23 marzo 2019

Triple Frontier

Andiamo al Cinema su Netflix

Sono come il colonnello Hannibal: mi piacciono i piani ben riusciti.
Lo avevo capito con La Casa di Carta, lo ribadisco con il nuovo film Netflix Triple Frontier.
Un film visto a solo uso e consumo dei miei ormoni visti i protagonisti ad alto tasso di testosterone, vedi l'indimenticabile Jax Teller Charlie Hunnam, Pedro Pascal, Oscar Isaac, Garrett Hedlund e mettiamoci pure l'ex bisteccone Ben Affleck.
Dicevamo, mi piacciono i piani ben riusciti.
Così quando vedo che un piano per una rapina perfetta è perfetto, mi esalto. Poi, succedono cose, si intromette laggente, tutto naufraga inesorabilmente.
E io perdo la testa.
Non faccio altro che pensare: ma bastava così poco, perché han voluto far così? perché continuano su questa strada? ma non se ne rendono conto? Continuo ad inveire contro lo schermo silenzioso e finisco per non seguire con attenzione quanto succede poi. Il piacere è rovinato.

22 marzo 2019

Girl

È già Ieri -2018-

Se Hollywood batte dove società duole, il Belgio mette sotto gli occhi quel dolore che si vorrebbe nascondere.
Un dolore del corpo, sanguinante e infetto, costretto e teso, in cambiamento. Ma anche un dolore interno, di una difficile transizione e accettazione, di un equilibrio che resta precario, sulle punte.
È la storia di Lara, nata in un corpo maschile, che finalmente può rinascere.
La terapia ormonale prima, l'operazione di riassegnamento del sesso poi.
Nel mezzo, le paure tipiche di ogni adolescente per quel corpo che cambia o non vuole cambiare, acuite dagli sguardi mai indiscreti, dalle paure e dalle ansie che quel corpo/oggetto porta con sé.


21 marzo 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 21 Marzo

Ricomincia il periodo al cinema in cui si viene invasi da innumerevoli titoli solo per sopperire alla mancanza di qualità. Tra film in costume, drammi d'amore e commediole senza pepe mi sono permessa di evitarvi altrettanti titolini italiani dalla scarsa qualità o dalla distribuzione invisibile. Va bene, in realtà il favore l'ho fatto a me, accorciando post e lavoro.

La Conseguenza
Film in costume, ambientato nel difficile dopoguerra tedesco, con Keira Knightley e un triangolo amoroso pericoloso.
Nonostante la presenza di Alexander Skarsgård, il tutto si fa prevedibile melò fin dal Trailer
Il Professore e il Pazzo
La coppia che non ti aspetti, formata dai non certo simpatici Mel Gibson e Sean Penn assieme a raccontare della realizzazione della prima edizione dell'Oxford Dictionary. Catalogare parole e definizioni poterà a scoprire un pazzo a suo modo geniale.
Storia interessante, nonostante tutto.
Trailer
Ricordi?
Il ritorno di Valerio Mieli dopo quel piccolo capolavoro che è stato Dieci Inverni. Una storia raccontata per ricordi e che di ricordi tratta che anche se non ha lo stesso cuore del suo esordio, merita attenzione anche solo per la solita ottima prova di Luca Marinelli e per la scoperta di Linda Caridi.
Ne ho già parlato QUI
Peterloo
Altro film veneziano, ma di tutt'altro stampo. Alla regia c'è Mike Leigh a raccontare una pagina di storia non così famosa e decisamente infamante, con una rivolta dei poveri soppressa nel sangue. Lezione di storia che, nonostante la fattura da applausi, non può che annoiare.
Ne ho parlato QUI

Instant Family
Il solito film per famiglie con Mark Wahlberg, il solito film per famiglie all'americana, che gioca sui figli acquisti/adottati e le difficoltà della convivenza.
Anche basta.
Trailer

Peppermint
Si sentiva la necessità di un revenge movie al femminile con Jennifer Garner? Ne aveva bisogno la carriera di Jennifer Garner?
Forse no.
Trailer

A un metro da te
Continua il filone dei film per teenager che mescolano amore e malattia. Questa volta i malati sono entrambi i protagonisti, non ci si risparmia proprio!
Trailer

