18 agosto 2019

La Domenica Scrivo - Viaggio negli Stan (sensazioni, emozioni)

La paura lascia presto il posto alla curiosità.
La curiosità, man mano che i giorni passano e si scopre di più -di modi, usi, paesaggi- alla meraviglia.
Succede se finisci in vacanza in Stati e Paesi che fino a qualche mese fa nemmeno conoscevi. Succede se per una volta metti da parte grandi città e musei, sostituiti da montagne, laghi, canyon e cascate.
È la vacanza che non ti aspetti, in tutto e per tutto.
Zaino in spalla, il comando lasciato ad amici più pratici e sicuri di te nell'organizzarsi man mano, con spostamenti continui via treno, via autobus, via taxi e via aereo.
Un'avventura.
Una scoperta.
Attraverso quelle vecchie repubbliche sovietiche che da poco lasciano entrare senza bisogno di visto.
Quelle repubbliche che de facto sono ancora dittature, ma che stanno scoprendosi e aprendosi al turismo.
Inizia come uno shock.

17 agosto 2019

Profondo Rosso

Settimana Horror / #LaPromessa2019

Dallo scorso anno, un posticino Dario Argento lo trova sempre nella mia Settimana Horror.
Lacune da colmare, recuperi che sembrano dovuti, se non altro per tenere fede a una promessa fatta e che un po' latita.
Siamo qui a quel film di paura che sconvolse una generazione, o almeno così mi era stato detto.
Siamo ad un tema musicale più famoso del film stesso, di cui infatti niente sapevo.
Non sapevo iniziasse tutto con una medium che percepiva fra il pubblico i pensieri e le intenzioni di un serial killer, non sapevo che quel serial killer si sarebbe presto vendicato, uccidendola crudelmente e che un pianista -che il tutto aveva visto- si sarebbe messo ad indagare. Cercando di superare ma anche di aiutare un poliziotto e una giornalista.

16 agosto 2019

The Little Stranger - L'Ospite

Settimana Horror

Una casa che si ammirava fin da quando si era piccoli, e finalmente la possibilità di entrarci dalla porta principale.
Sono passati gli anni, ma Faraday non dimentica il fascino che Hundreds Hall emanava quando la madre lì lavorava.
Ci può tornare ora, in qualità di medico, per curare quella famiglia finita in disgrazia.
Colpa dei debiti, delle ferite di guerra, di una morte prematura che ha segnato tutti.
Quella madre, che ha sempre preferito la piccola Susan ai sopravvissuti.
Roddy, con cicatrici sul corpo e nel cuore.
Caroline, dal futuro brillante ma richiamata a casa per prendersi cura di tutti.
Faraday sente l'odore di decadenza permeare tutta la famiglia e sente qualcosa di sinistro legarlo a doppio filo a lei.
Non è semplice passione/ossessione per Caroline, che si inizia ad osservare, difendere e infine corteggiare. Non è semplice invidia, con i ricordi di un'infanzia priva di amore e di sostegno a venire a galla.
C'è qualcos'altro.
Una presenza, sembrano dire la cameriera terrorizzata da quel posto, gli abitanti del paesino.
Ma questo non ferma Faraday, che rinnega le luci della ribalta a favore di Hundreds Hall.

15 agosto 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 15 Agosto

Ferragosto e tutti al cinema?
No, visti i titoli in uscita, si fa bene a starsene tutti in vacanza, anche i cassieri/bigliettai.

Crawl - Intrappolati
Non più solo famelici squali, ma anche terribili alligatori. Kaya Scodelario -la cui carriera non decolla come vorrei- deve combatterli per salvare il padre, il tutto durante un uragano.
A neuroni spentissimi.
Trailer
Diamantino - Il calciatore più forte del mondo
Il calcio al cinema ha sempre funzionato poco. Ci prova il Portogallo, con la strana storia di un calciatore-star ora in disgrazia che viene implicato in complotti politici, immigrazione e clonazione.
Troppo? Probabile.
Trailer
The Nest - Il Nido
La madre iperprotettiva di un figlio malato vede l'equilibrio della sua famiglia sconvolto dall'arrivo in casa -una villa dalle tinte gotiche- di un'adolescente.
Thriller all'italiana che si giudica già dal Trailer

