31 agosto 2012

Silenzio in Sala

A Venezia le star sono arrivate, i film iniziano a far discutere (Paradies: Glube di Seidl è già scandalo per le scena di sesso con un crocefisso) ma oggi è il giorno di Francesco Rosi a cui verrà consegnato un meritato Leone d’oro alla carriera.
Il venerdì arrivano nelle sale nuove pellicole, ecco le più interessanti:

Womb

Ricorda un po' Non lasciarmi la trama di questo film. Eva Green interpreta infatti Rebecca che quando perde il suo grande amore in un incidente decide di farlo clonare come suo figlio. La decisione, e il tempo che passa, porteranno tormenti sentimentali e morali, e l'inevitabile scontri con una società piena di pregiudizi nei confronti dei cloni.

Guarda il Trailer




Eva

Science fiction europea che porta la firma dello spagnolo Kike Maìllo. La storia è un Pinocchio moderno, con uno scienziato che cerca di creare un bambino robot, ospite nella casa del fratello distrutto per la morte della moglie la cui nipote sembra avere più di un segreto da nascondere.

Guarda il Trailer






Monsieur Lazhar

L’elaborazione del lutto può arrivare da strade inaspettate. E’ il caso del professore Lazhar, colpito dalla perdita della moglie, che entrerà come supplente in una classe che ha invece misteriosamente perso l’insegnate. Insieme, nonostante l’iniziale diffidenza, sapranno affrontare le giornate più dure. Piccolo gioiello canadese.

Guarda il Trailer




30 agosto 2012

The Dark Knight Rises

Andiamo al Cinema.



E’ forse uno dei film più attesi dell’anno, la conclusione che tutti aspettano dell’osannata trilogia del Cavaliere Oscuro. Christopher Nolan chiude così la sua relazione con Batman, distante anni luce da quella discussa di Joel Schumacher ma anche dallo stile pop e fumettistico di Tim Burton, la poetica del regista è riuscita a rendere un blockbuster ricco di anima, creando un uomo pipistrello più tetro e umano che mai.
Anche in questo terzo capitolo, Bruce Wayne viene mostrato nel suo lato più fragile, prigioniero di se stesso e della sua malinconia dopo la perdita dell’amata Rachel, mentre Gotham vive un insperato e quanto mai fragile momento di pace e tranquillità. A rompere l’armonia è infatti Bane, malvivente muscoloso e potente pronto a tutto pur di distruggere la città. L’azione entra infatti nei binari proprio con la rivolta di cittadini e delinquenti, l’impatto spettacolare delle detonazioni che segnano l’inizio del dominio di Bane con la colonna sonora che incalza in crescendi, porta anche al risveglio di Batman, il supereroe si ritrova così a dover affrontare prima di tutti se stesso, Bruce, per riuscire a sopravvivere e salvare la sua gente.
Il cast, ricco di star e di aficionados di Nolan, riconferma i volti noti di Christian Bale, Morgan Freeman, Gary Oldman e Michael Caine mentre entrano in gioco Tom Hardy, Marion Cotillard, Anne Hathaway e Joseph Gordon-Levitt (entrambi convincenti nelle parti di Catwoman e di John Blake) confermando quindi la volontà di fare un blockbuster d’autore.
In un’epoca in cui il 3D la fa ormai da padrone, è importante sottolineare come Nolan si sia distanziato ancora una volta dal facile uso di questa tecnica, riuscendo a creare situazioni limite e spettacolari forse più potenti di quelle di altre pellicole tridimensionali.
Le svolte, le sorprese e le cadute segnano questo ultimo capitolo e ne fanno una summa dei precedenti, riprendendo molto da Batman Begins – e riuscendo a chiuderne perfettamente il cerchio- e ad arrivare ai livelli di The Dark Knight senza strafare. Bane non ha la forza malvagia di Joker, certo, ma qui è lasciato molto più spazio ai sentimenti, alle riflessioni e alla coscienza di un supereroe che si sente ormai inutile. La figura di Alfred, spalla sempre presente, è infatti centrale per capire rimpianti e rimorsi di un uomo e così, grazie anche alle ricche ed esaltanti scene d’azione che tolgono il fiato, il finale soddisfa e commuove i fan, lasciando qualche speranze per il futuro e sorprendendo.

29 agosto 2012

Venice is Not Sinking - Speciale Festival #2

Ci siamo, tutti pronti perché il Festival è partito! La giornata inaugurale a Venezia prevede ben 3 proiezioni di film fuori concorso che, in quanto a numeri, surclassano quelli in gara. Ecco quindi un rapido sguardo ai più attesi e ai più discussi:

The Reluctant fundamentalism
Apre la mostra del cinema un film che si interroga sulle conseguenze razziste dell’11 settembre. Vittima è il brillante pakistano Changez aveva davanti a sé una carriera a Wall Street e una vita di tutto rispetto, prima dell’attentato. Mira Namir la regista, Kate Hudson e Kiefer Sutherland nel cast.

The Iceman
Un uomo a prima vista tranquillo, amato dalla famiglia e rispettato. In realtà un boia per conto della mafia di Newark, New Jersey e New York che ha al suo attivo 250 omicidi. Ariel Vromen ne traccia il profilo con l’aiuto di Michael Shannon, Winona Rider Chris Evans e Ray Liotta.