Un viaggio indimenticabile
Un vecchino malato d'Alzheimer portato in un viaggio dei ricordi dalla nipotina.
Rischio buonismo altissimo arginato dalla presenza di Nick Nolte, Matt Dillon e Emily Mortimer, che trasforma il tutto in un pericolo di leggerezza non necessaria
Trailer



Scappo a Casa
Si sentiva la necessità di un film solista di Aldo Baglio?
Non proprio, qui nella classica commedia degli equivoci che racconta di immigrazione e integrazione.
Trailer

20 marzo 2019

Boy Erased - Vite Cancellate

Andiamo al Cinema

Hollywood batte dove società duole.
Se quella società che dovrebbe essere civile non denuncia, ma anzi, dai piani alti appoggia progetti e associazioni che non riconoscono l'esistenza dell'omosessualità ma cercano di convertirla, allora Hollywood -ma anche la stampa, la letteratura- di quelle negazioni racconta.
Non è un caso infatti se durante l'amministrazione Trump che non nasconde certe simpatie verso certi gruppi religiosi, si sia già al secondo film di grande impatto a raccontare di presunti esperti che vogliono convertire chi ama in modo sbagliato. Secondo loro, ovviamente.
Gente di chiesa, che invoca Dio, che umilia, bullizza, mina la psiche di giovani -spesso minorenni- che faticano a costruire una loro personalità o semplicemente ad accettarsi.
Dopo Cameron Post, vincitore allo scorso Sundance, si passa al lato maschile del racconto e si passa soprattutto a nomi più importanti coinvolti.
Come a dire che no, certe realtà non le si possono tacere. E che sì, hanno presa sul pubblico.

19 marzo 2019

Press

Mondo Serial

Potrebbe essere la versione inglese di The Newsroom, serie che già di per sé era molto inglese, pur dentro fino al midollo nelle notizie americane.
E in un'epoca in cui i giornali nemmeno più li si leggono, ci si chiede se ha senso fare una serie che di quotidiani e di giornalisti di penna tratta.
La risposta è: sì, perché anche di questo che si parla, di come e quali sono le notizie da dare, di come si possono attrarre lettori, gestire crisi economiche.
Così abbiamo il Post contro l'Herald, le notizie spazzatura contro le ricerche, gli spionaggi arditi contro le fonti verificate. E indovinate cosa premia il lettore?
Già.
Premia lo squalo affamato, senza remore e senza sensi di colpa, dalle copertine scandalistiche, anche quando bullizza gli altri, spinge al suicidio.

18 marzo 2019

Calendario Serie TV - Primavera 2019

Arriva la primavera, tornano le belle giornate e si abbandona il divano in cui si è svernato?
Giammai!
Perché di nuove e vecchie serie TV a tenerci inchiodati ce ne sono davvero tante. Qui quelle già annunciate e quelle che sembrano davvero imperdibili!

RITORNANO

Fleabag
Stagione: 2
Quando: 4 marzo
Dove eravamo rimasti: Recensione S01
Trailer

17 marzo 2019

La Domenica Scrivo - Waterworld (e di futuri per cui combattere)

Siamo in un non così lontano futuro del XXI secolo e la terra non esiste più.
La Terra esiste ancora, solo che è ricoperta esclusivamente da acqua, ci si sposta solo in barche, jet skis o a nuoto. Qualche atollo superstite c'è, il resto sembra essere leggenda per alimentare scorribande, depredazioni, rapimenti.
Siamo in quel futuro non troppo lontano che manifestazioni in tutto il mondo stanno cercando di evitare: giovani che chiedono di non arrivare a quello che Kevin Reynolds ha pensato, destinato com'è a fare flop.
Ovvio che per sopravvivere in mezzo a tutta quell'acqua, per abituarsi a questo nuovo mondo, ci si adatta, anche entrando a far parte di gang sanguinarie, sapendo che il do ut des è la moneta di scambio, in mare aperto esistono poche cortesie, solo la fame di vivere. Ad adattarsi è poi anche il corpo, con mutanti (uomini-pesce) a minacciare la purezza della razza umana.
Come il marinaio Kevin Costner che per questo viaggia solo, nel suo trimarano super-accessoriato, sfruttando solo quel che il mare gli offre.