14 agosto 2019

Marrowbone

Settimana Horror

I Brings non sono più i Brings.
Sono i Marrowbone, ora.
Tornati in America, nella casa della madre.
Sono scappati.
Da chi, da cosa, lo si scoprirà poco a poco.
Cercano la pace, lontani dai clamori dell'Inghilterra, ma trovano una scadenza contro cui combattere.
Perché la madre sta per morire, perché Jack non ha ancora 21 anni e rischiano tutti di vedersi separati, lontani da quella che ora è la loro casa.
Ma c'è dell'altro. Sei mesi dopo uno sparo che ha turbato la loro nuova vita, c'è una presenza che cercano di scacciare oscurando specchi e rintanandosi fra quelle mura, lontani dagli sguardi degli altri abitanti, di avvocati impiccioni.
Ma come farlo se l'amore bussa al cuore di Jack?
Come farlo se quella presenza si fa sentire e torna dal passato e da una soffitta a pretendere di essere ascoltata?

13 agosto 2019

Notte Horror 2019 - The Ring

Settimana Horror

Alla Notte Horror non si scappa.
Si cerca coraggio, si affrontano paure e ci si unisce al solito gruppo di agguerriti blogger per infestare le notti altrui.
Diventato davvero un appuntamento fisso per cercare di essere meno fifona e avvicinarmi a un genere che mi vede restia, ormai ci provo gusto.
Ho affrontato i traumi della mia infanzia (It, Candyman e Scream) e ora dopo The Blair Witch Project mi ritrovo a recuperare un altro di quei titoli cult che alla loro uscita cinematografica monopolizzarono i discorsi a scuola.
Chi l'aveva visto e ne era uscito traumatizzato, chi si aspettava più brividi, chi come me, già fifona, già allergica alle mode, se ne teneva a distanza. Ma progettavo con gli amici scherzi telefonici da fare a fine visione, appostati magari dietro a finestre per goderci lo spettacolo.

NOS4A2

Settimana Horror

Indecisa se dare ancora spazio all'antologica Channel Zero in questa settimana dedicata all'horror, mi sono lasciata tentare da una serie che in molti attendevano.
Colpa di Joe Hill, scrittore del tutto, colpa di un Zachary Quinto sempre inquietante.
Con il senno di poi, per la mia salute mentale è stato meglio così.
Non ho dovuto barricare la porta della mia cantina e ho finito invece per ridere, sbuffare e annoiarmi di fronte ad un stagione che si dilunga senza senso, una protagonista che vuole fare la dura ma non ha cervello, un cattivo che finisce per essere ridicolo pure lui.
E i brividi?
I brividi ci sono stati forse forse solo nel primo episodio, in cui la tensione la si è potuta sentire, in cui il Natale si provava a rendermelo meno magico.
Poi basta.
Poi hanno avuto la meglio spiritisti, archi narrativi insensati, tutti i difetti di questa lenta narrazione da far dimenticare di stare a guardare una serie horror.

12 agosto 2019

Il Lunedì Leggo - Il Bizzarro Museo degli Orrori di Dan Rhodes

Settimana Horror

Un museo del suicidio in una piccola cittadina tedesca che cataloga i vari metodi per farla finita, le motivazioni che hanno spinto a compiere l'estremo gesto, le star famose che così se ne sono andate e i tentativi andati male.
Una curatrice del museo che spera così di prevenire i suicidi, di fornire assistenza e dare speranza a chi in quel museo entrerà.
Un guardiano che, grigio, pigro e annoiato, non si scomoda a dirle la verità: quello stesso museo è un'attrazione per aspiranti suicidi, che trovano forza e mezzi (i cappi o le lamette esposti) per dire addio a questo mondo.
Un medico che viene sempre più spesso svegliato da questo guardiano silenzioso e svogliato, trovando così una fonte di sostentamento sicura.

11 agosto 2019

La Domenica Scrivo - Paure (di horror e pregiudizi e Stan)

Le paure hanno mille forme.
Possono essere quelle presenze che sentiamo vicine e minacciose. Possono essere quei pericoli che come tarli si insinuano nella nostra mente o possono essere ansie mal gestite. Il cinema, va da sé, ci va a nozze. Il cinema di paura intrattiene e svolge quella sacra funzione di valvola di sfogo per quelle paure, canalizzandole e in casi sfortunati -il mio e di chi è fifone- aumentandole.
Grazie alle Notti Horror che come ogni anno sono tornate a tormentare i martedì d'estate della blogosfera, un po' di coraggio l'ho preso anch'io assieme a un bel po' di curiosità per un genere decisamente distante dai miei preferiti ma che sa giocare, dosare, stupire quando ben fatto. Con la settimana horror che si aprirà domani, con un libro, una serie TV e film a tema, ci sono però altre paure che mi sono trovata ad affrontare.

