20 ottobre 2015

Se io fossi regista...

In questo martedì 20 ottobre il buon Kris Kelvin di Solaris ha posto a noi della blogosfera una sfida: se foste dei registi, che film vi sareste divertiti a girare?
La domanda non è così banale come sembra, non basta elencare i propri film del cuore, perché -come per me- non sempre sarebbero stati divertenti, stimolanti, o semplicemente possibili da realizzare con le proprie forze
E poi, non è che il seguire tutto il dietro le quinte, tutto il logorante lavoro di produzione, tolga poi tutta quella magia che invece ritroviamo su schermo, togliendoci anche la possibilità di chiederci come sia stato possibile il tutto?
E allora, dopo questa introduzione, e dopo un lungo riflettere, questi sono i 5 film con cui mi sarebbe piaciuto misurarmi, e a rispondere è il cuore, la mente, l’indole e la natura.
Insomma, se fossi un regista di qualità, avrei diretto:

5. James Bond


Al di là del piacere di trovare una soluzione alle scene più adrenaliniche da girare, essere regista di un solo film o dell’intera saga dell’agente 007 significa in poche parole girare il mondo, a spese della produzione: chi non vorrebbe farlo?

4. Moulin Rouge


Unire l’energia della musica alla spettacolarità delle immagini? 
Pronta per la sfida e desiderosa di dirigere un musical! 
Immersa in quella Parigi kitsch e bohemienne, sarebbe poi un piacere non da poco dover dare dritte e suggerimenti a un tipo come Ewan McGregor.

3. Up


Uno: capirei finalmente la magia della computer grafica, potendo immaginare e vedere realizzate le mie idee a suon di codici e colpi sulla tastiera.
Due: un giro in Argentina, alla scoperta dei luoghi da poi riprodurre, sarebbe un’esperienza niente male.
Tre: lavorerei all’interno dello studios più folle del mondo, un sogno che si realizza.

2. I Tenenbaum


Lo dichiaro una volta per tutte: sono una precisina, una fissata con l’ordine e con la pulizia, non a livelli maniacali, però Wes Anderson con le sue traiettorie precise e geometriche, con la sua fotografia che inquadra ben bene e la sua schematicità nella divisione in capitoli, mi fa stare bene proprio perché affine alla mia mentalità.
Immagino quindi che dirigere Owen Wilson & Co. nelle loro avventure molto british, rientrerebbe nelle mie corde, e ricercherei sena fatica lo stesso ordine, la stessa perfezione.

1. Boyhood


Al di là della preferenza personale, trovo bellissimo e coinvolgente l’idea di riunire una volta l’anno lo stesso gruppo di persone (tecnici e attori) per 12 anni di fila, ritrovarsi per raccontare una storia via via influenzata dall’avanzare del tempo. Una fatica che solo rimanendo sempre con la mente aperta e stimolata si potrebbe affrontare.
Per questo, in questo primo posto, ci starebbe benissimo anche la trilogia dei Before di Linklater, che analizza invece una storia d’amore lunga 18 anni.
Un tipo di cinema, che racconta la vita, che è un po’ come lo intenderei io… se fossi un regista!

Siete curiosi di sapere cosa gli altri blogger avrebbero voluto dirigere?
Fate un salto da loro e lo saprete:

Solaris
Pensieri Cannibali
White Russian
Cinquecento Film Insieme
Scrivenny
Mari's Red Room
Director's Cult
Non C'è Paragone

26 commenti:

  1. Tranne per Anderson (sai già!), approvo tutto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e Wes con le nostre menti schematiche andiamo a braccetto, che ci possiamo fare :)

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie! Ti aspetto a Parigi sul set ;)

      Elimina
  3. Disapprovo James Bond, mentre, come ho detto, non sarei mai in grado di dirigere un film d'animazione. Per il resto titoli più che OKK!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bond é lì per fare aggratis il giro del mondo nelle varie location, negli studi Pixar invece lavorerei anche come donna delle pulizie per quanto dev'essere divertente!

      Elimina
  4. Ecco, di questa lista salvo solo 007 e Up, gli altri lascio proprio perdere (ovviamente io parlo di gusti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalla tua top 5 ho notato, sì, che abbiamo gusti molto diversi ;)

      Elimina
  5. Concordo su James Bond, solo nell'ultimo Skyfall c'è un giro del mondo degno di Mr. Fogg! Boyhood e company, che dire, grande scelta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, dalla Russia con amore allo Scozia più deserta, girare con Sean o Daniel sarebbe fantastico :)

      Elimina
  6. i film che dirigereste parlano tanto di voi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sotto sotto Kelvin ha voluto psicanalizzarci, ne son sicura...

      Elimina
  7. Come regista di un film bondiano non ti vedrei troppo...
    Per gli altri invece decisamente di più. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Combinerei dei gran disastri nelle scene d'azione, ma almeno mi godrei le location: male per la produzione, bene per me ;)

      Elimina
  8. Carina! Non mi aspettavo Bond, ma dopo avere letto la motivazione alzo le mani, come darti torto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cercato altri film che fan viaggiare così tanto, ma alla fine mi accontento anche solo di 24 capitoli, che vuoi che sia!

      Elimina
  9. L'idea di Boyhood è davvero ottima. Brava ad averlo inserito.
    Lista, comunque, approvatissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo a Linklater ad aver avuto l'idea e la pazienza, anche con la coppia dei Before: é proprio il cinema che piace a me!

      Elimina
  10. Up è meraviglioso. Ma non avrei mai diretto Boyhood mentre uno 007 l'avrei fatto anche gratis, soprattutto Skyfall.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Skyfall ha dalla sua anche una signora sceneggiatura, come darti torto!

      Elimina
  11. Lista un po' lontanuccia dalle mie corde, a parte per "Up" e "I Tenembaum"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena mi torna una linea decente inserisco anche il tuo link, corro a leggerti!

      Elimina
  12. Beh, Lisa... per quello che ti conosco questa lista ti rappresenta alla perfezione! Insomma, sei proprio te ;)
    Apprezzo il fatto che non hai messo niente di Kaufman: in effetti il suo stile penso sia unico, inimitabile per chiunque, troppo personale anche solo per sognare di emularlo.
    Una playlist davvero sincera: bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sauro, per le parole e anche per l'idea di questo gioco solo all'apparenza banale ma che in realtà rivela molto di noi.
      Kaufman non l'ho inserito perché son convinta che vedere e assistere al dietro le quinte dei suoi film ne rovinerebbe la magia, vuoi mettere vederli e rivederli e ogni volta scoprire qualcosa di nuovo? Non riuscirei mai a rinunciare a questa possibilità!

      Elimina
    2. E' vero, ti capisco benissimo!

      Elimina
  13. Sai che anche io ho pensato di metterci i Tenenbaum? xD E' uno dei miei preferiti di Wes, ma poi ho optato per altro.
    Up invece è uno dei cartoni che amo di meno della Pixar, e ne amo davvero tanti.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...