9 ottobre 2014

Silenzio in Sala - Le Nuove Uscite al Cinema

La stagione cinematografica fatica ad ingranare, si era notato, no?
A cercare di dare una mano, almeno dal punto di vista qualitativo (che gli incassi probabilmente piangeranno ancora), ci pensano allora gli arrivi festivalieri a cui difficilmente si riuscirà a dire di no dopo le mie minacce.
Oltre a questi, pellicole di dubbio gusto dall'Italia, commedia e azione che non fan male a nessuno e l'ormai immancabile filmone per adolescenti.
Mettiamo un po' di ordine, allora, con qualche consiglio:

Class Enemy
Lo scorso anno a Venezia è stata una graditissima sorpresa nelle sezioni parallele al concorso ufficiale.
Chiusi fra le mura di una scuola, assistiamo inermi alla fragilità di una ragazza, ai modi duri di un professore e alle conseguenze inaspettate che vanno psicologicamente ad intaccare tutti i protagonisti.
Una visione assolutamente raccomandata, dalla Slovenia con amore.
Per saperne di più, ne scrissi QUI




Io Sto con la Sposa
Dall'edizione 70 alla 71, altra sorpresa recente veneziana.
Anche in questo caso la visione è consigliatissima, e se siete ancora incerti, lasciatevi convincere da quanto scritto QUI.








Il Regno d'Inverno
Altra proposta festivaliera, questa volta arriva però dalla Croisette di Cannes, dove il turco Nuri Bilge Ceylan si è accaparrato la Palma d'Oro. Il regista ci immerge ancora nell'Anatolia senza tempo, dilungando a dismisura la durata (196 minuti) per raccontarci di uomo, della sua passione per la recitazione, del suo villaggio.
Sperando l'effetto sia meno soporifero di quel C'era una volta..., anche solo per capire se i francesi c'hanno azzeccato anche quest'anno, lo si va a vedere.
Trailer

Amore, Cucina e Curry
Cinema e cucina sono spesso un binomio che fa nascere commedie deliziose. Lasse Hallström ne sa qualcosa visto che ha firmato quel Chocolat godurioso, e ci riprova con Helen Mirren il cui ristorante stellato viene minacciato dal successo della cucina indiana.
Giusto per far venire un po' di acquolina in bocca, dimenticando le facili banalità della trama.
Trailer




I Due Volti di Gennaio
I nomi di Viggo Mortensen, Kirsten Dunst e Omar Isaac dovrebbero richiamare il pubblico, ma la storia ambientata in Grecia di un affarista dalla dubbia onestà e di un imbroglione che lo aiuta perchè attratto dalla moglie, sa di quei thriller solidi, per carità, ma già vecchi che invece non attirano la sottoscritta.
Trailer





Maze Runner - Il Labirinto
I romanzi young adult stanno facendo la fortuna del cinema, e dopo le saghe di Hunger Games e di Divergent un altro futuro distopico ci si presenta, con giovani dimentichi del proprio passato che si ritrovano in una Radura circondata da un pericoloso labirinto.
Citazionista e scopiazzato quanto basta da tanti altri film, sarà di sicura presa sugli adolescenti, che ritroveranno la Kaya Scodelario di Skins.
Trailer




The Equalizer - Il Vendicatore
Se c'è un'altra cosa che sa subito di vecchio, quella è Denzel Washington. Se in più veste i panni di un vendicatore personale che si rifà su ladri e si innamora di una prostituta sfruttata (Chloë Grace Moretz), bè... la sensazione diventa realtà.
Per appassionati del genere, che non si stancano di questi cliché e di queste ripetizioni.
Trailer




Amoreodio
Mymovies segnala l'ispirazione del film alle vicende di Novi Ligure. Guardando il Trailer, però, sembra uno di quei drammi italiani che pesano già dal titolo, e che non promettono nulla di buono o nulla di nuovo.
L'ispirazione ai fatti reali sembra così solo un inutile clamore (che non aiuterà la distribuzione sicuramente con il contagocce) che si poteva anche evitare.




Tutto Molto Bello
Vi rendete conto che Paolo Ruffini è riuscito a fare il suo secondo film da regista?
Ve ne rendete conto?
Guardiamo il Trailer e piangiamo.

2 commenti:

  1. Ma davvero Class Enemy era a Venezia l'anno scorso?? Giuro che non lo sapevo, mi è sfuggito clamorosamente!
    Domani sera proverò a vedere 'The Equalizer' (qualche volta bisogna accontentare anche gli amici...). Tendenzialmente la penso come te, anche se Fuqua e Washington avevano strabiliato in 'Training Day'. Ma sono passati molti, molti anni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Washington non mi ha mai entusiasmato, e visti i tanti cliché nella trama del film fin troppo al maschile, poi, lo evito senza problemi!
      Class Enemy era nella settimana della critica, una gran bella sorpresa, anche perchè di un'esordiente 28enne sloveno: vedilo, se si riesce, perchè è stata una delle visioni più interessanti del Lido per me :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...