16 marzo 2019

The Front Runner

Andiamo al Cinema

C'erano una volta i politici che si occupavano solo di politica.
C'erano campagne elettorali dove a contare erano i temi caldi della nazione, il pensiero da esporre, i discorsi eloquenti.
C'è stato un tempo in cui i giornalisti erano integri e di temi seri parlavano.
Si accordavo con quei politici, li seguivano con occhi attenti, lasciando ai giornaletti le questioni più effimere.
Poi, tutto è cambiato.
Colpa, involontariamente, di Gary Hart.
Colpa di giornalisti che vedevano nella sua dichiarata integrità delle menzogne, nella sua battuta adirata contro un collega, un cavillo a cui interpellarsi.

15 marzo 2019

Cocaine - La vera storia di White Boy Rick

Andiamo al Cinema

A 14 anni Rick diventa informatore dell'FBI, loro occhio e orecchie all'interno di una gang che spaccia e corrompe Detroit.
A 15 anni Rick è ormai uomo di fiducia all'interno di questa gang, guadagnando più del padre, permettendosi lussi e ragazze.
A 16 anni decide di uscirne, di dire stop all'FBI ma ormai la presenza di una talpa già la si sa, e Rick viene fatto fuori -letteralmente- anche dalla gang.
A 17 anni, torna a spacciare per conto proprio, con tutte le conseguenze del caso, nell'America che combatte con i mezzi più duri il giro delle droghe.
Bastano questi pochi anni a definire per sempre Richard Wershe Jr., ragazzino sveglio anche se non sembra, chiamato a volere di più. Più della vita fatta a barcamenarsi comprando e rivendendo armi del padre, abbandonato dalla moglie, e con una figlia tossica.
Così, questa è la sua storia: quella del più giovane informatore dell'FBI e quella della condanna ad una pena severissima.

14 marzo 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 14 Marzo

Strano ma vero, titoli interessanti continuano ancora ad uscirne, a partire da drammi americani tristemente attuali che meritano attenzione, fino a commedie italiane che -sempre strano ma vero- riescono a stuzzicare.

Boy Erased - Vite Cancellate
In America spopolano tristemente, Hollywood ci dà contro. Si parla dei centri di conversione per omosessuali, qui raccontati in una storia vera dove un padre religioso non accetta la sessualità del figlio. Lucas Hedges promette scintille, Nicole Kidman e Russell Crowe a far da spalla.
Trailer
Momenti di Trascurabile Felicità
Da quel gioiellino del libro di Francesco Piccolo, un film che non è un adattamento ma una riflessione. PIF ha a disposizione un'ora e 32 minuti per godere ancora un po' dell'essere vivo. Alla regia e a dar garanzia, Daniele Lucchetti.
Trailer
Il coraggio della verità
Titolo piuttosto anonimo del più efficace The Hate U Give: storia di una ragazza che studia con i bianchi ma vive in un ghetto dove la violenza non manca. Soprattutto da parte di poliziotti razzisti di cui diventa testimone. L'America di oggi denunciata dai più giovani e per i più giovani.
Trailer
La promessa dell'alba
La Francia più letteraria e storica nel rapporto tra una madre e un figlio a cui tutto viene sacrificato e per cui si hanno grandi piani. Nonostante la guerra di mezzo.
Charlotte Gainsbourg non basta a renderlo invitante in questa primavera in anticipo.
Trailer
Sofia
Non sapevo di essere incinta - Marocco Edition. Si scherza, ma ovviamente il film sarà un filino più serioso. E sostanzioso, vista la sceneggiatura premiata a Cannes.
Trailer
Un viaggio a quattro zampe
Solito film per tutta la famiglia, con protagonista un cane eroico ingiustamente considerato pericoloso.
Un tuffo negli anni '90, con Ashley Judd.
Trailer
La notte è piccola per noi
I mille intrecci, tra storie d'amore e di famiglia, all'interno di una balera.
Film corale che omaggia Scola, con Michela Andreozzi, Francesca Antonelli, Cristiana Capotondi e Teresa Mannino.
Trailer
Escape Room
Ennesimo horror a target adolescenziale che arriva in ritardo rispetto alla moda delle escape room.
Ovviamente, tinte di sangue.
Trailer

