26 marzo 2016

Un Momento di Follia

Andiamo al Cinema

La bellezza della Corsica, il suo calore, il sole, la libertà del dopo divorzio, e una giovane dal corpo perfetto che ti si concede.
Cosa volere di più dalla vita?
Sembrerebbe una vacanza perfetta, certo, peccato che quella giovane dal corpo perfetto che stuzzica e si concede è la figlia del tuo migliore amico, e cosa peggiore migliore amica di tua figlia, il che vuol dire che di anni ne ha 17, la maggiore età dista ancora 8 mesi.
È un problema poi perchè se si può cedere, in un momento di follia come da titolo, poi quella stessa giovane con il suo corpo perfetto che non disdegna di mostrare, ti ossessiona, ti perseguita, minando il rapporto già precario con tua figlia, e minacciando quello con il tuo migliore amico, in preda ai suoi problemi di separazione, che cieco non si accorge di nulla.



La premessa del film potrebbe essere quella delle più classiche commedie degli equivoci, con tanto di siparietti sexy e di confessioni che stentano ad arrivare.
In mano ai più chic francesi, il tutto diventa ovviamente più chic, più di classe, non fosse che per la presenza di un Vincent Cassel mai piaciuto ma qui inopinabilmente affascinante, e quel François Cluzet conosciuto ai tempi di Quasi Amici.
Metteteci poi due giovani quasi debuttanti come Lola Le Lann e Alice Isaaz che hanno dalla loro una bellezza fresca e stuzzicante, e il quadretto che si compone fra le bellezze naturali di una Corsica da cartolina, è di quelli da vedere.
Peccato però che a un inizio pieno di sole e buone speranze, che fanno prevedere intrighi e segreti, seguono siparietti piuttosto irritanti da parte di Louna/Lola, che c'avrà il corpo, ma la recitazione -soprattutto fra le lacrime- non è proprio il suo forte, e che andando avanti, quel padre cieco, ossessionato da una moglie che non c'è e non lo vuole, dai cinghiali che devastano il suo giardino, perde definitamente la testa facendo capire da chi cotanta figlia ha preso la sua irritabilità.


E tutto scema tra una battuta di caccia, una battuta al DJ, urla e grida che si susseguono fino ad un finale che almeno non si fa prevedibile, non si fa tragedia.
Il punto di forza in una storia non del tutto originale (ma d'altro canto siamo di fronte a un remake di un remake), poteva essere il punto di vista di una figlia che si vede doppiamente tradita, dal padre e dall'amica, ma Marie/Alice a parte qualche occhiataccia e un intuito da detective, viene lasciata anche troppo in disparte.
Il momento di follia passa quindi leggero ed elegante, facendoci sentire quell'estate che non si stacca di dosso, facendoci rivivere gli ardori della gioventù, ma a guardare in faccia la realtà, guardando in faccia quell'età che è passata portando la ragione, quella follia ci sembra già sbiadire.


Regia Jean-François Richet
Sceneggiatura Lisa Azuelos, Jean-François Richet
Cast Vincent Cassel, François Cluzet, Lola Le Lann, Alice Isaaz
Se ti è piaciuto guarda anche

7 commenti:

  1. Concordo con te. Locations splendide, lei bomba sexy, lui (nel suo genere e per i suoi cinquant'anni) altrettanto, però mi aspettavo qualcosa in più. Il pregio è che non diventa mai volgare, il rischio Cinepanettone era dietro l'angolo. Però, forse, nel finale avrei voluto il grottesco, la tragedia, che ci si aspettava oppure no. Quei fucili per la caccia ai cinghiali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quei fucili appena sono stati inquadrati mi hanno fatto bisbigliare un "eccoli lí", e invece, per fortuna, almeno questo cliché ce l'hanno risparmiato.

      Elimina
  2. Mica scemi questi due, certo che questi francesi ci sanno veramente fare in questi tipi e genere di pellicole ;)

    RispondiElimina
  3. Nutro grossi dubbi, ma appena posso me lo schiaffo anch'io.
    Staremo a vedere.

    RispondiElimina
  4. A me è piaciuto parecchio, sarà per Lola... :)

    Comunque va beh che oggi è il suo bloggheanno, però Lisa ti stai davvero fordianizzando troppo quest'anno. Non va mica bene! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendoti tra Louna e Marie il tuo giudizio é stato di molto influenzato... La mia fordizzazione mi spaventa, ma vedrai, riuscirò a tornare fra le tue grazie ;)

      Elimina
  5. Mi ha divertita questo film e concordo pure io con tutti i commenti; lei bellissima e pure lui non scherza. Non è altro che un'intrattenimento "francesotto" con una colonna sonora bella carica... Difatti non vedo l'ora che sia estate e Un momento di follia inganna bene l'attesa :P

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...