Love is All You Need
Dopo l’Oscar dello scorso anno con Un mondo migliore, Susanne Bier torna alla commedia romantica con un film che parla di amore e matrimonio. Pierce Brosnan e Trine Dyrholm sono pronti al grande passo, ma il padre di lui si innamora della madre di lei.

Gebo et l’hombre
L’instancabile Oliveira superati i 100 anni non ha intenzione di smetter di lavorare dietro la cinepresa. Ecco quindi la sua ultima fatica ambientata nel diciannovesimo secolo dove un patriarca si sacrifica per salvare il figlio. Dive ancora lucenti nel cat: Claudia Cardinale e Jeanne Moreau.

The company you Keep
Cast notevole anche per il film di Robert Redford: Shia LeBeuf, Nick Nolte e Stanley Tucci tra gli altri che raccontano di un padre in fuga dopo una sanguinosa rapina in banca. Iniziano anni di latitanza che lo portano ad incontri con delinquenti disparati per provare la sua innocenza.

Documentari d’autore
Sono decisamente interessanti i documentari che saranno proiettati tra oggi e i giorni seguenti. Molto atteso Enzo Avitabile Music Life del premio Oscar Jonathan Demme che da uno sguardo all’importante musicista internazionale e alla sua città, Napoli.
Un altro grande del panorama musicale è ritratto in Bad 25, di Spike Lee. Per celebrare infatti il venticinquesimo anno dall’uscito del disco, il regista costruisce un’analisi sulla progettazione dell’album e del tour più importante della carriera di Michael Jackson.
E’ invece il gruppo di Medici con l’Africa CUAMM al centro del documentario di Carlo Mazzacurati che ha ripreso il suo viaggio in Mozambico.
Umanitario anche El Impenetrable di Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrini che testimonia la lotta di un piccolo agricoltore per la creazione di un parco naturale contro i “vicini” scomodi, compagnie petrolifere e produttori di soia transgenica.
Porta la firma anche del presidente di giuria Michael Mann Whitness una serie di documentari prodotti dalla HBO che seguono alcuni importanti fotografi di guerra in Libia, Uganda, Messico e Brasile.
Liliana Cavani farà invece discutere la chiesa con Clarisse, un incontro speciale con alcune suore di clausura di Urbino.
Infine c’è spazio anche per un altro italiano, Daniele Vicari firma infatti La Nave Dolce che racconta dell’8 agosto 1991 quando una nave albanese carica di ventimila persone attraccò a Bari.

28 agosto 2012

Venice is Not Sinking - Speciale Festival

Aprirà i battenti domani la sessantanovesima mostra del Festival del Cinema di Venezia. Alberto Barbera succede agli anni di successo di Marco Muller e promette scintille per un ritorno in grande stile. Nella cornice del Lido e con Kasia Smutniak come madrina, la giuria presieduta da Michael Mann dovrà giudicare 18 film, ecco i più attesi:

At Any Price
Zac Efron si fa impegnato e dopo aver scandalizzato Cannes (più per la discutibilità del film) con Paper Boy si affaccia a Venezia con un film di Ramin Bahrani. Ambientato nell’ambiente dell’agricoltura, si narrano le vicende della famiglia Whipple, con il classico intreccio del figlio che non vuole seguire le orma del padre (Dennis Quaid).

E’ stato il figlio
Daniele Ciprì rappresenta l’Italia e lo fa con una famiglia tipo del sud che perde la figlia più piccola a causa di un proiettile vagante. Ambientato in una Palermo criminale e interpretata da Toni Servillo.

The Master
Sorpresa finale del direttore Barbera, il film fortemente voluto al festival è incentrato sulla figura di un maestro-guru di una religione che ricorda molto la discussa Scientology. Philip Seymour Hoffman già in odore di Oscar, a dirigerlo Paul Thomas Anderson.

To the Wonder
Forse c’ha preso gusto e dopo gli anni di astinenza che hanno portato al successo dello scorso anno di The Tree of Life, Terrence Malick torna. Un cast come sempre stellare (Ben Affleck, Rachel McAdams, Javier Bardem i protagonisti principali) per raccontare la crisi di una coppia, insieme solo per salvare dall’espulsione del Paese lei, le cui frustrazioni ricadranno immancabilmente sulla figlia. Attesissimo!

Pieta
Kim Ki-Duk rappresenta l’oriente e con l’immancabile poesia delle immagini (la locandina del film dice tutto) ci porta nella quotidianità di uno strozzino che improvvisamente ritrova la madre. Scene di sesso e violenza fanno già parlare di scandalo.

Bella Addormentata
Marco Bellocchio firma per il Festival un film che farà discutere. La vicenda di Eluana Englaro collega infatti più storie sparse per l’Italia che si svolgono negli ultimi sei giorni di vita della ragazza. Problemi di fede e di orale, per far riflettere.

Passion
Promette scandalo anche il nuovo film di Brian De Palma remake di Crime d’Amour di Alain Corneau. Protagoniste Rachel McAdams e Noomi Rapace, amanti bollenti.

