12 maggio 2013

Katharine Hepburn Day - Sul Lago Dorato


Credo che ormai il vero scopo delle celebrazioni indette dal segreto conclave di blogger sia quello di farti capire quanti film nelle tua misera vita devi ancora vedere/scoprire e che per quanti sforzi farai ci sarà sempre qualcuno che ti sfuggirà. Se già con Nicolas, John, Bruce e Jack non mi era andata benissimo, il fondo lo tocco questo mese.
Sì, amici, udite udite, l'unico film che io abbia mai visto con la signora Katharine è proprio questo! E, sì, l'ho visto solo per quest'occasione.
Mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. Lo so.
Vedrò di recuperare....


Tornando a noi, e alla grande Katharine, non potevo scegliere film migliore con il quale celebrarla.
Sul lago dorato racchiude in sé parecchi elementi che incontrano il mio gusto:
- una coppia di vecchietti felice e particolare
- una storia d'amore d'altri tempi
- una commedia ricca di buoni sentimenti che non scadono nello zuccheroso

Inutile dire quante lacrime, io predisposta al farlo, ho versato in più e più momenti durante la visione.
Perchè Ethel e Norman sono davvero speciali, tanto burbero lui quanto ottimista e felice lei, ma entrambi con un cuore grande grande in grado di capirsi e comprendersi anche nelle difficoltà.

Se Henry Fonda è perfetto nel ruolo del vecchio babau, dispettoso, collerico ma anche acciaccato alla soglia degli 80 anni, la moglie è la vera colonna del loro nido, intermediaria con la figlia problematica e capace di cogliere con un solo sguardo la situazione. La Hepburn è quindi magnifica e splendida, in una forma strepitosa e in un ruolo nei cui panni la si ama. E basta. 

Si potrebbero fare paragoni con Amour, immaginando questo come il passato festoso di Georges e Anne (anche se un po' meno borghese), ma oscurare lo splendore del lago con le magagne della malattie, qui solo in parte affrontate, non mi va e non sarebbe giusto perchè a suo modo il regista Mark Rydell riflette sulla morte e sulla paura e l'accettazione di questa. Se si dovesse quindi scegliere un'altra coppia simile la mente corre subito a Carl e Ellie Fredricksen di Up, a cui il personaggio schivo e apparentemente scontroso tanto somiglia.
Bando al trucco, bando alle rughe e ai segni dell'età, Ethel e Norman si adorano e si mostrano senza vergogna, e si rimettono in gioco grazie a Billy, il nipote che non hanno mai avuto, riscoprendo se stessi e e le gioie di una casa piena di vita. 
Il tutto è condito da un'ambientazione ottima, tra boschi e baie, e una colonna sonora che fa sciogliersi ancora di più nelle lacrime, grazie alle composizioni di Dave Grusin, nominate all'Oscar.
E parlando di Oscar, entrambi gli attori lo hanno giustamente portato a casa, facendo fare un nuovo picco alla loro carriera (per lei) e terminandola nel modo migliore (per lui).
Se, come a me, mancava, recuperatelo. Perchè anche se i vecchini non vi attirano, la giusta dose di ironia, sagacia e romanticismo vi conquisterà!


Si uniscono ai festeggiamenti:

Director's cult

Montecristo

Pensieri Cannibali

Scrivenny

WhiterRussian

Frank Manila

16 commenti:

  1. Buon KHDAY!!
    Questo film lo devo recuperare.

    Ho notato che sul comodino hai "Oltre il confine" di McCarthy, il mio scrittore preferito. Se ti piace l'autore ti consiglio "Meridiano di sangue" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recuperalo recuperalo che è proprio bellino!

      Oltre il confine è il primo che leggo di McCarthy, ora che adoro il suo stile mi butto anche su La strada e segno il tuo consiglio, grazie :)

      Elimina
  2. anche io sul fronte katharine hepburn sono parecchio scarso.
    e ciò è un peccato.
    per quanto riguarda nicolas cage invece, i suoi film è meglio perderli che trovarli ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difatti del caro Nicolas non ho ancora recuperato mezzo film :) Quelli di Katharine invece credo non tarderò a vedermeli!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Mi sa che siamo in pochi ad essere ferrati con Katahrine... mal comune mezzo gaudio :)

      Elimina
  4. io lo vidi al cinema con mio padre che non era proprio tipo che gradiva molto questi film...ma c'era Henry Fonda il suo attore preferito....Buon KHday da un mancato partecipante per dimenticanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui Fonda è pazzesco, davvero, mi sono innamorata della sua scontrosità dal cuore d'oro! E da Bradipo, mi sa che non ti smentisci :) Buon KHD anche a te!

      Elimina
  5. Uh, che bell'amarcord, l'ho visto una volta sola, che bello riscoprire questi film grazie al conclave di blogger!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riscoprire o anche solo scoprire, purtroppo per me...

      Elimina
  6. Buon KHDay, una celebrazione fondamentale per un'attrice fondamentale.
    Questo film manca anche a me, ma recuperero'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo per qualche lacrima e qualche bella risata che scaldano il cuore, e per un'attrice fantastica!

      Elimina
  7. Consolati, io non ne ho mai visto nemmeno uno e non sono riuscita a partecipare alla celebrazione... sigh!!!
    Buon KHD in ritardissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho colto l'occasione al volo, almeno uno dalla lista lo posso togliere :)!

      Elimina
  8. Sono proprio vecchia (e strana) perchè ho passato i pomeriggi dell'adolescenza guardando i film anni 40 di Hollywood... Lei era fantastica e secondo me bellissima; che ridere "Susanna!" con Cary Grant...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello infatti me lo voglio recuperare, quelle commedie d'altri tempo sono sempre fascinose!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...