stomaco e di una giustizia personale che prende piede.
Siamo in una Tasmania colonizzata dagli inglesi, dove l'esercito uccide i nativi, fra soprusi e abusi di potere, i delinquenti vengono mandati a scontare la loro pena. Clare -irlandese- vive sotto scacco, pur madre e moglie, è proprietà di un sergente che di lei abusa a piacere, promettendo invano una lettera di liberazione.

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 6 Settembre

Nonostante Venezia, al cinema esce altro. Di meglio? Purtroppo no, con sequel non richiesti, scarti di produzione e animazioni di serie B, si punta tutto sulla vendetta.
(per questa volta alla rubrica mancano i Trailer, lavorare con il computerino da viaggio ha i suoi limiti, e li ha anche la mia pazienza)

Mamma Mia - Ci Risiamo!
Lo dico? Il primo Mamma Mia non l'ho mai visto, nonostante negli anni gli Abba li ho imparati ad amare. Di questo sequel che è anche un prequel, allora, non so che dire, se non viva Cher, e spazio ai fan.
La Ragazza dei Tulipani
Film che passerà alla storia più per essere l'ultimo prodotto da Weinstein che per altri pregi, nonostante la presenza di Alicia Vikander. In costume, senza troppo mordente.
Dark Crimes
Con due anni di ritardo, arriva in Italia il thriller con protagonista Jim Carrey. Un noir in cui un vecchio omicidio irrisolto ha le stesse caratteristiche di quelle descritte in un romanzo. Coincidenza?
Revenge
Storia di sanguinosa vendetta che in rete spopola da un po' e che arriva in sala. Si parla della bravura -e della bellezza- di Matilda Lutz, presto giudicherò anch'io.
Le Fidèle
La bellezza di Matthias Schoenaerts e Adele Exarchopoulos sono l'unico motivo per cui ricordo questo film, presentato lo scorso anno a Venezia e presto dimenticato.
QUI per saperne di più
Ride
Diffidare di un film italiano tutto motori e azione, con protagonisti due bikers e una gara senza esclusione di colpi.
Slender Man
Horror di fine estate sulle classiche leggende metropolitane delle piccole città.
Per amanti dei brividi.
Teen Titans Go - Il Film
Per fan della serie di Teen Titans, di cui non sapevo nemmeno l'esistenza.
Monkey King - The Hero in back
Animazione made in China, campione di incassi in patria -e di spesa budget.