Un giorno Speciale
Francesca Comencini chiude la rappresentanza italiana con una commedia dai toni semplici. Il giorno speciale del titolo è quello del primo giorno di lavoro che porta a scontrarsi le vite di una lei (convocata da un politico) e di un lui (l’autista che la deve accompagnare). A causa dei continua rimandi, i due impareranno a conoscersi.

27 agosto 2012

Biglietti, Prego!

Prima dell’effetto Batman c’è l’effetto Madagascar! Il film che riapre in qualche modo la stagione cinematografica batte infatti I Mercenari e si piazza da subito in prima posizione. Ecco i dettagli:

1° Madagascar 3 – Ricercati in Europa
week-end € 4.082.897 (totale: 6.579.967)

2° I mercenari 2
week-end € 804.616 (totale: 3.479.266)

3° Biancaneve e il cacciatore
week-end € 153.679 (totale: 8.464.498)

4° The amazing Spiderman
week-end € 113.800 (totale: 11.648.985)

5° LOL Pazza del mio migliore amico
week-end € 113.214 (totale: 335.579)

6° Bed Time
week-end € 46.388 (totale: 719.900)

7° Contraband
week-end € 44.057 (totale: 804.008)
8° Cena tra amici
week-end € 30.438 (totale: 600.440)

9° La Leggenda del cacciatore di vampiri
week-end € 30.059 (totale: 1.620.039)

10° Nudi e Felici
week-end € 20.393 (totale: 236.947)

Fonte: mymovies.it

26 agosto 2012

Rumor Has It

Lavori in corso
Dopo il successo de Il cigno nero, il regista Aronofski non è rimasto con le mani in mano ed ha iniziato a lavorare su un nuovo progetto: Noah. Il film si incentrerà sulla vita di Noè e la sua scelta di costruire l’arca, ad interpretarlo Russel Crowe affiancato da Jennifer Connely, Emma Watson e Anthony Hopkins. L’uscita è prevista per il 14 aprile 2014.
Si dovrà aspettare fino al 2013 per vedere invece il nuovo film dell’accoppiata Ryan Gosling- Nicholas Winding Refn. Only God forgive è già stato definito ad alto tasso di violenza e vede l’azione incentrata in un centro di incontri ti thai boxe in realtà luogo di spaccio. Uno dei fratelli che lo gestisce morirà. Spetterà all’altro saperlo vendicare. Dopo Drive, si aspettano altre scintille.
Woody Allen abbandona l’Europa e torna in America. Il suo nuovo progetto sarà infatti ambientato a San Francisco. Il regista ha già definito la sua pellicola come seria, lontana quindi dal discutibile To Rome with Love, vedrà come tema principale la fragilità della coppia con il divorzio al centro della vicenda che ha Cate Blanchett e Alec Baldwin protagonisti. Allen resterà invece solo dietro la macchina da presa, il titolo del film dovrebbe essere Cisco.

Cast Aperti
Si allarga nel frattempo il già ricco cast per la nuova fatica di Monsieur Von Trier. Shia Le Beuf è in trattativa per un ruolo nel film che già fa discutere Nymphomaniac, dopo il video dei Sigur Ros lo rivedremo ancora come mamma lo ha fatto?
Anche il sequel di Kick-ass si fa notare per gli attori che ne faranno parte, rumors sempre più intensi parlano infatti di un possibile cammeo da parte di Jim Carrey nei panni di Colonnel Stars , che da sempre si è dichiarato fan del progetto.

Trovato il re Oltre la barriera
Fervono le riprese per la terza stagione di Games of Thrones e finalmente è stato trovato il volto per Mance Rayder, il re oltre la barriera. Sarà l’attore Ciàran Hinds a vestirne i panni, lo potremo vedere in azione dal 31 marzo prossimo!

Fonti: Comingsoon.it
Filmforlife.it
Subfactory.it

25 agosto 2012

Madagascar 3 - Ricercati in Europa

Andiamo al Cinema.


Li avevamo lasciati in Africa, dove credevano di trovare la loro casa ma avevano finito per capire che la città dal quale erano fuggiti era quello che più gli mancava. I folli pinguini non erano però stati d’aiuto e così Alex, Melman, Gloria e Marty si sono trovati soli e abbandonati nella savana… Che fare? Semplice, inseguire Skipper & Co. a Montecarlo e costringerli a tornare a New York. Facile a dirsi ma non a farsi visto che alle loro calcagna, dopo una fuga tanto rocambolesca quanto assurda, c’è la temibile accalappia animali DuBois, pronta davvero a tutto pur di catturare Alex. Ma la fortuna sembra sorridere agli audaci e così il quartetto a cui si uniscono i pinguini, re Julian e i suoi aiutanti e le scimmie buffamente travestite da re di Versailles trovano rifugio all’interno del circo di Saragozza che promette loro una strada sicura e a prima vista facile per tornare all’agognato zoo: convincere un imprenditore americano che sarà tra il pubblico di Londra a portarli in tournée.

