25 marzo 2014

Girls - Stagione 3

Quando i film si fanno ad episodi

Questa mattina si è parlato della metà blu del cielo HBO, oggi si torna a puntare gli occhi su quella rosa, quella che vede in Lena Dunham la sua creatrice, voce di una generazione che non sa bene cosa dire o cosa fare, ma che non per questo sta zitta.
Nella seconda stagione, molto altalenante, si era scavato ancora più a fondo nelle varie girls, lasciando trasparire tutti i loro difetti e tutta la loro antipatia. Il finale romantico era riuscito però a salvare la situazione, e così questa terza stagione continua a mantenersi in quell'equilibrio sempre precario, grazie ad una storyline orizzontale interessante.


Abbiamo infatti da una parte l'evoluzione del sempre strano rapporto tra Hannah e Adam, finalmente alle prese con un lavoro vero e problemi da affrontare di petto, dall'altra Marnie la cui  vita va' sempre più a catafascio, senza un lavoro, senza un fidanzato e senza amiche, con solo l'apparenza da mantenere e cercare di recuperare. Più in disparte, invece, Shoshanna (al centro però di una epifania dall'illuminante verità) e Jessa.
Nei 12 episodi della stagione (2 in più rispetto al solito) si ha così tutto il tempo di far crescere ancora questi personaggi, di farli scontrare con le paure di molti giovani e anche con la propria famiglia, creando così episodi altamente commoventi (Flo, 3x09 con la splendida June Squibb) e malinconici (Beach House, 3x07).


Pur essendo piene di difetti, pur mostrando senza vergogna questi difetti (innumerevoli le scene di nudo che Lena si/ci concede), queste ragazze sono quanto mai vere e proprio questo è il loro punto di forza.
Patrick e gli altri di Looking appaiono troppo incasellati nei loro ruoli, qui sono invece le sfaccettature, e soprattutto la capacità della Dunhan -e di chi man mano le si affianca in fase di scrittura- di scrivere dialoghi intelligenti e ricchi di ironia e verità contemporanea che rendono la serie attuale e coinvolgente.
Non va' poi dimenticata l'attenzione per l'universo newyorchese che le ospita, tra locali e mostre, e la tanta meravigliosa musica che non a caso è andata di settimana in settimana in testa alla classifica di Itunes.
Le si potranno anche odiare, quindi, le si potranno anche voler veder fallire come nella più tipica gelosia femminile, ma queste girls continueranno ad avere qualcosa da dire, e a dirlo bene!


2 commenti:

  1. stagione secondo me strepitosa.
    dopo una partenza non eccezionale, lena dunham c'ha regalato una serie di episodi spettacolari, dimostrandosi una delle migliori sceneggiatrici oggi in circolazione.
    le sue girls sono sempre più cattive, egoiste ed egocentriche. come non adorarle per questo? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo sono chiesta ad ogni episodio! Una stagione nuovamente in carreggiata e che soprattutto apre a degli sviluppi e cambiamenti notevoli per la prossima!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...