13 marzo 2019

Il Colpevole - The Guilty

Andiamo al Cinema

Un solo protagonista.
Cinque interlocutori telefonici.
Due casi da seguire e risolvere.
Un colpevole inaspettato.
Potremmo chiamarlo il Locke danese, dove al posto di Tom Hardy c'è il granitico Jakob Cedergren. Non si muove in auto cercando di gestire tre crisi diverse, ma è relegato al centralino della polizia, chiamato a gestire le emergenze di chi telefona in cerca di aiuto.
Sembra una serata come le altre, con ubriachi e drogati che chiamano in crisi, con scherzi telefonici da filtrare. Ma Asger sente che c'è qualcosa che non va nella chiamata di Iben, capisce che la donna cerca di non far capire che sta chiamando la polizia e lui deve fare in modo di aiutarla, di trovarla. Si intestardirà su questo caso, sconfinando nelle sue mansioni, nei limiti che gli sono concessi, con i colleghi a riprenderlo, a cercare di rimetterlo al suo posto.
Lui non ci sta, e mentre per primo attende di essere giudicato davanti a un tribunale, farà di tutto per aiutare Iben e la figlia.

12 marzo 2019

Mondo Serial: Weird City - After Life - Shameless s09

Weird City

Giusto una settimana fa si parlava di una piattaforma sconosciuta come Facebook Watch capace di produrre e non pubblicizzare a dovere l'intensa Sorry for your loss.
Oggi, un'altra piattaforma ha catturato la mia attenzione: la versione Premium di YouTube, a suo tempo YouTube Red che si è data alla creazione di serie originali.
Fra queste Weird City che porta la firma di Charlie Sanders e Jordan Peele, mica male come inizio.
Peccato che fin da subito, questa strana serie su una strana città divisa in due da un muro in uno strano futuro, sembra una versione da serie B di Black Mirror.

11 marzo 2019

Il Lunedì Leggo - Prendiluna di Stefano Benni

Sono sempre piuttosto metodica nella lettura.
Appuntamenti fissi con autori sparsi durante l'anno già di per sé diviso per nazioni.
E un Benni non può mai mancare.
Mai, perché sa sempre tirarmi su, sa farmi sorridere e pensare.
Figurarsi quando mette per protagonista un'arzilla vecchietta, gattara per giunta, che per salvare il mondo deve consegnare DieciMici a DieciGiusti.
Parte così l'avventura di Prendiluna, insegnante in pensione, con la visione del suo micio del cuore sotto forma di spirito guida, che invoca la preghiera, la richiesta.
Parte così Prendiluna, su di un bus scalcagnato, richiudendo i suoi DieciMici in un trolley dai rumori e gli odori molesti, cercando vecchi studenti, vecchi colleghi, nuove persone dotate di gran cuore, che un gatto se lo meritano proprio. Magari non quel vecchio professore scorbutico diventato ancor più scorbutico dietro lo schermo di un computer, meglio sua nipote, sola e triste. Magari proprio quell'autista del bus, quelle alunne che eran brave, brave davvero.

10 marzo 2019

La Domenica Scrivo - Denti e Dolore [di riflessioni sotto anestesia]

Mi ero detta che volevo fare nuove esperienze, che queste Domeniche, come quelle dello scorso anno, dovevano aprirmi al nuovo.
Bene.
Lunedì sono andata dal dentista in urgenza.
Esperienza nuova?
In parte.
Voluta?
No di certo, perché se mi ritengo una delle poche persone ad essere terrorizzata dalle lucertole, faccio parte della larga fetta di popolazione che ha paura di andare dal dentista.
Anzi, da piccola mi sentivo come Phoebe, spaventata all'idea di andarci perché in due-volte-due che c'ero andata erano morti prima Gianni Versace poi Lady Diana (che Lady D sia morta di sabato, giorno in cui il dentista non poteva essere aperto, me lo dice wikipedia, la me bambina era convinta di portare sfortuna).
In ogni caso, ancora non ho trovato qualcuno a cui dal dentista piaccia andarci.
Quindi, mi chiedo, cosa spinge uno studente a voler curare sorrisi? Un desiderio sadico, una vita a sapere di essere temuto e odiato, evitato perlopiù?
Bene, io l'ho evitato il più possibile finché un dolore lancinante non ha caratterizzato per intero un weekend all'apparenza come gli altri.
Ma non è di questo -che, diciamolo, a chi importa- vorrei scrivere.