Il terzo capitolo degli animali in fuga si presenta come un cocktail esplosivo di gag nonsense che proprio per il loro surrealismo hanno una marcia in più. Dopo un inizio fin troppo veloce che li porta al largo del porto di Montecarlo, veniamo catapultati in men che non si dica al cuore della storia, che finalmente concede attimi di respiro. E’ infatti la vita del circo, il risollevare le sorti di una compagnia in disgrazia che muove le corde emotive e comiche del film. Grazie all’introduzione di nuovi personaggi -la bella giaguaro Gia, il buffo leone marino Stefano e la tigre russa Vitali- la trama si arricchisce non solo di spunti esilaranti ma anche di strade da far percorrere ai nostri eroi (tra le quali quelle di Roma dove l’amore bussa a re Julian) che li riporteranno finalmente a casa.

Nonostante una trama veloce che lascia indietro alcuni passi, Madagascar 3 conferma tutte le aspettative che i trailer promettono, risate a non finire, azione assicurata, con inseguimenti mozzafiato che danno adrenalina, e uno spettacolo per gli occhi soprattutto per quanto riguarda i numeri da circo che nulla hanno da invidiare al Cirque du Soleil. Il finale sembrerebbe una chiusura perfetta per la saga, ma siamo sicuri che Alex, Melman, Gloria e Marty riusciranno a star fuori dai guai?

24 agosto 2012

Kill Me Please

E' già Ieri -2010-

Una clinica in mezzo al nulla, in una grigia foresta. I suoi ospiti sono aspiranti suicidi che si rivolgono al dottor Kruger per evitare alla società come a loro, la violenza dell’atto meditato cercando dignità nella scelta della morte.
Quello che inizialmente si presenta come un documentario su questa particolare clinica (con la visione di ospiti in arrivo e in partenza, la loro storia, il lavoro “duro” degli infermieri e quello ancora più sconfortante del dottor Kruger che riceve quotidianamente un numero riguardevole di nuove candidature come di minacce dai cittadini vicini e dalla finanza, che manda infatti Evrard a monitorare il tutto) con il tempo prende le pieghe drammatiche della strage, con un gruppo di abitanti dei villaggi vicini pronti a far fuori ogni ospite della casa, sia chi lo desidera che chi aveva cambiato idea, rendendo Kruger finalmente fiero del suo lavoro.
Olias Barco dirige un’opera scomoda in modo esemplare, non solo il tema del suicidio assistito ma anche la sua messa in scena, con quel bianco e nero poetico che rende ogni scena velata di bellezza, non sono facili da digerire. Ma la fotografia così come la costruzione di personaggi unici e forti fanno di Kill me please, un film che non può lasciare indifferenti e che porta alla luce contrasti innegabili: dal consumismo che ormai rende depressi e tendenti al suicidio una parte impressionante della popolazione alla ferocia con cui ci si batte contro questa libera scelta che molto spesso è più crudele e sanguinolenta di questa.
La pellicola è stata giustamente premiata al Festival Internazionale di Roma del 2010 come miglior film e ha tra i meriti quello ti portare a galla una filmografia –quella belga- spesso dimenticata.


23 agosto 2012

Silenzio in Sala

Sembra che le vacanze non stiano per finire solo per i comuni mortali, dopo le uscite poco interessanti di quest’estate arriva la valanga Dark Knight con un seguito di film per tutti i gusti!

Madagascar 3: Ricercati in Europa
Uscito ieri, il terzo capitolo con protagonista la sgangherata banda di animali in fuga dallo zoo sposta l’azione in Europa dove l’aereo guidato dai pinguini finisce per atterrare. Per sopravvivere Alex, Gloria, Marty, Melman fuggono con un circo itinerante sperando che un impresario americano li riporti a casa… gag a non finire sono assicurate!
Guarda il Trailer

Medianeras
Lui e lei, potenzialmente perfetti insieme sono in realtà divisi da una vita che li costringe alla solitudine. Ossessionato da internet (con cui mangia, lavora, gioca) lui è incapace di vivere nel mondo, lei vetrinista e architetto potenziale, è insoddisfatta della vita. Ambientato in un’affollata Buenos Aires il film è l’esordio di Gustavo Taretto che confeziona una piacevole commedia romantica, non rinunciando però a criticare la frenesia dei giorni moderni.
Guarda il Trailer

Frankenstein
Il poliedrico regista Danny Boyle, reduce del successo della sua inaugurazione dei giochi olimpici londinesi, torna a teatro affrontando il classico di Mary Shelley. L’opera ha stregato il pubblico inglese e arriva da domenica 25 nei nostri cinema.
Guarda il Trailer

La faida
Joshua Marston lascia il sud America di Mari full of Grace ma non il tema della giovinezza negata. Come nel suo film di esordio, anche qui i fratelli Kik e Rudina non possono vivere appieno la loro vita di adolescenti e i loro sogni (aprire un internet point e andare all’università) costretti dalla dura legge balcanica a prendersi cura della famiglia dopo che il loro padre ha ucciso per errore un rivale lasciando aperta una faida all’apparenza insanabile.
Guarda il Trailer