Accolta da Stalin ad Osh

10 agosto 2019

Piercing

È già Ieri -2018-

C'era una volta il thriller sadico all'italiana.
Che non era propriamente horror, che non si basava tanto sulla paura e suoi brividi, ma sull'atmosfera e sul sangue -copioso- da spargere a favor di camera.
Contavano gli aspetti tecnici, con  musiche orchestrali, con ambienti scenografici e stilosi, con abiti e protagonisti cool, quando ancora la parola cool in Italia non era arrivata.
Fan del genere Nicolas Pesce, che trapiantato in America lo omaggia con un film piccolo -per durata, per distribuzione indipendente- in cui tutti questi elementi sono presenti.
L'atmosfera è quasi claustrofobica, fatta di palazzi alti e lineari, di modellini che riempiono lo schermo. Fatta di stanze decorate in ogni dettaglio, da sfoggiare. Fatta di abiti sartoriali, costumi sadomaso e pellicce ingombranti, e fatta soprattutto di una colonna sonora che è un gusto ascoltare, e che da sola fa il film.

9 agosto 2019

Les Garçons Sauvages

È già Ieri -2017-

Lo si è detto anche qualche giorno fa: se il Cannibale con le sue classifiche chiama, anche se in ritardo, si risponde.
Capace di tirar fuori titoli che non si erano adocchiati nemmeno alla Mostra di Venezia, gli si ridà luce qui, ad anni di distanza.
Meritatamente?
Sì.
Perché è strano, questo Les Garçons Sauvages, è uno dei film più strani visti ultimamente.
Immerso negli anni in cui è ambientato -i primi del Novecento- tanto da riprenderne lo stile, il bianco e nero, gli effetti speciali in realtà magici.
Immerso in un erotismo difficile da classificare, pieno zeppo di allusioni, metafore sessuali, che siano frutti, foreste o isole stesse.

8 agosto 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema dell'8 Agosto

Agosto, cinema mio non ti conosco.
Sento i motori truccati e niente, anche questa settimana mi tengo distante dalle sale.

Fast & Furious - Hobbs & Shaw
Ridendo e scherzando, siamo arrivati al capitolo 9 della saga.
Anzi, solo che io sono scesa alla prima corsa.
Ritroviamo il solito cast di certezze (Dwayne Johnson, Jason Statham, Idris Elba, Vanessa Kirby, Helen Mirren) per la solita avventura rombante.
Trailer
The Quake - Il Terremoto del Secolo
Anche i Norvegesi si danno ai disaster movie.
Film catastrofici fin dal Trailer
Goldstone - Dove i mondi si scontrano
Anche gli australiani si danno ai film sparatutto. Con il solito detective tormentato e il solito caso misterioso in una piccola città.
Trailer
Il Sole è anche una stella
24 ore per lasciare gli Stati Uniti e 24 ore per innamorarsi di colui che potrebbe salvarle la vita.
Quando la politica diventa pretesto per una romcom.
Trailer

7 agosto 2019

Burning

È già Ieri -2018-

Il mio difficile rapporto con il cinema orientale ormai mi precede.
Ma se un Cannibale inserisce nella sua classifica di fine anno un film sud-coreano, allora una speranza gliela si deve dare.
Capita ora, complici le vacanze, di trovare quei 148 minuti di tempo per finire in una caotica Paju fatta di appartamenti minuscoli o fattorie fatiscenti. Qui abitano Jong-su e Hae-mi, amici (o nemici) d'infanzia che si ritrovano ora e si attraggono. Ma lei parte per l'Africa, torna al fianco di un misterioso giovane ricco, dall'appartamento ordinato, spazioso, lussuoso, e tutto cambia.
Crescono i sospetti, la gelosia, l'attrazione.
Crescono i dubbi, quando Hae-mi non si fa più sentire, il suo appartamento si fa irriconoscibile, traccia di quel gatto che Jong-su ha sfamato alla cieca, non ce ne sono più.
Quel fuoco, allora, prende un'altra spiegazione. Quegli incendi che sembravano capricci, un altro significato.

