29 luglio 2015

Venezia 72 - Il Programma

Anche quest'anno il blog è felice di trasferirsi in quel del Lido per il Festival di Venezia.
Dal 2 al 12 settembre, riprenderà quel tran tran di almeno 6 film al giorno, di poco tempo per pranzare, di tante chiacchiere sul cinema, e sarà sicuramente un bel festival per quanto manchino i nomi davvero di grido, e che quindi la contemporaneità con Toronto giochi piuttosto a sfavore della vetrina veneziana.
A guardare il programma presentato quest'oggi, i nomi d'autore però ci sono a partire dal poker italiano composto da Bellocchio, Guadagnino, Gaudino e Messina fino ad arrivare alle pellicole americane tra cui spicca senza dubbio quel tanto atteso The Danish Girl con il premio Oscar Eddie Redmayne nei panni della prima persona ad effettuare il cambio di sesso, a seguire Equals, con Kristen Stewart, Jacki Weaver e Guy Pearce, e quel Cary Fukahaga che si è fatto conoscere con la serie True Detective.
Non mancheranno le star tra il film di apertura con Keira Knightley e Jake Gyllenhaal, Johnny Depp e Benedict Cumberbatch insieme nel film di Scott Cooper e l'imprevedibile presenza di Shia LeBeouf nella sezione orizzonti con il regista Dito Montiel.
Il mio cuore, comunque, batterà per il ritorno di Charlie Kaufman che sperimenta nell'animazione e il cui film (Anomalisa) porta anche il mio nome.


Per scoprire come tutto questo sarà, non resta che aspettare pazientemente settembre, intanto, qui di seguito tutto il programma del Festival:


IN CONCORSO

Abluka (Frenzy) di Emin Alper - Turchia, Francia, Qatar
Heart of a Dog di Laurie Anderson - Usa
Sangue del mio Sangue di Marco Bellocchio - Italia, Francia Svizzera
Looking for Grace di Sue Brooks - Australia
Equals di Drake Doremus - Usa
Remember di Atom Egoyan - Canada, Germania
Beasts of No Nation di Cary Fukunaga - Usa
Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino - Italia, Francia
Marguerite di Xavier Giannoli - Francia, Repubblica Ceca, Belgio
Rabin, the last day di Amos Gitai - Israele, Francia
A bigger splash di Luca Guadagnino - Italia, Francia
The endless river di Oliver Hermanus - Sud Africa, Francia
The Danish Girl di Tom Hooper - Gran Bretagna Usa
Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson - Usa (animazione)
L'Attesa di Piero Messina - Italia, Francia
11 Minut (11 minutes) di Jerzy Skolimowski - Polonia, Irlanda
Francofonia di Aleksandr Sokurov - Francia, Germania, Paesi Bassi
El Clan di Pablo Trapero - Argentina, Spagna
Desde Allà di Lorenzo Vigas - Venezuela, Messico
L'Hermine di Kristian Vincent - Francia
Behemoth di Zhao Liang - Cina, Francia (documentario)

FUORI CONCORSO

FILM D'APERTURA
Everest di Baltasar Kormakur - Gran Bretagna, Usa

FILM DI CHIUSURA

Lao Pao Er (Mr Six) di Hu Guan - Cina

FICTION
Go with Me di Daniel Alfredson - Usa, Canada, Svezia
Non essere cattivo di Claudio Caligari - Italia
Black Mass di Scott Cooper - Usa
Spotlight di Thomas McCarthy - Usa
La Calle de la Amargura di Arturo Ripstein - Messico, Spagna
The Audition di Martin Scorsese - Usa

NON FICTION
Winter on Fire di Evgeny Afineevsky - Ucraina (documentario)
The Palma di Noah Baumbach e Jake Paltrow - Usa (documentario)
Janis di Amy Berg - Usa (documentario)
Sobytie (the event) di Sergei Loznitsa - Paesi Bassi, Belgio (documentario)
Gli uomini di questa città io non li conosco di Franco Maresco - Italia (documentario)
L'esercito più piccolo del mondo di Gianfranco Pannone - Città del Vaticano, Italia, Svizzera (documentario)
Na Ri Xiavu (Afternoon) di Tsai Ming-liang - Thaipei Cinese
In Jackson Heights di Frederick Wiseman - Usa (documentario)

PROIEZIONE SPECIALE
Human di Yann Arthus-Bertrand - Francia (documentario)

LEONE D'ORO ALLA CARRIERA
Le vie et rien d'autre di Bertrand Tavernier - Francia

ORIZZONTI
Madame Courage di Merzak Allouache - Algeria, Francia, Emirati Arabi Uniti
A Copy of my mind di Joko Anwar - Indonesia, Corea del Sud
Pecore in Erba di Alberto Caviglia - Italia
Tempête di Samuel Collardey - Francia
The Childood of a Leader di Brady Corbet - Gran Bretagna, Ungheria, Belgio, Francia
Italian Gangster di Renato de Maria - Italia
Charshanbeh, 19 ordibehesht (Wednesday, May 9) di Vahid Jalilvandd - Iran
Mountain di Yaelle Kayam - Israele
Krigen (a War) di Tobias Lindholm - Danimarca
Visaaranai (interrogation) di Vetri Maaran - India
Free in Deed di Jake Mahaffy - Usa, Nuova Zelanda
Boi Neon di Gabriel Mascaro - Brasile, Uruguay, Paesi Bassi
Man Down di Dito Montiel - Usa
Lama Azavtani (Why Hast Thou Forsaken Me?) di Hadar Morag - Israele, Francia
Un Monstruo de mil Cabezas di Rodrigo Flà - Messico
Mate-Me por Favor di Anita Rocha da Silveira - Brasile, Argentina
Taj Mahal di Nicolas Saada - Francia, Belgio
Interruption di Yorgos Zois - Gracia, Francia, Croazia

ORIZZONTI CORTOMETRAGGI
New Eyes di Hiwot Admasu Getaneh - Francia, Germania
E.T.E.R.N.I.T. di Giovanni Aloi - Francia
En Defensa Propia di Mariana Arriaga - Messico
Violence en Réunion di Karim Boukercha - Francia
It seems to Hang On di Kevin Jerome Everson - Usa
Tarantula di Aly Muritiba e Marja Calafange - Brasile

3 commenti:

  1. Che programma super radical! ;)

    RispondiElimina
  2. E' vero, il film di Kaufman porta il tuo nome... e non credo sia un caso!! :D :D

    Scherzi a parte, così sulla carta mi pare un buon programma, in perfetta linea con lo stile-Barbera (autoriale e sobrio) con perfino qualche timida concessione al glaumour. Se devo trovare un difetto? Troppi film italiani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quattro sono davvero tanti, anche se uno ha tutto il sapore internazionale del caso... non vedo l'ora di giudicarli, ovviamente, e la mia gioia per poter forse vedere Kaufman è immensa!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...