17 maggio 2013

Revenge - Seconda Stagione

Quando i film si fanno ad episodi

Intrighi, colpi di scena, amore e tradimenti più una spruzzata di trash che non faceva male.
Tutto questo era la prima stagione di Revenge. Arrivato l’autunno il problema dello show era riuscire a trovare una storia che portasse avanti il piano di Emily/Amanda dopo il colpo di scena finale e l’ampliarsi dei suoi nemici.
La scelta fatta non ha certo premiato, però, perché da una vendetta privata e guidata dai sentimenti si passa a teorie complottiste e a una serie di nuovi personaggi che entrano a far parte vuoi da uno o vuoi dall’altro lato del campo. Personaggi non però all’altezza della cattivery tra Emilie e la sempre butolinata Victoria, e che se anche nascondono un passato interessante che si lega all’attentato del volo 197 non fanno breccia nel cuore come i veterani sono riusciti a fare.


Da una madre instabile (nonostante l’interpretazione di Jennifer Jason Leigh) a un nuovo amore sia per Emily che per Nolan, a due cattivi stereotipati nel ruolo dei bulli, fino alla fortunatamente non troppo sventolata stalker lesbo, queste new entry mancano di appeal e di graniticità (si salva solo Aiden grazie ai muscoli e al ruolo più di primo piano).
La storia prosegue così a sbalzi, tra le tante pause che hanno funestato la trasmissione a causa della programmazione USA che non ha certo giovato al pubblico, e tirare le fila lungo tutti e 22 gli episodi è stata dura. A risentirne sono stati i fan della prima ora, un po’ disorientati nel nuovo scenario che gli Hamptons offrono tra il patron Greyson candidato a senatore, Daniel nuovo dirigente dell’azienda e le liaison in corso. Emily continua così a dividersi tra fidanzata perfetta e macchina da guerra, ed è solo dopo il midseason finale, dove il colpo di scena non manca anche se poco sentito, che il suo piano ritorna nei binari.
Si prosegue così arrivando ad un doppio episodio conclusivo, dove per fortuna non solo si assiste all’ormai banale accoppiata morto/bambino in arrivo, ma c’è spazio per una verità rivelata che stende al futuro una terza stagione con molta carne al fuoco.
Peccato che il creatore di Revenge, Mike Kelly, non ci sarà, visto il disaccordo con l’ABC sulla costruzione di una stagione meno lunga. E visto il risultato di quest’anno, non gli si può che dargli ragione.


8 commenti:

  1. La prima stagione fino al 8/9 episodio era anche sostenibile ma poi l'hanno soap-operata e così ho lasciato la visione a mia moglie che mi uccide se non le aggiorno il lettore con gli ultimi episodi... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Eddie, la serie è parecchio femminile e ricca di intrighi stile Beautiful! Nonostante tutto mi appassiona e uno sguardo alla terza lo darò volentieri!

      Elimina
  2. sì, stagione discontinua.
    però almeno con il grande season finale si è ritornati al bel revenge di una volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già già!Si sono salvati in corner e hanno impostato il tutto per farmi desiderare l'arrivo della terza in fretta!

      Elimina
  3. eh già, io l'ho abbandonato a metà della seconda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai pazienza il finale merita e sembra promettere un miglioramento per il futuro!

      Elimina
  4. Il nostro beautiful telefilmico <3 io la sto seguendo in italiano (orrore qui) con mia madre. Mi sono già spoilerata tutto, ovviamente. Sta stagione è proprio una mezza delusione ma non vedo l'ora di gustarmi la puntata finale ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho visto la prima in italiano e visto lo scempio al povero Nolan sono tornata all'originale! Vedrai che il finale ti soddisferà!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...