6 agosto 2019

Orange is the New Black - Stagione 7 (e ultima)

Mondo Serial

Il momento di dire addio a Litchfield e alle sue detenute è arrivato.
Troppo tardi?
Troppo presto?
Difficile rispondere.
Perché anche se il calo dopo 6 anni si era fatto sentire, qualcosa da dire -dicendolo un gran bene- lo si aveva ancora.
Pensare poi che tutto quello che abbiamo visto -dall'ingresso di Piper, alle morti eccellenti, dalla rivolta alla rivoluzione della prigione stessa- sia avvenuto in appena 2 anni, fa riflettere e fa capire come non sia stato facile chiudere il cerchio, mantenere l'equilibrio e il livello passato.
Ci sono pro e ci sono contro, allora.

5 agosto 2019

Il Lunedì Leggo - L'Inventore di Sogni di Ian McEwan

Scoprire un grande e scrittore con il suo romanzo per i più piccoli.
Se Ian McEwan lo conosco più per le trasposizioni cinematografiche dei suoi libri (Espiazione, Chesil Beach, The Children Act) che per i suoi scritti, rimedio con quelli che sono brevi racconti legati tra loro dal protagonista.
Peter, un bambino speciale, un bambino che sogna continuamente ad occhi aperti.
Non è stupido, non è lento, è semplicemente capace di perdersi nei suoi pensieri, di stare bene da solo, anche solo osservando fuori da un finestrino. 
Il problema è che non tutti gli adulti lo capiscono, ancor meno i suoi coetanei.
Mentre lui vola, cambia forma, gira il mondo, il mondo va avanti senza di lui e i guai sono in agguato.

3 agosto 2019

Midsommar

Andiamo al Cinema

È l'horror sulla bocca di tutti da mesi.
Acclamato, elogiato, applaudito in patria.
Ari Aster insignito di cariche sbalorditive in quanto regista di horror, lui che aveva già convinto la critica -meno me- con Hereditary.
Tanto da far attendere pure a una paurosa per antonomasia la sua uscita in Italia, armandomi nel mentre di coraggio e stomaco.
Succede però che del primo non ho bisogno, del secondo forse un po'.
Perché Midsommar è un horror anomalo.

2 agosto 2019

Closet Monster

È già Ieri -2015-

Il mostro nell'armadio è quello sempre difficile da confessare a genitori non facili, bigotti e ciechi.
Il mostro nell'armadio è un segreto che segreto non dovrebbe essere, ma se sei cresciuto in una piccola città del Canada, se hai visto con i tuoi occhi cosa certe persone possono farti e se quel tuo genitore bigotto non ha indorato la pillola, allora dire apertamente di essere gay non è facile.
La carta da giocare è quella di provare ad andarsene, di fare dei mostri un lavoro vero e proprio, armandosi di trucchi ed effetti, usando la propria migliore amica come modella di quei make-up cinematografici tanto strani.

1 agosto 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 1° Agosto

Cosa offre il cinema in questo primo giorno di agosto?
Ovviamente, gran poco.

Hotel Artemis
Un hotel che è in realtà un ospedale per pazzi criminali gestito da un'infermiera che non le manda a dire.
Niente, basta così per tenermi a distanza da questo fumettone senza peso.
Nonostante il cast capitanato da un'inspiegabile Jodie Foster accompagnata da Sterling K. Brown, Sofia Boutella e Jeff Goldblum.
Trailer

Una Famiglia al Tappeto
La vera storia di una wrestler inglese che sbarca nella WWE americana?
Pane per i denti di Ford, non certo per i miei.
Con Dwayne Johnson, Lena Headey, Jack Lowden, Florence Pugh, Vince Vaughn, Nick Frost.
Trailer
Isabelle - L'ultima evocazione
Classico horror estivo, su una coppia e la loro nuova casa, e quella vicina che li spia in modo inquietante.
La presenza di Adam Brody non fa da garanzia.
Trailer
Tesnota
Dalla Francia, un dramma ambientato negli anni '90 del Caucaso, dove viene rapita una giovane coppia. Non ci si rivolgerà alla polizia, ma la sorella farà di tutto per capire cos'è successo.
Aria di pesantezza fuori stagione.
Trailer
Dolcissime
Accettare il proprio corpo contro tutti i bulli e i pregiudizi della scuola, attraverso il nuoto sincronizzato.
Film per ragazzi ingenuo e leggero.
Trailer