Il cavaliere oscuro – Il ritorno
Batman è tornato è dovrà affrontare nel capitolo finale della trilogia firmata Cristopher Nolan il pericoloso Bane che instaura nella città di Gotham un regime tirannico. Ma i nemici non finiscono qui, c’è posto infatti anche per Catwoman e Due facce… l’attesissimo film, già campione d’incassi in America si compone di un cast all-stars fatto da affezionati dei film di Nolan: oltre ai veterani Christian Bale, Morgan Freeman, Michael Caine e Gary Oldman si aggiungono Marion Cotillard e Joseph Gordon-Levitt da Inception, Anne Hathaway e Tom Hardy. Tutti pronti per il 29 agosto!
Guarda il Trailer

21 agosto 2012

Fringe

Quando i film si fanno ad Episodi

Era iniziato in sordina con il suo creatore, quel re mida di J. J. Abrams, che riteneva giusto dare la possibilità agli spettatori di abituarsi pian piano ad una trama strana e, a differenza di Lost, potesse anche perdere qualche episodio senza grosse remore. Ma se la prima stagione si componeva di casi spesso chiusi, con la seconda tutto viene accelerato, vuoi per la decisione di accorciarli di 10 minuti vuoi perché le premesse disseminate in precedenza hanno iniziato ad esplodere proprio dopo il primo finale a sorpresa.
La trama: la squadra segreta dell’FBI denominata Fringe si occupa di scienza di confine e si compone di Olivia Dunham(Anna Torv), detective volitiva e dall’infanzia particolare, il dottor Walter Bishop, un genio negli anni ’70 che con il collega William Bell aveva sperimentato l’impossibile, che ha passato gli ultimi 17 anni in un ospedale psichiatrico, Peter Bishop (Joshua Jackson), il figlio con un quoziente intellettivo sopra la media e unico capace di aiutare il padre e le sue lacune mentali e infine Astrid, agente-babysitter. La squadra è chiamata ad indagare su episodi al limite del reale e del possibile che dilagano in un’escalation che sembra senza fine in giro per l’America. Quello che sta dietro a casi che per la loro dinamica ricordano quelli celebri di X-Files sta però un intero universo parallelo al nostro che rischia la collisione e che in molti sperano di distruggere.
Le prime tre serie si compongono quindi sulla venuta a galla di questo segreto e il bisogno reciproco di entrambi i mondi di sopravvivere con Peter che sembra essere la chiave di tutto e il passato di Olivia si delinea come decisivo. In mezzo l’amore tra i due che cresce, si interrompe e rinasce, legati indissolubilmente da un destino che sembra però ostacolarli. Nella quarta stagione infatti veniamo catapultati in un mondo dove Peter non è mai esistito ma che proprio la forza dell’amore riporterà tra le braccia di Olivia, nonostante Gli Osservatori, veri e propri protagonisti in più di Fringe e chiave di ogni segreto, lo avessero cancellato.
Gli osservatori, disseminati in ogni episodio tra la folla, i glifi che ricorrono 5 volte in ogni episodio e che celano un codice segreto, e la stessa sigla (con ben 4 varianti a seconda dell’universo in cui l’episodio sarà inscenato) hanno fatto la fortuna di Fringe, creando comunità di appassionati pronti a risolvere ogni mistero.
La quinta e ultima stagione arriverà a metà 2013, composta da tredici episodi che porteranno i nostri eroi avanti nel tempo, dopo aver salvato il mondo si torna infatti nel futuro distopico visto nella quartultima puntata della quarta stagione, con tanti dubbi da chiarire e domande a cui rispondere. I fan sono stati quindi accontentati, gli ascolti non brillanti che hanno segnato gli ultimi anni di messa in onda non sono bastati a far chiudere un telefilm così appassionante e gli autori hanno avuto la possibilità di concludere degnamente ogni vicenda. L’attesa inizia a farsi sentire!


20 agosto 2012

Tra le Nuvole

E’ già Ieri -2009-

Il ruolo che in qualche modo ha consacrato George Clooney sebbene parte della critica abbia criticato la sua interpretazione fin troppo naturale. Perché Ryan è in fondo il George che tutti si immaginano, cinico, metodico e gigione con le donne, allergico all’amore ma in fondo con un cuore d’oro. Il lavoro perfetto per questo tipo d’uomo è girare il Paese, ingaggiato da grandi e medie aziende per licenziare i dipendenti in tempo di crisi. La sua routine, fatta di voli, viaggi e colloqui che non lo toccano viene scombussolata dall’incontro con due donne: Alex, bella e pragmatica quanto lui, che gli si concede e fa breccia nel suo cuore e Natalie, collega inesperta ma determinata con l’idea discutibile di sfruttare internet per evitare così i dispendiosi viaggi lavorativi. La speranza come al solito è l’ultima a morire e lo spazio per la redenzione c’è sempre, così il finale pur non essendo uno scontato happy end soddisfa le aspettative.
Il regista vincente Jason Reitman torna a fare centro dopo il successo di Juno con questo film che abbandona il mondo indipendente abbracciando il mainstream in modo comunque originale. Nonostante i grossi nome che compongono il cast (oltre a George anche Vera Farmiga e Anna Kendrick), Tra le nuvole si compone infatti come un film fresco e lontano dai cliché, affrontando di petto la dura realtà economica dell’America e la scelta è stata premiata con un’incetta di nomination agli Oscar e ai Golden Globe tra cui quello per miglior film.
Una nota a margine va fatta per la strepitosa colonna sonora affidata a Relf Kent fatta di brani storici (come This land is your land di Sharon Jones & The Dap-Kings che accompagna i titoli d’apertura in modo sorprendente) e nuovi che creano la giusta atmosfera calda e avvolgente che si equilibra all’iniziale freddezza di Ryan. Un film quindi decisamente piacevole, sia allo sguardo che all’ascolto.



