9 febbraio 2016

Galavant - Stagione 2

Quando i film si fanno ad episodi

Non ci credevano nemmeno loro che fosse possibile sconfiggere il cattivo orso della cancellazione, e invece, a poco più di un anno da quella sorprendete e divertentissima stagione d'esordio, siamo di nuovo qui, in una New Season che promette altrettante risate, altrettante canzoncine leggere ed orecchiabili.
C'è infatti ancora una principessa da salvare, a cui il cuore dell'eroe indomito Galavant deve accorrere, c'è un nuovo aiutante -che è il cattivo ormai sconfitto e rabbonito dell'anno prima-, mentre quell'altro aiutante viene assunto dai nuovi cattivi, una coppia fatta dalla precedente bella e da quel boia/aguzzino che si ritrova re.
Vi siete persi?
In realtà, stare dietro a tutte queste svolte è un vero piacere, perchè pur mancando l'effetto sorpresa iniziale, pur ormai aspettandosi balli e canzonette, e pur aggiungendo personaggi perdendone per strada alcuni, Galavant resta un piacere da vedere e da sentire.
I 10 nuovi episodi scorrono via lisci, verso quel finale già annunciato e già spoilerato, rimaneggiando di volta in volta cliché, riarrangiando sopra arie vagamente note canti di ribellione o d'amore.
No, la noia non è però di casa, perchè nei semplici 20 minuti, come dichiara nel finale anche il giullare di corte, ne succedono davvero di ogni, perfino la morte di un protagonista, perfino la rottura di una coppia all'apparenza solida.



È sempre la sua storyline, comunque, quella di Galavant che si segue con più passione, alla ricerca di un esercito che lo aiuti a liberare Isabella, aiutato dall'ex re Richard, in realtà un ostacolo che solo l'amore (anche per una lucertola/drago) può redimere. Per riuscirci affronterà gaybar, nani, giganti e padri ingombranti, affronterà pure la morte mentre Isabella chiamata ad organizzare le nozze con il cugino undicenne, verrà prima plagiata e poi forzata ad essere una vera regina leader.
In mezzo al guazzabuglio che si crea a Valencia, ad essere sacrificati sono i ruoli del cuoco Vincenzo e della sua bella Gwynne, che infatti non compaiono in tutti gli episodi, mentre fanno il loro ingresso una donna guerriero che sa affascinare Richard, e un wedding planner, all'occorrenza anche war planner con i propri tornaconti.
Quest'anno poi non ci si è risparmiato nemmeno con le guest stars d'eccezione, a partire da un buffissimo Eddie Marsan, passando per la cantante e attrice Sheridan Smith, fino a Kylie Minogue, per cui il set è stato galeotto visto che tra lei e il bel protagonista Joshua Sasse è scoccato l'amore.
Il finale chiuso ma ancora aperto fa sperare che la lotta contro l'orso della cancellazione venga battuta anche questa volta, perchè la mente di sceneggiatori che sanno tirar fuori una foresta delle coincidenze o una canzone come Today We Rise e la cat fight I don't like you, non può rimanere a riposo!


3 commenti:

  1. Mi mancano le ultime due puntate. Comunque, tanto amore per tutti loro!

    RispondiElimina
  2. Per il momento l'ho messa in stand-by.
    Resta sempre carina, però la mancanza dell'effetto sorpresa per me si è fatto sentire e la serie mi ha cominciato a stufare un po'...
    Lo so, sono uno che si stufa in fretta di tutto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si fa a stancarsi con episodi frizzantini e canticchianti di soli 10 minuti?! Male, molto male :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...