31 luglio 2019

American Honey

È già Ieri -2016-

Andrea Arnold ha diretto tutti gli episodi della seconda stagione di Big Little Lies di cui si è parlato ieri.
Ma non li ha poi montati.
La polemica uscita giusto qualche settimana prima del gran finale, ruota attorno al suo non sapere che il materiale sul quale aveva lavorato, sarebbe poi passato per le mani di Jean-Marc Vallèe e la sua squadra per dare un taglio più simile alla prima stagione al tutto.
Ma qui, come sempre, nelle polemiche non vogliamo entrare.
Se da un lato il lavoro della Arnold è stato contaminato, la si preferisce scoprire in autonomia, in un film che sta da anni della lista dei recuperi, e per un solo motivo.
Un minutaggio non indifferente.
162 minuti, per seguire Star in giro per l'America, assieme a ragazzi disperati e assetati di vita come lei, che cercano di sbarcare il lunario vendendo abbonamenti a riviste.
Un minutaggio che è bene dirlo subito: non lo si sente, non deve spaventare.

30 luglio 2019

Big Little Lies - Stagione 2

Mondo Serial

Lo si diceva anche la scorsa settimana: il problema di molte serie TV di oggi è che si fanno per far contenti i fan, non tanto per avere qualcosa da raccontare.
Sembra il triste destino anche di questa seconda stagione di un successo che poteva fermarsi lì, in una miniserie perfetta che parlava di violenza, dolore, maternità e amicizia al femminile.
Un mistero ad unire il tutto, snocciolato in quel modo diverso che Jean-Marc Vallé tanto ama.
Si torna a Monterey invece, e lo si fa con l'occhio puntato a quei fan, dando loro meme, gif, frasi ad effetto ed outfit da urlo.
E la storia?

29 luglio 2019

Il Lunedì Leggo - Boom! di Mark Haddon

Mark Haddon è conosciuto per Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, capostipite nel rendere protagonista un punto di vista diverso dal solito come quello di un bambino autistico.
Mark Haddon, prima, ha sempre scritto libri per ragazzi.
Tra cui anche Gridzbi Spudvetch!.
Un titolo piuttosto impronunciabile per una storia editoriale piuttosto triste con pochissime copie vendute.
Finché una classe che quello strano romanzo lo leggeva con la sua insegnante lo ha spinto a rileggerlo, modificarlo, ampliarlo e tagliarlo.
Ed è nato Boom!
Un titolo più facile e ugualmente divertente, per quella che è una spassosa avventura fino ad un pianeta sconosciuto come quello di Plok (non ridete).

27 luglio 2019

UnTogether

È già Ieri -2018-

Due coppie, due tipi diversi di amore.
Da una parte Andrea e Nick:
entrambi scrittori di successo, entrambi arrabbiati per quel successo.
Lei perché non ha più saputo ripeterlo, affogando nell'alcool e nella droga, da cui è appena uscita.
Lui che fatica a gestirlo, perché medico, perché quell'esperienza in Afghanistan che racconta è stato un azzardo di cui continua a pagare il prezzo.
Si incontrano, si piacciono, finiscono a letto. Ancora e ancora, senza etichette, sperimentano, cercando di mettere a tacere quel cuore che forse inizia a battere.
Dall'altra Lola e Martin:
lei giovane orfana alla ricerca di una figura paterna, lui ex rockstar, ora imbianchino sfacchinato che vorrebbe farsi bello agli occhi della sua bella, che trova conforto nella religione, in un rabbino.
La situazione non è delle migliori.
Sopratutto se Andrea e Lola sono sorelle, se Andrea è più gentile di Lola con Martin.

26 luglio 2019

After Everything

È già Ieri -2018-

[avviso importante: siamo di fronte all'ennesima romcom, inserire il modulo preimpostato]

Lui: giovane, scapestrato, cameriere con la voglia di creare un'app pur non sapendo programmare, facile a provarci.
Lei: malinconica, appesantita da un lavoro che non è quello dei suoi sogni, cinica e restia.
La scintilla scatta in metropolitana, alla vecchia maniera: niente tinder, niente chat. Solo qualche commento, qualche indizio per ritrovarsi.
Il primo appuntamento non va però come sperato.
Lui ha il cancro. L'ha appena scoperto.
Lei è la prima, l'unica, a saperlo.

