6 settembre 2014

Venezia 71 - I Vincitori

Dopo il Leone di Caffè, il Leone d'Oro.
Il vincitore ufficiale di questa edizione numero 71 della Mostra del Cinema di Venezia, declamato dalla giuria presieduta da Alexandre Desplat, è A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence di Roy Andersson, film che fin dal suo esordio aveva visto critici e giornalisti concordi. La sua ironia, la sua perfetta fotografia sono innegabili, ma personalmente aspetto di vedere finalmente quei primi minuti persi (fondamentali) per rivedere la mia opinione: manca e mancava qualcosa, come per gli ambienti tutto sembra troppo statico e asettico.
Meritati i premi agli attori, in particolare al bellissimo e intenso esordiente, che lasciano però a mani vuote un quasi sicuro Elio Germano, il cui Leopardi viene snobbato dai premi.
Particolarmente sentito, poi, con Tim Roth che prende la parola per ringraziare personalmente Oppenheimer, il Gran Premio della Giuria consegnato a The Look of Silence, che inevitabilmente va a toccare le corde più intime, e perfette le parole di ringraziamento di Koncalovskij che vanno a elogiare il nostro Ladri di Biciclette dicendo che in ogni regista, in ogni cinefilo, sta dentro un bambino.
Lasciamo a domani però ulteriori riflessioni e commenti, lasciamo spazio ora ai premi consegnati oggi:

Premio Speciale della Giuria
Sivas di Kaan Mujdeci

Miglior Sceneggiatura
Gesseha (Tales) di Rakhshan Banietemad

Premio Marcello Mastroianni al miglior attore esordiente
Romain Paul per Le Dernier Coup de Marteau


Coppa Volpi miglior interpretazione maschile
Adam Driver per Hungry Hearts

Coppa Volpi miglior interpretazione femminile
Alba Rohrwacher per Hungry Hearts


Gran Premio della Giuria
The Look of Silence di Joshua Oppenheimer

Leone d'Argento per la miglior regia
The Postman's White Nights di Andrej Koncalovskij

Leone d'Oro
A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence di Roy Andersson



E ora tutti i premi collaterali:

Premio Speciale della Giuria Orizzonti
Belluscone - Una storia siciliana di Franco Maresco

Premio Luigi de Laurentiis Miglior Opera Prima
Court di Chaitanya Tamhane

Miglior film restaurato
Una giornata particolare di Ettore Scola

Premio Venezia Classici per il miglior documentario sul cinema
Animata resistenza di Francesco Montagner e Alberto Girotto

Premio FIPRESCI
Miglior film Venezia 71
The Look of Silence di Joshua Oppenheimer
Miglior film Orizzonti e Settimana Internazionale della Critica
Nicije dete - Figlio di nessuno di Vuk Ršumovic

Premio SIGNIS
Loin des hommes di David Oelhoffen
Menzione speciale 99 Homes di Ramin Bahrani

Leoncino d'Oro Agiscuola per il Cinema
Birdman di Alejándro G. Iñárritu
Segnalazione Cinema for UNICEF Hungry Hearts di Saverio Costanzo

Premio Francesco Pasinetti
Miglior film 
Anime nere di Francesco Munzi
Migliori interpretazioni
Elio Germano (Il giovane favoloso di Mario Martone) e Alba Rohrwacher (Hungry Hearts di Saverio Costanzo)

Premi Pasinetti Speciali
Per la regia a Saverio Costanzo (Hungry Hearts – VENEZIA 71)
Protagonista e Produttore Pierfrancesco Favino, (Senza nessuna pietà – ORIZZONTI)
Per il film di Ivano De Matteo (I nostri ragazzi - GIORNATE DEGLI AUTORI)

Premio Queer Lion
Les Nuits d’été di Mario Fanfani

Premio Arca CinemaGiovani
Miglior film Venezia 71: Loin Des Hommes di David Oelhoffen
Miglior film italiano a Venezia: Belluscone. Una storia siciliana di Franco Maresco

Premio CICAE - Cinema d’Arte e d’Essai
Heaven Knows What di Josh and Ben Safdie

Premio FEDIC
Io sto con la sposa di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry
Menzione speciale Fedic Il Giornale del Cibo
Italy in a day di Gabriele Salvatores

Future Film Festival Digital Award
Birdman di Alejandro González Iñárritu
Menzione speciale: Italy in a day di Gabriele Salvatores

Mouse d'Oro
Mouse d'oro per il migliore film del concorso: The Look of Silence di Joshua Oppenheimer
Mouse d'argento al miglior film delle sezioni collaterali: Olive Kitteridge di Lisa Cholodenko

Premio Soundtrack Stars
Premio della Critica a Alexandre Desplat
Premio alla migliore colonna sonora dei film in Selezione Ufficiale: Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance) di Alejandro G. Iñárritu

Premio Schermi di Qualità - Carlo Mazzacurati
Anime nere di Francesco Munzi

Premio del pubblico “RaroVideo” – Settimana della Critica
Nicije dete - Figlio di nessuno di Vuk Ršumovic

Premi Fedeora
Giornate Degli Autori
Miglior Film: One on One di Kim Ki-duk
Miglior regista esordiente: Aditya Vikram Sengupta per Asha Jaoar Majhe – Labour of Love

Settimana Internazionale della Critica
Miglior sceneggiatore: Vuk Ršumovic per il film da lui diretto Nicije dete – No One’s Child
Miglior Film: Flapping in the Middle of Nowhere di Nguyen Hoàng Ðiep

5 commenti:

  1. Ora dobbiamo vedere quale sarà la risposta del pubblico. Non frequento questi ambienti, ma a me sembra che i critici 'se la cantano e se la sonano', come diciamo a Roma, ma poi spesso le sale con questi film rimangono semivuote. Speriamo di no, comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film vincitore di certo non attirerà troppo pubblico, e se lo attira immagino che non esalterà troppo vista la sua natura "diversa" e fuori dai canoni dei classici film con trama leggeri. Vero è che però i film visti sono stilisticamente ad alti livelli, e per gli appassionati dovrebbe bastare, laggente, si sa (vedi i boxoffice) va al cinema più per staccare dai pensieri... Io ho speranze comunque per i film italiani, quelli credo -anche solo per un po' di patriottismo-, faranno risultati!

      Elimina
  2. sono contento per adam driver!
    per alba rohreccetera invece nuoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Alba non me la aspettavo, anche perchè se lo giocavano lei e la splendida cinese di Red Amnesia, non essendoci altri ruoli femminili di rilievo nei film. Probabilmente per non bissare il premio ad un'anziana l'hanno preferita, lei e il suo recitare in un inglese non troppo convincente, pure.

      Elimina
  3. Boh, edizione che proprio non ho seguito...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...