25 maggio 2013

Banshee

Quando i film si fanno ad episodi.


Dopo 15 anni di prigione un uomo esce e va alla ricerca del suo perduto amore. La ritroverà sposata e con figli e per niente intenzionata a rivederlo.
La classica serie strappalacrime? No, tutt'altro.
Banshee parte da un piccolo cliché già sfruttato in passato per costruire invece un universo pulp dove violenza e sesso sono sempre espliciti. Perchè a Banshee dove la lei si è trasferita non mancano rapine, risse e il tutto è sovrastato da un boss parecchio inquietante e reietto della comunità Amish e perchè i due fuggono da un altro boss, della mafia ucraina, che li vuole morti dopo la rapina e il tradimento proprio di 15 anni fa. Cosa manca ancora? Manca che il lui in questione per una serie di sfortunati ma anche fortuiti avvenimenti, diventa lo sceriffo della cittadina, e con i suoi modi tutt'altro che ortodossi si impegnerà in indagini e arresti vari.


In più, oltre ai due protagonisti decisamente sexy e accattivanti (Antony Starr e Ivana Milicevic), ci sono un hacker trans, un ex pugile (e le frecciatine tra i due sono splendide), indiani e il loro casinò, amish e giovani sindaci.....
Nonostante quindi l'alto tasso di bollini rossi, o forse anche grazie a questi, Banshee è una serie tv che cattura al primo episodio, che travolge con la sua dose giornaliera di botte da orbi e sangue, e che cattura grazie alla complessità dei personaggi che presenta, rendendoli ancora più unici grazie a flashback illuminanti.
Il finale ricco come non mai di violenza, lascia ancora le porte aperte a una seconda stagione all'altezza di questa prima, facendo palpitare il cuore anche dei più romantici.


4 commenti:

  1. Ho amato l'hacker trans profondamente! Guarda l'ho iniziato pensando fosse la solita cavolata ma, i pilot, basta che non sono comedy, io cerco di vederli tutti invece è diventato Guilty Pleasure ufficiale degli scorsi mesi *-* Seppur siano tutti cliché rimescolati e ci sia ben poco di nuovo a me Banshee è piaciuto un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il trans è un idolo, non c'è stata scena con lui in cui non ho riso! E la serie... al momento assieme a The Americans è una delle sorprese più gradite del nuovo anno!

      Elimina
  2. a me invece non aveva colpito dal primo episodio, che mi era sembrato troppo carico ed esagerato...
    dal secondo in poi invece mi sono preso bene e questa serie si è rivelata una bella sorpresa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedendo episodi a coppia mi sono subito immersa in questo mondo violento e da bollino rosso! E la bellezza dello sceriffo ha aiutato per la conquista facile :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...