Biglietti, Prego!

Dopo 5 settimane di dominio, Biancaneve lascia il primo posto spodestata da un intero esercito di mercenari. Al cinema si va anche la settimana di ferragosto a quanto pare…

1° I mercenari 2
week-end € 1.550.926 (totale: 1.550.926)

2° Biancaneve e il cacciatore
week-end € 165.703 (totale: 8.146.653)

3° The amazing Spiderman
week-end € 120.601 (totale: 11.414.728)

4° LOL Pazza del mio migliore amico
week-end € 107.403 (totale: 107.403)

5° Nudi e Felici
week-end € 51.414 (totale: 185.196)

6° La Leggenda del cacciatore di vampiri
week-end € 47.763 (totale: 1.552.876)

7° Bed Time
week-end € 44.062 (totale: 633.115)

8° Contraband
week-end € 43.558 (totale: 721.688)

9° Dream House
week-end € 36.105 (totale: 296.875)

10° Cena tra amici
week-end € 17.735 (totale: 555.585)

Fonte: mymovies.it

19 agosto 2012

Tiramisù alla Fragole!

Il Fabbricatorte

In Central Perk è tornato dalle meritate ferie e vi stupisce proponendovi questa ricetta fresca, leggera e decisamente estiva! Lasciatevi conquistare dal rosa, gnam!

INGREDIENTI

250ml di panna fresca
500g di yogurt alle fragole
1 vaschetta di fragole fresche
500ml di latte
1 confezione di savoiardi

PROCEDIMENTO
Iniziare montando per bene la panna fresca, una volta pronta amalgamare assieme mescolando dal basso verso l’alto lo yogurt. A parte tagliare a pezzettini le fragole.

Prendere una teglia e iniziare formando il primo strato di savoiardi ammorbiditi nel latte (per un effetto ancora più carino unire al latte del colorante da cucina rosso, i biscotti diventeranno così rosa!), coprire lo strato con parte del composto di panna e yogurt e mettere anche i pezzetti di fragola fresca. Fare la stessa cosa anche per il secondo strato decorandolo con le fragole rimanenti (o con altra frutta, come delle more). Lasciare in frigo per almeno 3 ore e… Buon Appetito!




12 agosto 2012

It's Always Better in Holiday!

In Central Perk si prende una settimana di meritate ferie. Relax, mare e sole per i prossimi giorni ma non disperate, al ritorno ci sarà da fare indigestione di film! Il Festival di Venezia è alle porte e scalpito dalla voglia di raccontarlo...
Per il momento però, godetevi quest'estate e che il Buon Cinema sia con voi!


Rumor Has It

Muccino loves Usa
Ormai è amore tra il regista romano e l’America. E’ pronto infatti il trailer della terza fatica girata oltreoceano dopo il successo strepitoso de La ricerca della felicità e Sette anime. In Playing for Keeps questa volta non ci sarà il fedele Will Smith tra i protagonisti, ma il ricco cast è composto da Gerard Butler, Jessica Biel, Uma Thurman, Catherine Zeta-Jones, Dennis Quaid, Ethan Hawke. In uscita in Italia il 27 novembre, il film racconterà il percorso di redenzione di una ex promessa del calcio europeo che si reinventa allenatore per conquistare la fiducia del figlio.
Guarda il Trailer

Clint dall’altra parte della macchina
Il signor Eastwood torna a recitare e lo fa nel ruolo che ormai più gli si addice: quello del padre burbero e scontroso ma che sotto sotto ha un cuore d’oro. Il film è Trouble with the Curve ed è l’esordio alla regia di Robert Lorenz, con Amy Adams (la figlia) e Justin Timberlake (una promessa del baseball che Clint in qualità di talent scout deve incontrare) tra i protagonisti. Problemi famigliari da risolvere, l'amore dietro l'angolo... In uscita il 30 novembre.
Guarda il Trailer

Spielberg e il presidente
Sarà un novembre ricco di uscite il prossimo. Anche Lincoln, la nuova fatica di Steven Spielberg è previsto infatti per il 16 del mese. Il film racconta gli anni difficili della guerra civile americana, con l’azione che si sposta tra l’esercito e il carismatico sedicesimo presidente interpretato nientemeno che da Daniel Day-Lewis. A completare il cast, nomi d’eccellenza: Sally Field, Tommy Lee Jones, Joseph Gordon-Levitt, Tim Blake Nelson, Lee Pace.

