19 aprile 2019

Book Club

Andiamo al Cinema

Quattro vecchine e un libro.
No, siamo onesti.
Quattro arzille signore e un romanzaccio.
Ancora più onesti?
Quattro donne che invecchiano un gran bene e un successo che non ci si spiegherà mai.
Insomma, abbiamo quattro donne in età matura che da sempre si riuniscono una volta al mese, per parlare del libro che hanno deciso di leggere assieme e per aggiornarsi sulle rispettive vite.
Abbiamo ovviamente la vedova mai uscita dal ruolo di mamma, l'agguerrita che non ha mai ceduto all'amore, la divorziata inconsolabile, quella con il matrimonio senza più passione e abbiamo soprattutto Cinquanta sfumature di grigio.
Sì, proprio il best seller di E. L. James, scelto da quell'agguerrita di cui sopra per temprare e titillare le sue amiche.



Va da sé che il piano funziona, che le stanze erotiche di Mister Grey rimetteranno su carreggiata la vedova e la divorziata e porteranno la sposata a cercare di aggiustare il suo matrimonio.
E quell'agguerrita che ha volutamente rinunciato all'amore?
Ovviamente, lo troverà. O meglio, lo ritroverà.
Sì, Book club è esattamente come ce lo si aspetta: una commedia leggerissima e godibilissima, di quelle che fanno fare sane risate a anche risate piuttosto prevedibili. Già lo si sa cosa succederà alle protagoniste, come il loro destino le aiuterà nonostante i loro dubbi.
Infatti, se si elencano i nomi di Diane Keaton, Jane Fonda, Candice Bergen e Mary Steenburgen già si sa come incasellarle in ruoli perfettamente definiti.
Ma, per una volta, questa prevedibilità non è un difetto.


In questo feel good movie, scritto con brio e pieno zeppo di battute a doppio senso, le stesse attrici si divertono e giocano con i loro corpi e i loro ruoli (facendo una figura migliore dei corrispettivi maschili), si fanno una sana risata, qualche sano bicchiere di vino, e noi con loro.
Sì, le scene romantiche abbondano, anche quelle assurde che vedono un pilota piombare letteralmente dal cielo, e sì, le luci sono studiate per minimizzare le rughe delle protagoniste. Ma nella lezione che, tra 50 e più sfumature, queste donne imparano c'è che anche quando tutto sembra già scritto, mettersi in gioco è la risposta, per tornare a vivere e soprattutto per tornare a godere.

Voto: ☕☕½/5


4 commenti:

  1. Fra libri e vecchi e arzille, vedrò sicuramente! A proposito di commedie leggerissime, sai che mi è piaciuto parecchio Instant Family? Mi ci hanno portato le medie alte su Imdb, ed effettivamente si è rivelato una specie di This is us con tocchi di politicamente scorretto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Instant Family ha però quel Mark Wahlberg che non riesco a sopportare... qui tra la Fonda e la Keaton avevo i miei motivi per correre a vederlo, e anche se scontatino, so che farà star bene anche te :)

      Elimina
  2. Con queste premesse può essere più no che sì, farei bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una commedia leggerissima e fatta per farsi qualche sana risata, niente di più. Ma il suo lavoro lo fa bene.

      Elimina