9 marzo 2019

La vita in un attimo

Andiamo al Cinema

Leggi "Dal creatore di This is Us" e pensi che troverai un film magari un filo smielato, ma dai grandi dialoghi da guardare con un pacchetto di kleenex a portata.
Poi però pensi che This is Us non sta procedendo al meglio, che questa terza stagione sta esagerando con le sue carte drammatiche e che Dan Fogelman non è poi così affidabile.
Leggi di un cast assortitissimo, che va da Olivia Wilde a Oscar Isaac, da Antonio Banderas a Annette Bening fino alle giovani Laia Costa e Olivia Cooke, e torni a fidarti, sono tutti belli, tutti bravi.
Ma poi pensi che forse sono tutti anche troppo belli, e che non è che siano attori che pescano sempre il titolo giusto. Anzi. Facciamo che non sono certo nomi affidabili.
Ma alla fine ti fidi, perché di un film zuccheroso, di una storia d'amore a più livelli, hai al momento tanto bisogno.

8 marzo 2019

Ben is Back

È già Ieri -2018-

Fuori la primavera sembra arrivata in anticipo, ma ci sono ancora film natalizi da smaltire.
Non natalizi in senso classico, ma è Natale e Ben torna a casa.
Torna da quella famiglia ora allargata, da una madre apprensiva che lo adora, da una sorella che di lui non si fida, da un patrigno che di tutto lo incolpa e da due fratellastri ignari del suo passato.
Perché Ben è un tossicodipendente.
Ed è all'ennesimo tentativo di disintossicarsi.
Torna, all'improvviso, e scombina piani ed equilibri, con quella mamma che sempre lo difende, quel marito che per questo la attacca, quella sorella che si sente messa da parte.

7 marzo 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 7 Marzo

Un altro ciclone Marvel si abbatte sui cinema, e a chi non è fan cosa resta?
Per fortuna un paio di storie potenzialmente splendide, qualche commediola francese che non fa mai male e pure un dramma danese da tenere d'occhio.

Captain Marvel
Un altro film Marvel, esatto.
Un altro film Marvel ma questa volta con una supereroina per protagonista.
Non mi avranno nemmeno questa volta.
Trailer
Cocaine - La vera storia di White Boy Rick
Chi era White Boy Rick?
Il più giovane informatore dell'FBI. E probabilmente anche uno dei più giovani spacciatori a mettere insieme un impero milionario.
Una storia così strana da dover diventare un film, con Matthew McConaughey a fare da garanzia, sperando ritorni presto in forma da protagonista.
Trailer
Gloria Bell
Sebastiàn Lelio dopo l'Oscar per Una Donna Fantastica racconta un'altra donna fantastica: Julianne Moore che sola sta bene, balla e si diverte, lasciando spazio all'amore. Con tutte le conseguenze del caso.
Molto da "sciure", ma a John Turturro non si può dire di no.
Trailer
Il Colpevole - The Guilty
Dalla Danimarca un thriller teso che corre lungo le linee del 112. Un solo protagonista, due casi da risolvere e seguire.
Se ne parlerà presto.
Trailer
I Villeggianti
Sì, è il solito film di Valeria Bruni Tedeschi che sembra un'intensa seduta di psicoanalisi, con il matrimonio che crolla, le differenze snobbistiche di classe, la famiglia ingombrante che non comunica.
Ma c'è quella genuinità e quel sapore francese che non guasta mai troppo.
Ne ho parlato QUI
C'è Tempo
Walter Veltroni mi sa da sempre da buonismo eccessivo.
Anche qui, quando parla di una strana amicizia fra un uomo che non sa crescere e un ragazzino troppo cresciuto, con l'amore per il cinema a fare da collante.
Basterà a convincermi?
Trailer
Non sposate le mie figlie 2
Anche i francesi fanno i sequel.
Anche quando non richiesti. Si scherza come si può di discriminazione e integrazione, ancora.
Trailer
Asterix e il segreto della pozione magica
Se la Disney continua a sfornare seguiti e remake, perché non lo può fare anche l'animazione francese?
Ecco allora in una nuova veste grafica, il ritorno dei mitici galli.
Per famiglie.
Trailer

6 marzo 2019

Non è Romantico?