Ciao Carlo!
Infine, un altro doveroso saluto a Carlo Rambaldi che si è spento all’età di 86 anni. Amato da Hollywood, ha saputo conquistare il pubblico grazie alle strepitose creazioni di Alien e gli effetti speciali per Dario Argento. Ma In Central Perk lo ricorda per la magia creata con E.T. Ciao Carlo, e grazie!
Guarda una scena

Fonti: Comingsoon.it
Filmforlife.it
Ansa.it

9 agosto 2012

Silenzio in Sala

E’ il weekend delle partenze, e anche la programmazione cinematografica sembra saperlo. Solo una infatti l’uscita degna di nota per domani:

Nudi e Felici
Commedia americana fresca e frizzante con protagonisti Jennifer Aniston e Paul Rudd, ormai vezzi al genere. I due sono la tipica coppia in carriera che una volta licenziati si ritrovano in crisi e senza i mezzi per mantenere il loro loft ultra moderno. Che fare? Partono verso la campagna dove il fratello di lui potrebbe ospitarli ma incappano in una comunità composta da strani e bizzarri personaggi che professano la libertà da soldi e restrizioni.
Guarda il Trailer

8 agosto 2012

Parfait alle More e Cioccolato!

Il Fabbricatorte

Questo sì è un dolce perfetto per l’estate! Un semifreddo dal gusto particolare che mescola la freschezza delle more alla golosità del cioccolato. Da servire come un cupcake o a fette, stupirà gli amici!

INGREDIENTI (per circa 8 coppette)

250ml di panna fresca
100g di cioccolato (bianco o al latte)
2 cucchiai di marmellata alle more
3 uova

PROCEDIMENTO
Iniziare preparando una veloce marmellata di more facendole bollire assieme a 2 cucchiai di zucchero e dell’acqua. Nel frattempo montare a spuma la panna fresca e sciogliere a bagnomaria il cioccolato.

Una volta pronti questi 3 ingredienti incorporarli mescolando dal basso verso l’alto così da non smontare la panna. Infine unire le uova, 2 tuorli e una intera.

Quando il composto è omogeneo iniziare a suddividerlo nelle formine o versarlo direttamente in una teglia. Riporlo in freezer per almeno 4 ore, servirlo dopo una mezzora di riposo magari decorandolo con una mora fresca e delle foglie di menta e… Buon Appetito!



7 agosto 2012

Ladri di Cadaveri - Burke & Hare

E’ già Ieri -2010-

Quando si è fatto un film come The Blues Brothers è sempre difficile riuscire a bissare il successo. John Landis ne sa qualcosa, perché anche se i suoi film successivi hanno ottenuto notorietà di pubblico e continuano ad imperversare nelle nostre reti televisive (Il principe cerca moglie e Una poltrona per due, giusto per citarne alcuni) non ha più avuto lo stesso lustro che ebbe nell’ormai lontano 1980.
Con Ladri di cadaveri si percepisce però una certa svolta.

Il film in costume (è infatti ambientato nell’Ottocento) racconta le “eroiche gesta” di Burke e Hare, due sempliciotti alla continua ricerca di denaro che non disdegnano i metodi più truffaldini per ottenerlo. La fortuna sembra sorridergli finalmente quando da una parte i medici della loro cittadina scozzese si ritrovano a corto di cadaveri per le lezioni e gli esperimenti di anatomia, dall’altro il loro coinquilino muore accidentalmente. Iniziano così ad ordire subdoli piani per riuscire a “trovare” altri cadaveri, che vengono poi pagati lautamente dal Dottor Knox. In mezzo a questa spassosa discesa nell’illegalità e nell’immorale vi è ovviamente l’amore, Burke infatti si innamorerà dell’attrice Ginny e deciderà di finanziare la sua trasposizione femminile dell’Amleto con i proventi dei suoi omicidi.
“Questa storia è ispirata a fatti reali, tranne quelli che non lo sono”. Il film inizia proprio con questa dicitura facendo già capire il tono generale a cui si va incontro. Ladri di cadaveri sembra infatti un ritorno all’ironia e all’umorismo nero più puro di Landis. Certo, la coppia Simon Pegg-Andy Serkis non potrà mai superare Dan Aykroyd -John Belushi ma gli espedienti comici, il ritmo e le battute sono formidabili, i personaggi tutti riusciti e ben calibrati.
E se il finale non è un happy end convenzionale, si esce comunque dalla sala sorridendo grazie alla comicità che investe persino i titoli di coda!
Ladri di cadaveri è quindi un piccolo gioiello mal valutato. La sua distribuzione non è stata delle migliori, e la visione ne ha certamente risentito. Ma guardandolo si respira l’aria di un passato non così lontano in cui era più facile e più puro ridere. Landis riesce infatti a fare ancora commedie vere, il cui scopo è divertire divertendosi.


6 agosto 2012

Biglietti, Prego!