25 luglio 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 25 Luglio

Solo tre film in uscita e solo un titolo da segnare: ed è un horror.
Questo la dice lunga sulla situazione delle nuove uscite in pieno luglio.

Men In Black - International
In tempi di sequel/reboot come poter sfuggire ad un nuovo capitolo/nuovo inizio degli Uomini in Nero?
In tempi di #metoo come non mettere una donna fra questi uomini?
Ecco servito il nuovo Men in Black, con cast di grido (Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Liam Neeson, Emma Thompson) e la volontà di accontentare il pubblico. Ma non me.
Trailer
Midsommar
Estate tempo di horror.
E se i soliti horrorini teen li lascio ai fan, qui il nome di Ari Aster fa la differenza.
Acclamato -in parte anche da me- per Hereditary, qui si muove alla luce del sole norvegese con Florence Pugh, Jack Reynor, e Will Poulter.
Esaltatissimo in patria, facendomi coraggio lo vedrò.
Trailer
La Piccola Boss
Quel pazzo venerdì versione donna in carriera e di colore.
Le solite commedie scacciapensieri americane, tanto leggere quanto effimere.
Trailer

24 luglio 2019

The Party's Just Beginning

È già Ieri -2018-

La giornata tipo di Liusaidh prevede:
- svegliarsi tardi con i postumi della sbornia
- litigare con la madre e assistere al matrimonio fallimentare dei suoi
- rispondere a chi cerca aiuta confondendo il suo numero con quello dell'assistenza contro i suicidi
- andare al suo triste lavoro al supermercato dove scacciare i clienti invadenti
- ubriacarsi a qualche festa
- rimorchiare uno sconosciuto con cui finire dietro un vicolo/in un bagno
- mangiare una porzione abbondante di patatine fritte tornando verso casa
- ricordare e rivedere il suicidio a cui ha assistito, lì, in quel ponte vicino casa
- addormentarsi, con i postumi che già si fanno sentire

23 luglio 2019

La Casa di Carta - Parte 3

Mondo Serial

Ero tra i pochi che non si erano uniti all'entusiasmo generale attorno alla Casa di Carta (vedere QUI).
Ero fra quelli che ne avevano subito i tanti difetti -di scrittura, di sviluppo, di recitazione- a fronte di un'idea e di tanti elementi diventati giustamente di culto.
Motivo per cui questa terza stagione non l'aspettavo.
Il finale era bello anche così, per quanto difettoso in quello che lo precedeva.
La lunga campagna mediatica mi ha logorato, con quelle maschere, quelle tute, quelle facce a campeggiare continuamente nei social.
Ma la terza parte è arrivata e in meno di 48 ore l'ho vista.

22 luglio 2019

Il Lunedì Leggo - Se state leggendo questo libro è già troppo tardi! di Pseudonymous Bosch

L'estate, lo ripeto sempre più spesso, richiede leggerezza.
E cosa c'è di più leggero per chi ha 30 anni suonati di andare a scoprire i libri per ragazzi, rimanendo incantata da titoli strampalati, copertine ammiccanti, autori di un certo spessore?
In una breve carrellata che fa tornare spensierati, che fa vivere avventure strane e assurde, partiamo da quello che senza saperlo è un numero 2.
Un secondo capitolo di una saga in cinque parti dedicata ognuna ad un senso diverso.
Qui siamo all'udito.
E, cosa che mi ha reso felice, siamo in un seguito che può essere letto senza problemi anche da solo, con l'autore che ammonisce però, e che invita al recupero, con note che vanno a spiegare personaggi e situazioni passate.
Il genio sta tutto qui: in un autore che resta anonimo in tutto e per tutto, e che dialoga con noi lettori. Che gioca, scherza, si prende il suo tempo e ci prende in giro. Confida paure e opinioni, mentre i suoi eroi rischiano la vita. E soprattutto fa firmare un contratto di non divulgazione che mi rendo conto, sto strappando in questo momento.