Andiamo al Cinema su Netflix

Non è romantico? non è un'altra stupida commedia americana.
Lo può sembrare perché prende tutti i cliché -meno uno- delle commedie romantiche per farne una commedia romantica.
Prende una protagonista non certo bellissima, che non crede all'amore né tanto meno alle commedie romantiche, la catapulta in un mondo parallelo in cui è corteggiata da un uomo bellissimo e innamoratissimo e ricchissimo, si ritrova un appartamento che è la fine del mondo, un amico gay con cui sparlare e far chiarezza su di sé, un cane obbediente, un lavoro da favola che fa invidia alle colleghe nemiche.
Insomma, sembra la solita commedia americana, con la non bella che si trasforma in bella per il potere dell'amore.
E invece Natalie non ci sta.

5 marzo 2019

Sorry for your loss

Mondo Serial

Capita che in questo mondo pieno di nuovi canali streaming ci si perda.
Ci si perda il lancio di Facebook Watch che si credeva contenitore di video di riviste/siti specializzati, non certo di serie TV.
E ci si perde il lancio di una serie TV importante come Sorry for your loss.
Importante, sì, e bella soprattutto.
Dolorosamente bella, intensa com'è, condensata in soli 10 episodi di appena 30 minuti capaci di far scattare lacrime e applausi, il più delle volte all'unisono.

4 marzo 2019

Il Lunedì Leggo - Che la Festa Cominci di Niccolò Ammaniti

Da una parte Fabrizio Ciba, scrittore di successo, presentatore di TV culturale, amato dal pubblico e dai radical chic per quel successo inaspettato e irreplicabile che è stato il suo primo romanzo.
Dall'altra, sempre Fabrizio Ciba, che un nuovo libro non riesce a scriverlo, è a rischio silurazione da parte della sua casa editrice ed ha in realtà un ego smisurato, peggio di una qualunque starlette, attento ad avere il look stropicciato al punto giusto, ad apparire radical-chic di fronte al lato più commerciale dell'editoria.
Da una parte Saverio Moneta, marito succube di una moglie probabilmente fedifraga, alle dipendenze del di lei padre in un centro del mobile dove subisce ogni possibile umiliazione.
Dall'altra, sempre Saverio Moneta, ma a capo di una setta satanista (Le belve di Abaddon), con l'obiettivo di farsi conoscere, fare il colpo grosso, lasciare un segno di sangue con cui il suo vero nome -Mantos- possa essere per sempre ricordato.
Che c'entrano due personaggi simili fra loro?
Cosa comporta la dualità delle loro personalità?
Ad unirli sarà una festa, anzi, LA festa romana per eccellenza, organizzata dal presunto mafioso Sasà Chiatti, che si è acquistato l'intero parco di Villa Ada trasformandolo in uno zoo a cielo aperto. Il suo di obiettivo è di entrare nella storia, di organizzare una festa di cui si parlerà per anni e anni, destinata solo alla crème de la crème. Con un ospite internazionale al canto, con un safari di belve feroci dove far scorrazzare i suoi ospiti.

3 marzo 2019

La Domenica Scrivo - Il Corvo

#LaPromessa2019

Quest'anno La Promessa la vorrei diversa.
Più condivisa, più aperta.
Quest'anno La Promessa andrà a coprire anche quelle Domeniche vuote d'ispirazione ché tanto i suoi post sono sempre personali, in cui riflessioni partite dal film prendono piede mettendo da parte giudizi più tecnici sul film stesso.
E allora: è venerdì, il migliore amico è ancora nelle vicinanze, nel mentre si era già prenotato per almeno 3 film della mia lista e con la casa libera una cena+divano assieme si fa quasi d'obbligo.
Facciamo che si parte da Il Corvo, mettiamo da parte Gli Uccelli e le battute sul perché si sia scelto tutti i titoli con volatili.
Facciamo però che internet ha dei problemi di connessione, che il cinese (il cibo, non il vicino di casa) ci è rimasto sullo stomaco e ci tocca aspettare. Ingannare l'attesa con video qualunque, con chiacchiere varie. Finché il momento è giusto, il film si è scaricato, e possiamo tornare a conoscere Eric Draven.