Le uscite del weekend non erano certo dei blockbusters e così il boxoffice continua a rimanere stabile. Da segnalare la new entry dell’horror: al quinto posto lo spagnolo Bed Time seguito da Dream House al sesto. Aspettando la valanga Dark Knight, ecco i dettagli:

1° Biancaneve e il cacciatore
Weekend € 263.994 (totale 7.393.532)

2° The amazing Spiderman
Weekend € 210.719 (totale 723.283)

3° La Leggenda del cacciatore di vampiri
Weekend € 120.948 (totale 1.248.078)

4° Contraband
Weekend € 113.039 (totale 460.053)

5° Bed Time
Weekend € 100.268 (totale 394.697)

6° Dream House
Weekend € 79.844 (totale: 79.844)

7° Un anno da leoni
Weekend € 42.103 (totale: 159.530)

8° Diario di una Schiappa 3 – Vita da Cani
Weekend € 41.152 (totale: 41.152 )

9° La memoria del cuore
Weekend € 29.460 (totale: 97.194)

10° Cena tra amici
Weekend € 29.113 (totale: 478.064)

Fonte: mymovies.it

Rumors Has It

Lavori in corso
Ad Hollywood non ci si ferma mai, ed ecco quindi gli ultimi lavori che stanno impegnando star e registi.
Martin Scorsese chiama a sé un ricco cast, oltre all’ormai feticcio Di Caprio, nel suo The Wolves of Wall Street c’è posto anche Matthew McCounaughey in un film dal sapore aspro che racconta ascesa e caduta di Jordan Belford, il lupo della finanza americana. Ancora America invece per Paolo Sorrentino, impegnato a Roma nelle riprese dell’atteso La grande bellezza (che fellinianamente si muove negli anni della Dolce Vita della capitale) con Toni Servillo, Carlo Verdone e (!) Sabrina Ferilli potrebbe sorprendere con un cameo di Angelina Jolie, solo rumors per ora, attendiamo conferme! Conferme dovrebbero arrivare a breve per la sorte di The Master, il film di Paul Thomas Anderson con protagonista Philip Seymour Hoffman che potrebbe approdare a Venezia come ultima sorpresa del direttore Barbera. Il film ha al centro la formazione di una setta religiosa, che per principi e credi ricorda molto la discussa Scientology.
Infine un gradito ritorno, a 9 anni dalla traumatica esperienza di Dogville, Nicole Kidman ha deciso di tornare a lavorare con Lars von Trier girando alcune scene di The Nymphomaniac, opera attesa che sarà divisa in due parti, una soft e una hard. A completare il cast gli afiçionados Charlotte Gaingsbourg, Williem Dafoe e Stellan Skarsgard.
Guarda il trailer di The Master

Ancora e sempre sequel
Dopo la valanga di sequel annunciati la scorsa settimana, si allunga la lista con l’atteso ritorno del supereroe senza superpoteri KickAss che torna in nuovo capitolo confermando il cast del precedente con Aaron Johnson, Cloe Moretz e Nicolas Cage, cambio alla regia invece, Matthew Vaughm passa al ruolo del produttore, sostituito dietro la macchina da presa da Jeff Wadlow. Sarà trilogia invece per l’attesissimo The Hobbit, il prequel de Il signore degli anelli che uscirà nelle sale questo 14 dicembre con la prima parte e il 17 dicembre 2013 con la seconda. Le vicende si muovono 60 anni prima di quelle de Il ritorno del re.
Non è proprio un seguito ma l’ennesima trasposizione, il progetto Dracula che vede ritornare sulle sorti del vampiro della Transilvania questa volta in formato televisivo. Sarà infatti una serie tv prodotta dalla NBC e composta da dieci episodi con protagonista il bell’Enrico de I Tudors Jonathan Rhys Meyers.
Guarda il Trailer di The Hobbit

River Phoenix torna al cinema
Sono passati quasi 20 anni dalla sua tragica scomparsa ma l’attore River Phoenix torna nelle sale con l’ultimo film nel quale era impegnato. Il regista George Sluizer è infatti riuscito a completare Dark Blood che sarà presentato al Netherlands Film Festival ma la famiglia si dissocia dal progetto.
Guarda il Trailer

Ciao Chris!
Infine, un doveroso saluto al grande regista Chris Marker. In Central Perk gli rende omaggio invitandovi a vedere il suo cortometraggio più famoso, il poetico La Jetée, il fotormanzo del 1962 che ha ispirato L’esercito delle 12 scimmie di Terry Gilliam. Ciao, e grazie Chris!
Guarda La Jetée

Fonti: Comingsoon.it
Filmforlife.it
Subfactory.it

2 agosto 2012

Silenzio in Sala

Il caldo non smette di farsi sentire, la soluzione potrebbe essere una fresca e buia sala! Il weekend vede infatti delle due uscite interessanti per palati fini!

Damsel in Distress
Whit Stillman torna al suo cinema indipendente e colorato confezionando una commedia che prende di mira tutti i cliché da teen-movie. Le quattro ragazze protagoniste non sono oche né nerd, ma predicano l'intelligenza e la cultura in un college dal sapore finalmente reale.
Guarda il Trailer

La congiura della pietra nera
Spazio anche per gli amanti del wu xia pian con il nuovo film di Chao-Bin Su che vede lo zampino anche di John Woo. Al centro della storia, una setta di assassini pronti a tutto pur di ritrovare una reliquia capace di donare immensi poteri e che si cela nei resti di un principe. Una di loro li tradirà, quali saranno le conseguenze?
Guarda il Trailer
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...