14 novembre 2013

Silenzio in Sala - Le Nuove Uscite al Cinema

A poco a poco la distribuzione italiana cala i suoi assi!
Tra i film della settimana si nascondono infatti delle probabili chicche, accorrete quindi, ma non senza qualche consiglio:

Venere in Pelliccia
Dopo lo splendido Carnage, Polanski torna alla regia con gli echi degli scandali ancora appresso. Anche questa volta parte da un testo teatrale ambientato in teatro, per raccontare fusioni e attrazioni di ruoli!
Da vedere!
Trailer




Il Paradiso degli Orchi
Dalla fortunata serie di Daniel Pennac, dedicata al capro espiatorio Malaussèn, la trasposizione del primo frizzante capitolo, che vede il protagonista alle prese con una bomba esplosa nel suo posto di lavoro. Con la sua folle famiglia, e una procace reporter, partirà ad indagare.
La bella Bérénice Bejo prende voce.
Trailer




Jobs
Il discusso biopic su Steve Jobs presentato allo scorso Sundance, arriva in Italia. A dargli corpo un quasi irriconoscibile Ashton Kutcher, per un film che personalmente sembra sfruttare la scia iconica di un personaggio troppo recentemente scomparso.
Ni.
Trailer






The Canyons
Alla sceneggiatura Bret Easton Ellis, alla regia Paul Schrader. Ci si aspetterebbe un gran film, e invece non è altro che un mix non troppo riuscito di American Psyco, società arrivista degli anni '80 declinata all'iperconnettività di oggi e scene hot.
Lindsay Lohan se la cava nel ruolo della cagna, mentre James Deen mostra le sue doti -solo fisiche, però.
Per saperne di più: la breve recensione veneziana


Stai Lontana da Me
L'Italia come al solito cala la sua commedia comica, con tanto di Enrico Brignano a dar vita ai soliti e già vistissimi equivoci di un uomo braccato dalla sfortuna appena incontra una donna interessante. Che l'arrivo di Ambra Angiolini possa cambiare qualcosa?
Remake, tra l'altro, di un film francese di soli 3 anni fa.
Trailer

L'ultima Ruota del Carro
Il prolifico Giovanni Veronesi ha presentato a Roma il suo lavoro che vede nel cast Elio Germano, Alessandra Mastronardi e Ricky Memphis. La storia è quella di un ragazzo e uomo che attraversa gli ultimi 30 anni di storia italiana, come autista di personaggi noti, tra amori e problemi sociali.
Una possibilità gliela si può dare.
Trailer





Wolf Children
Per l'assurda regola italiana che vede i film di animazione orientali in uscita solo per un giorno, solo ieri è stato possibile vedere l'ultima opera di Mamoru Hosoda, allievo di Miyazaki.
Nella speranza di recuperare presto quello che già in molti chiamano capolavoro, incentrato sulla nascita e la crescita di due bambini-lupo, mi auguro che in molti siano riusciti a goderne!
Trailer


10 commenti:

  1. Wolf Children è un capolavoro davvero, lo consiglio senza riserve.
    Questa settimana, invece, speravo in The Canyons e Polanski ma cippa, come al solito. Dovrò ingegnarmi a recuperarli in altro modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Polanski cippa anche da me! The Canyons purtroppo già visto, meglio se mi armo per recuperare il capolavoro allora, so già che ne varrà la pena!

      Elimina
  2. ieri sera c'era una gran fila per vedere "Wolf children", io non amo il genere e sono andata di british style...
    questa settimana mi do all'italiano germano, a polansky [che adoro], e penso che anche il bio su jobbs e pennac mi ispirano parecchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mercoledì mi sono rifiutata di sborsare 8 euro da abbonata per vedere l'anime e mi sa che abbiamo visto lo stesso film british :)
      Io spero in un Polansky, il resto magari me lo guardo più avanti..

      Elimina
  3. forse L'Ultima Ruota del Carro. Ma credo che amici geek mi trascineranno a vedere Jobs.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh no! Non mi ispira proprio, fammi sapere come sarà!
      Veronesi invece un po' mi attira, ma preferisco un recupero casalingo più avanti.

      Elimina
  4. uhm no sta settimana resto a casa, non mi interessa nessuno di questi film, anche perchè a fine mese vado qualche giorno al torino film festival, quindi un po di filmozzi me li vedo li :-)

    PS La Lohan non è che se la cava bene a fare la cagna, la Lohan è una cagna in tutti i sensi, sia per la recitazione che per la sua natura si zoccola perennemente sfatta di droga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanta invidia! Torino è stato in ballo ma essendomi concessa Venezia ho preferito saltare, magari il prossimo anno :)

      ps: sì, proprio perchè le viene naturale la Lohan se la cava come cagna :)

      Elimina
  5. Peccato che Wolfchildren è quasi introvabile.
    Penso che vedrò il film di Pennac.
    Steve Jobs no per principio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicono che in rete si trovi facilmente invece, o almeno spero.
      Pennac lo adoro così tanto leggere che non voglio rovinare nulla nel vederlo al cinema!
      Jobs boicottato anche da me.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...