21 luglio 2019

Stand-Up Comedy - Aziz Ansari

Ho conosciuto Aziz Ansari prima come attore che come comico.
L'ho conosciuto con quel piccolo gioiello che è Master of None, apprezzando la sua capacità di descrivere e parlare delle paure dei 30enni, dell'amore, del lavoro precario, della famiglia che si fa sentire.
Ma soprattutto per come ha dato voce ad altri, alle amiche e alla loro sessualità, ai genitori e alla loro fatica di immigrati.
Era naturale, nello mio avvicinamento alle stand-up comedy, tornare a trovarlo.
Così l'ho fatto con i tre speciali che offre Netflix: da Buried Alive al Live dal Madison Square Garden al Right Now registrato appena un paio di mesi fa.
E c'ho ritrovato l'amico che sembra di conoscere da sempre, quell'amico che parla ancora delle tue paure, dei tuoi problemi, prendendo in giro le gravidanze isteriche degli amici, le app per rimorchiare, affrontando anche temi seri e politici, dal razzismo al femminismo.

20 luglio 2019

Serenity

Andiamo al Cinema

Anne Hathaway è da tempo che non azzecca un ruolo.
Se mettiamo da parte il non del tutto riuscito Colossal, almeno da Interstellar.
Matthew McConaughey è da tempo che non azzecca un ruolo.
O meglio, che è imprigionato nello stesso -quello di Rust Cohle.
Se mettiamo da parte il non del tutto riuscito Gold, almeno da Interstellar.
Steven Knight ha un andamento altalenante.
Capace di scrivere e dirigere film indimenticabili come Locke e serie TV come Peaky Blinders, sa anche fare flop clamorosi con Taboo o Allied.
Metti questi tre nomi che scottano in modo non positivo, e cosa potevi aspettarti?

19 luglio 2019

Skate Kitchen

Andiamo al Cinema

La noiosa estate a Long Island.
Lo skate come unico compagno fedele che si dimostra però anche fin troppo tagliente.
L'obbligo della madre a non usarlo più, quello skate.
Ma l'invito da parte di un gruppo di ragazze che si segue e si idolatra su Instagram ad unirsi a loro, nel cuore di Manhattan dove divertirsi assieme.
Camille non ci pensa due volte: prende treni e metro, disobbedisce alla madre, e nonostante i silenzi, la timidezza, si inserisce nel gruppo mostrando le sue capacità, finendo in quei video virali.
Nasce un'amicizia, nasce soprattutto una nuova ragazza: una Camille più sicura di sé, che ascolta, si confida, si diverte. Abbandona una casa che le sta stretta, guardando l'amore sbocciare, la passione prendere i suoi corsi.


Questa piccola storia di formazione non sembra diversa da tante altre già raccontate.
L'outsider che entra a far parte di un gruppo consolidato, il tepore e la fratellanza che ci trova, il rischio di perdere tutto: per quella madre e i divieti che impone, per quell'amore -inevitabilmente contrastato- che bussa al cuore di Camille.
Ma Skate Kitchen ha qualcosa in più.
Ha prima di tutto una componente reale al suo interno, con la crew di skater delle Skate Kitchen vere e proprie protagoniste.
Ha poi quell'impronta indie -presentato al Sundance, ça va sans dire- a fare da garanzia, con una scrittura sincera e capace di inquadrare al meglio la gioventù di oggi.


Le evoluzioni sullo skate prendono il loro inevitabile spazio, e ci si allunga molto di più rispetto al suo corrispettivo maschile e californiano Mid90s.
Ma ad alleggerirle c'è dell'ottima musica, e c'è soprattutto una regia attenta, con quella fotografia sgranata e vintage a fare la differenza sembrando -vista la moda e i suoi eterni ritorni- uscita altrettanto dagli anni '90.
Le attrici che attrici non sono, si fondono con i dialoghi, con Rachelle Vinberg a brillare e un Jaden Smith a farsi valere e per cui tifare.
Sì, è sempre la stessa storia, ma il cuore che si sente nel finale, la genuinità del racconto, fanno di queste skater la vera sorpresa di quest'estate.

Voto: ☕☕/5


18 luglio 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema dell'18 Luglio

I titoli e i nomi di grido sembrano esserci, ma essendo estate sembrano quasi più uno specchietto per le allodole che non potenziali visioni interessanti.
Sarà così?
Il tempo ce lo dirà...

