7 giugno 2015

Rumour Has It - Le News dal Mondo del Cinema


Fermate la Disney!
Registi e produttori sono sempre più intenti a saccheggiare il patrimonio passato della casa, per realizzare remake, reboot, versioni live action e quant'altro.
Le ultime notizie riguardano prima di tutto un remake, non richiesto, di Sister Act. Il film culto del 1992 tornerà nelle sale per opera di Kirsten Smith e Karen McCullah, già sceneggiatrici de La rivincita delle bionde. Non è ancora chiaro però se le protagoniste originali Whoopi Goldberg e Maggie Smith torneranno a vestire i panni da suora.
Si va invece al Fantasia del 1940 per trovare spunto su un nuovo film live action. Matt Sazama e Burk Sharpless autori di Dracula Untold, sono al lavoro per fare del frammento Una notte sul monte calvo un film in cui non mancheranno di certo tematiche horror, streghe, spiriti e scheletrici.
Difficile capire cosa ne uscirà di questo sabba riproposto oggi.

La Disney non si ferma neanche di fronte alla gallina dalle uova d'oro rappresentata dalla saga di Star Wars. In attesa che il settimo capitolo arrivi nelle sale a settembre, sono numerosi i rumors che riguardano possibili spinoff.
Si parla infatti di un'intera trilogia dedicata a Obi-Wan Kenobi, interpretato ancora una volta da Ewan McGregor e che sarebbe ambientato tra La Vendetta dei Sith e Guerre Stellari.
Altre voci circolano invece sui già confermati tre spinoff in uscita nel 2016 (Star Wars Anthology: Rogue One), nel 2018 e nel 2020. Su questi ultimi due le ipotesi che più si fanno sentire sono quelle riguardanti uno scontro stile western tra Ian Solo e Boba Feet ambientato tra Episodio III e Episodio IV con i nomi di Vince Vaughn e Jon Favreau a contendersi la regia, e quello di un approfondimento delle origini di Yoda.
Per capire se queste voci siano fondate o meno, non resta che aspettare le relative conferme o smentite.

Qualcuno che batte la Disney però c'è.
Nel prossimo futuro verremo infatti invasi da molteplici Robin Hood, quello Disney, per l'appunto, con Nottingham & Hood, quello Sony, Hood, più votato al genere cinecomic, ma a battere sul tempo tutti c'è riuscita la Lionsgate con Robin Hood: The Origins.
Con uno stile thriller e poliziesco pur sempre medievale, questo film vede alla regia Otto Bathurst, che si è fatto le ossa tra Black Mirror e Peaky Blinders, mentre alla sceneggiatura c'è Joby Harold il cui King Arthur per Guy Ritchie arriverà presto nelle sale.

Ad abbandonare la Disney pure Sofia Coppola, che non dirigerà più l'adattamento in live action de La Sirenetta. La Universal e Working Title erano le compagnie produttrici, e ora pare che la sceneggiatura sia passata nelle mani di Caroline Thompson (Edward Mani di Forbice) per una riscrittura.

Passiamo a parlare di progetti originali, partendo dal nuovo eroe che Clint Eastwood vuole portare sullo schermo.
Forte degli incassi record di American Sniper, il regista texano e la Warner hanno messo gli occhi sull'impresa di Chesley "Sully" Sullenberger, il pilota che nel 2009 facendo ammarare nel fiume Hudson il volo 1549 della US Airways salvò la vita a tutti i passeggeri.
Le riprese inizieranno in autunno, si resta quindi in attesa per scoprire il cast coinvolto.

Più interessante il film che vedrà protagonista Emily Blunt.
Tratto da The Girl On The Train, best seller di Paula Hawkins, si racconta dell'ossessione di una pendolare, divorziata e alcolizzata, per una famiglia che durante il suo viaggio in treno vede dalla finestra. Un giorno sarà però testimone di un fatto shoccante che complicherà la sua vita.
Alla regia il regista di The Help Tate Taylor, mentre ad affiancare la Blunt potrebbe esserci Kate Mara.

L'adattamento che non ti aspetti è quello che Laurence Fishburne e Idris Elba (rispettivamente alla regista e protagonista), stanno per portare su schermo.
Fishburne sembra finalmente riuscito nel suo lungo sogno di adattare L'Alchimista di Paulo Coehlo, di cui detiene i diritti dal 2007.
Non resta che aspettare per capire cosa ne uscirà.

Più interessante il prossimo progetto di James Ponsoldt.
Il regista da queste parti è passato per i non del tutto convincenti Smashed e The Spectacular Now e prossimamente sarà al cinema con il controverso biopic su David Foster Wallace tratto dal libro-intervista Come diventare se stessi di David Lipsky non approvato dalla The David Foster Wallace Literary Estate.
Nel suo futuro c'è ancora del letterario e del biografico visto che racconterà gli ultimi, travagliati anni di Francis Scott Fitzgerald. West of Sunset, tratto dal romanzo di Stewart O'Nan, parte dal 1937 fino alla morte prematura dello scrittore, parlando del suo deludente avvicinamento ad Hollywood e del trauma di vedere la moglie Zelda internata in un ospedale psichiatrico.
Le trattative sono in corso.

Chiudiamo con la TV, dove qualcun altro punta sul revival.
La FOX infatti dopo aver riportato in vita 24 e pronta a un nuovo ciclo di episodi di X-files, torna a parlare di vedere nuovamente sul piccolo schermo i fratelli Scofield in Prison Break, con 10 episodi a trama chiusa.
Visto il finale quanto mai definitivo dato alla serie con Wenthworth Miller, il senso di tutto questo sfugge.

4 commenti:

  1. Noooo Sister Act non ce lo devono toccare!

    RispondiElimina
  2. Eastwood continua la sua 'gallery' sui nuovi eroi americani... aspettiamoci anche qui polemiche a go-go! Ma io mi fido di Clint, a prescindere :)

    RispondiElimina
  3. Un altro Robin Hood?? Meglio di quello Disney non si può fare ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  4. Sinceramente più roba di Star Wars esce e più sono contento :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...