27 dicembre 2013

In Central Perk Awards - Diludendi e Cantonate 2013 [Serie TV]

In un anno molto molto ricco di visioni telefilmiche, le delusioni non sono state poi tante, ma alcune hanno lasciato il segno.
Questa top 10 si divide così tra diludendi che possono ancora migliorare e sorprendere, e finali imperdonabili e inspiegabili.

10. American Horror Story: Coven


La prima parte di stagione sta in bilico tra trash e genio, scadendo però spesso e volentieri nel primo. I margini di miglioramento sono ampi, anche perchè il cast è comunque di alto livello!

9. Homeland - Terza Stagione


Dopo le prime due stagione folgoranti, questa terza si presenta come discontinua, partendo molto lenta, esplodendo, per poi tornare a rallentarsi con un finale che sa di fine definitiva. 
Peccato che la conferma per il prossimo anno ci sia già stata.

8. The Paradise - Prima Stagione


Serie Uk in costume molto femminile che cerca di svincolarsi da romanticherie varie. 
Ma non all'altezza di altri prodotti d'oltremanica e nel finale scivola in quel romanticismo classico da cui cercava di allontanarsi.
La recensione
7. Downton Abbey - Quarta Stagione


La serie degna di Grey's Anatomy per morti presenti, continua sulla scia soap opera ad intrecciare e accoppiare i suoi personaggi. 
Stagione di passaggio senza troppe sorprese.
La recensione

6. Revenge - Seconda Stagione


Guilty pleasure per eccellenza, non riesce però a confermare la solidità della prima stagione, navigando spesso in brodi allungati che creano discontinuità nella trama e nello sviluppo.
La recensione

5. Boardwalk Empire - Quarta Stagione


La perfezione stilistica del prodotto non si tocca, né il cast, ma i troppi personaggi da seguire e la non così appassionante trama non riescono a coinvolgere, finendo invece per annoiare. Abbandonata senza troppi sensi di colpa.

4. Bates Motel - Prima Stagione


Ambientato ai giorni nostri, il giovane psicolabile Norman Bates diventa una serie molto teen, con tanto glamour vintage ma poca sostanza. Nonostante una Vera Farmiga in parte, manca quel mordente anche solo per renderla una serie guilty pleasure.


3. The Following - Prima Stagione


L'episodio pilota prometteva scintille, andando avanti, invece, si inciampa in trashate e assurdità di ogni sorta, che rendono la serie thriller involontariamente comica. Peccato, perchè Kevin Bacon ha sempre il suo perchè.
La recensione
2. Misfits - Quinta Stagione


Dopo la non brillante quarta, questa che è la stagione conclusiva dell'intera serie non decolla. Ci si diverte, sì, ma gli ingranaggi iniziano a scricchiolare, e la chiusa è una delle peggiori.
La recensione

1. Dexter - Ottava Stagione


La serie che aveva illuminato il teleschermo ormai 8 anni fa, finisce nel peggiore dei modi, con una stagione senza capo né coda, pasticciata e anche mal scritta. 
Grosso grosso diludendo, anche se prevedibile visti gli scorsi anni.
La recensione

4 commenti:

  1. Aaaargh! Mi bocci Dexter! Chissà cosa mi aspetta i prossimi anni su Rai4...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preparati! Mi pare si sia ancora alla quarta su Rai4, dove tutto filava liscio. Poi è una discesa in caduta libera!

      Elimina
  2. sono decisamente d'accordo, a parte bates motel che ho trovato caruccio.
    dexter e misfits terrificanti quest'anno, davvero in caduta libera...
    homeland sì è stato un po' inferiore rispetto alle prime 2 stagioni, però resta sempre una roba grandiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Homeland è stato grandioso nella parte di mezzo, poi ha rallentato decisamente il passo giocando ancora una volta la carta "Carrie Mina Vagante". Il vero problema sta in un finale fin troppo finale che rischia di ammazzare la serie.
      Dexter e Misfits inaccettabili!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...