22 gennaio 2019

Sex Education

Mondo Serial

Netflix sa dove e come colpire.
Con giovani dalla vita sessuale precoce, con un'educazione al sesso che manca e la pornografia che impera riportando false ed esagerate prestazioni, il senso di disagio non può che aumentare.
Come rapportarsi all'altro sesso o semplicemente al sesso?
Come spiegarlo e viverlo al meglio?
Strano ma vero, a rispondere a domande e risolvere ansie, ci pensa un 17enne.
Strano ma vero, ce lo spiega questo 17enne che è vergine, e non ha nemmeno mai eiaculato.
Strano davvero, perché Otis vive circondato dal sesso, con una casa che sembra uscita dalla mente di una studiosa ninfomane, una madre che vive liberamente -e rumorosamente- il suo sesso, offrendo consulti e consigli in qualità di terapeuta.
Ovvio che un figlio in piena età adolescenziale ne esca sconvolto, meno ovvio ritrovarselo più maturo e adulto rispetto ai compagni, capace di aiutarli e sostenerli.



A dare vita a questo consultorio sui generis, è Maeve, la ragazza ribelle e punk di turno, da tutti temuta, da tutti derisa, che vede in Otis un amico, ma anche una possibilità di guadagno. Completano il quadro il bullo che si scopre avere il cuore d'oro, l'amico gay e la sua fatica nel sentirsi accettato, le amiche arpie e quella ingenua e sfruttata.
Netflix sa dove e come colpire, così in una sola serie dalle pretese teen, condensa il meglio di altre serie teen, con amicizie speciali, momenti forti, amori ovviamente contrastati e quei genitori che si ritagliano il loro posto, rendendola così capace di parlare a tutte le età.
Un po' Big Mouth -ma meno sconcia-, un po' Atypical -ma senza la tematica dell'autismo- e con una punta di Shameless e dei Gallavich nel finale, un po' qualunque serie che ha al suo interno il triangolo d'amore e l'amicizia in pericolo, un po' semplicemente Sex Education, che tra una festa alcolica, un ballo scolastico e la scelta del college, parla di aborto, di accettazione ma anche di rimming e scissoring.


Certo, qualche dubbio nel giocare facile c'è. Inizialmente Eric sembra il classico personaggio macchietta, la spalla comica esagerata in tutto, ma basta l'episodio 5 per togliere ogni dubbio. Certo, si gioca facile anche con il femminismo, ma all'urlo di "It's my vagina" la scrittura mette tutti a tacere.
Non sarà un qualcosa di nuovo e diverso nelle tematiche che vuole affrontare, ma le affronta con una leggerezza diversa, un po' come l'ambientazione che sembra uscita dritta dritta dagli anni '80 ma in cui trovano posto i social e i siti porno di oggi.
Il cast aiuta ad innamorarsene facilmente, e se già ho confessato una preoccupante cotta per il 21enne Asa Butterfield, la nuova Margot Robbie, Emma Mackey, saprà venire incontro ai maschietti, mentre Gillian Anderson con il suo forte accento british continua a trasudare sensualità.
Mettici poi una colonna sonora perfetta che comprende chicche dal passato con Cure e Psychedelic Furs e curata poi da Ezra Furman -presente anche al ballo scolastico- e allora sì, sai che anche se copia e niente di nuovo inventa, Netflix sa dove e come colpire.

Voto: ☕☕½/5


7 commenti:

  1. Ho visto il trailer sul paginone di Netflix pensando ad una “Big Mouth” con meno acidi dentro, direi che dopo il tuo post mi hai venduto questa serie. Ma rilasciano una nuova versione di Margot Robbie ogni paio d’anni? Ero rimasto alla Robbie 2.0 Samara Weaving, ma ora siamo già arrivati alle 3.0 con Emma Mackey. Ha più versioni di un iPhone ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Margot deve temere, anche se trasformista com'è sa come rispondere a queste nuove bellezze!
      La serie si lascia vedere e godere senza alcun problema, meno folle di Big Mouth ma con una scrittura comunque interessante.

      Elimina
  2. Non mi esalta, è un po' sempre la solita cosa, ma la sto trovando comunque molto carina. Scritta bene, con un cast perfetto. Ho ha da ridire, al solito, col formato. Cinquanta minuti per una comedy...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Durante la durata non ho avuto niente da dire, anche perchè 8 episodi fanno la mia gioia. A mente meno calda ci si ritrova ad aver già visto e affrontato storie/tematiche simili, ma c'è del cuore, c'è dell'attenzione. Netflix, sa cosa produrre e come fare centro con facilità ;)

      Elimina
  3. Con me questa serie vinceva facile già in partenza... :)
    Se però ha convinto persino te, che sei storicamente più diffidente nei confronti delle robe teen, vuol dire che c'è davvero del buono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua promozione era scontata come molte storylines qui sviluppate, ma per fortuna, lo si è fatto così bene da non risultarmi indigesto ;)

      Elimina
  4. I hear the same story all the time, and you've probably heard it too:

    A woman who is sexually repressed and disinterested in her man, with a long list of things she won't do in bed or that she thinks are "gross"... ends up cheating or finds herself dating a new guy, and suddenly she is insatiable and enthusiastically doing EVERYTHING she used to swear she would never do!

    And it happens in reverse too. A woman who used to be sexually WILD settles down with the man she thinks is "husband material" and loses all interest in sex-- and even believes that it's just natural and normal for her stage of life.

    What's really going on here is that there is a hidden sexual trigger inside every woman's brain, and when it's switched off, it's very hard for her to feel any enthusiasm or interest in sex at all, and when it's switched on...

    Watch out! She turns into a wild animal of lust and desire!

    Sex coach and author Alex Allman calls it "The Playmate Switch," because when it's flipped ON, it triggers a woman's sexual side as well as her more playful, mischievous, flirty, and fun side.

    What switches it on?

    YOU.

    Novelty (a new guy she hasn't been with before), danger, forbidden romance, fun flirting... all of these things can easily flip it on temporarily...

    But the reliable, biological, and long-term control over her Playmate Switch has to do with YOUR male behaviors-- behaviors that many men either repress or simply lose touch with over time.

    Allman insists that this stuff is simple and natural, but it takes a level of sexual confidence and a willingness to actually try.

    He's trained dozens of men to quickly overcome their anxieties around this issue, and to almost instantly start getting the kind of natural attraction and fun, sexy attention that they thought was only a fantasy.

    >>> You can find out more about how to flip YOUR woman's Playmate Switch here <<<

    And one more thing that Alex Allman wants to make sure that you know, because he says so many men get this backwards:

    Women are ON YOUR SIDE when it comes to flipping their Playmate Switch!

    They love it, it's natural, fun, sexy, and beautiful for them to have those feelings and emotions around you. They are rooting for you to figure this out!

    Some men, especially men who have repressed this side of themselves for a long time and have suffered at the hands of women rejecting them because of it, find that fact hard to believe.

    They'd RATHER try some kind of manipulation because it's so hard for them to believe that they could get a woman's sexual attention authentically.

    Alex Allman wants to prove it to you!

    >>> Check it out here to see for yourself <<<

    RispondiElimina