2 marzo 2019

La Casa di Jack

Andiamo al Cinema
(sì, il post è più lungo del solito ma c'ho messo parecchio impegno)

Ciao sono Lars e ho un problema.
Penso troppo, sono depresso, faccio film controversi, folli, strani e quasi non capisco più se li faccio così controversi perché così mi piace o perché questo ci si aspetta da me.
Spingere il limite sempre più in là, parlare di vita, di sesso e ora, ancora una volta, di morte.
Non la morte che sopravviene e distrugge una coppia, non la morte in agguato nel braccio della morte, non la morte del desiderio, ma quella ricercata, raffinata, portata a termine come fosse un'opera d'arte.
Il limite in questo caso è un serial killer, uno di quelli spietati, senza remore, senza sensi di colpa. Anzi.
Pure lui il limite lo sposta sempre più in là, giocando con la polizia, con le sue vittime, con se stesso. Ma non con Dio, con lui non si può.
E parlo allora anche di fede e di religione, di quei concetti astratti di paradiso e inferno, parlo di arte soprattutto, di tigri e agnelli, di case e del loro materiale per essere costruite che diventano di per sé capolavori.
Ciao sono Lars e ho un problema.
Vorrei che le lodi o le critiche a priori fossero messe da parte, niente pregiudizi -buoni o brutti che siano- lasciate andare il film.
Le polemiche a dopo la visione.

1 marzo 2019

L'Uomo che Uccise Don Chisciotte

È già Ieri -2018-

Sogno o son desta?
Terry Gilliam dopo 20 anni e 8 diversi tentativi è davvero riuscito a terminare quel suo infausto progetto del Don Chisciotte?
Quel Don Chisciotte funestato da una natura avversa, da finanziamenti che mancano, da protagonisti che danno forfait?
C'è riuscito e sembra quasi aver messo in scena questa sua fatica, di tenere tutto unito, sogno e realtà, realtà e finzione, mescolando mondi, testi, idee.

28 febbraio 2019

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 28 Febbraio

Archiviati i premi Oscar, spazio a Lars von Trier, se riesce a trovarne nella discussa distribuzione italiana.
Con lui un altro solo titolo a meritare attenzione, il resto sono contorni di leggerezza, brividi e tensione.

La Casa di Jack
Lars von Trier, un efferato serial killer negli anni '70, la censura italiana che fa discutere sulla sua uscita in doppia versione, quella che viene definita la rinascita di Matt Dillon, protagonista affiancato da nomi come Bruno Ganz e Uma Thurman.
Gli elementi di un tipico film di Lars ci sono già tutti, non resta che vederlo e goderne.
Trailer
Domani è un altro giorno
Remake all'italiana dello spagnolo Truman, che non era riuscito a convincermi.
Marco Giallini e Valerio Mastandrea sembrano però avere una marcia in più nel raccontare questa amicizia che deve fare i conti con la morte.
Trailer
Croce e Delizia
Tipica commedia italiana in cui si cerca di sdoganare l'omosessualità. Questa volta scoperta e vissuta in età avanzata da Alessandro Gassmann e Fabrizio Bentivoglio.
Il risultato lo immagino però discutibile.
Trailer
The Vanishing - Il mistero del faro
Tre guardiani, un faro da custodire, paranoie e allucinazioni che prendono piede.
Insomma, da un film con Gerard Butler non ci si può certo aspettare chissà che.
Trailer
Ancora auguri per la tua morte
Sequel non troppo richiesto di un teen horror che aveva avuto il suo successo per il racconto alla Ricomincio da capo.
Per fan.
Trailer
C'era una volta il principe azzurro
Principi e principesse, veri amori e incantesimi da spezzare come da tradizione.
Per famiglie, ovviamente.
Trailer