Serenity
Rimetti insieme Matthew McConaughey e Anne Hathaway sotto la regia e la penna di Steven Knight.
Ne avrei un thriller diverso dal solito?
Certo, ma non in senso positivo. Se ne parlerà a breve.
Trailer
Edison - L'uomo che illuminò il mondo
Bloccato per anni a causa del caso Weinstein (che produceva) vede finalmente la luce (ahah) il film che racconta della rivalità di Thomas Edison e Nikola Tesla su chi per primo avrebbe brevettato l'energia elettrica per come la conosciamo.
Cast di rispetto: Benedict Cumberbatch, Michael Shannon, Nicholas Hoult, Katherine Waterston e Tom Holland.
Lo si vedrà.
Trailer
Skate Kitchen
Potrebbe essere la visione a sorpresa della settimana.
Piccolo film che racconta della passione per lo skate al femminile, nella solare New York.
Girl Power.
Trailer
The Deep
Capita sempre d'estate che un film islandese riesca ad arrivare nelle nostre sale.
Con solo 7 anni di ritardo, è il turno di questa storia su un naufragio drammatico in cui solo un pescatore si salva diventando un eroe, un caso mediatico e scientifico da studiare.
Curiosità ce n'è.
Trailer
Raccolto Amaro
L'invasione dell'Armata Rossa in Polonia vista dal punto di vista di un giovane che vede cambiare gli equilibri della sua famiglia e dell'amore.
Polpettone canadese a basso costo, più che evitabile.
Trailer
Il Mangiatore di Pietre
A Luigi Lo Cascio voglio sempre bene, ma qui nei panni dell'uomo semplice -esperto montagnaro- che cerca vendetta per l'amico morto lo sento un po' troppo fuori dalle mie corde e vista l'ambientazione innevata, fuori stagione.
Trailer

17 luglio 2019

The White Crow - Nureyev

Andiamo al Cinema

Rudol'f Nureev.
Il ballerino che anche chi non segue il balletto conosce.
Il nome che viene usato per paragone a qualunque maschio inizi a fare danza.
Ma chi era davvero Nureyev (nella dicitura comune)?
Chi era il ragazzo dalla bellezza speciale, dalla forma fisica straordinaria e dalla capacità interpretativa superiore agli altri?
Chi era quel ragazzo di cui l'URSS era tanto fiera e che dall'URSS si è trovato a fuggire, in modo rocambolesco, nell'aeroporto di Parigi nel 1961?
Lo si scopre in questo biopic dallo stampo classico firmato da Ralph Fiennes, che si ritaglia il ruolo di insegnante di danza di Rudy, e pure di compagno di letto tramite moglie libertina.

16 luglio 2019

Emmy Awards 2019 - Le Nomination

Trentadue nomination per quella che è stata per molti la peggior stagione di sempre e la peggior conclusione possibile.
Ma sono gli Emmy, e se già lo scorso anno avevano premiato Game of Thrones come miglior serie drammatica, perché non concederle metà della categoria Miglior Regia e praticamente una nomination a tutti gli attori presenti?
Sì, perfino a Kit Harington.
Sì, persino a Emilia "faccette" Clarke.
È lo showbusiness, si dice, e allora stendendo un velo pietosissimo cerchiamo dei lati positivi.


Come il fatto di aver capito che la glacialità di Richard Madden in Bodyguard non fosse così da premiare (anche se a fronte del Golden Globe vinto la mancata presenza fa sussultare) o il riconoscimento -sempre perché finalmente tutti ne parlano- di Fleabag che si scontra con la meravigliosa Mrs. Maisel e la meno -molto meno- meravigliosa Russian Doll.
Gli altri nomi che girano sono sempre quelli, perfino Robin Wright nonostante un altro pessimo finale di stagione -quello di House of Cards-, ce la fa, perfino il This is Us in caduta libera.

Meglio puntare sulle miniserie, allora, dove la qualità è maggiormente presente: dal ritardo di Sharp Objects (per regolamento fuori lo scorso anno, così come in questo non possono partecipare Big Little Lies 2 e Euphoria) a The Act, anche se spiace che When They See Us verrà messo in ombra dal pur meritevole Chernobyl.
Altro grande, inatteso assente è la sceneggiatura di Free Churro di Bojack Horseman.
Insomma, avremo di che discutere nella già da ora discutibile serata di premiazione.
L'appuntamento è per la notte del 23 settembre, mentre mi segno il recupero di Succession, ecco chi si contenderà le statuette: