27 dicembre 2014

In Central Perk Awards 2014 - Top Film 40-31

Dopo le delusioni prese ieri, è arrivato il momento di entrare nel vivo degli Awards, con le prime 10 posizioni della top 40!
Come piccola premessa, sappiate che nella classifica mancheranno le ultime uscite ora nelle sale (Big Hero 6, Lo Hobbit, Jimmy's Hall e Pride) che visionerò solo in questi giorni di calma vacanziera e film come I toni dell'amore, Sils Maria e Jersey Boys che non sono riuscita a vedere/reperire finora.
Ultima postilla: queste prime posizioni racchiudono sì delle delusioni, anche se non cocenti come quelle di ieri, ma anche film godibili che o non hanno lasciato il segno o sono state facilmente superate dalle altre, che snoccioleremo assieme nei prossimi giorni!
Ma ora, via, si va!

40. The Congress


Futuro distopico, droghe lisergiche e un mondo che si fa di animazione. L'idea sembra geniale, peccato per una realizzazione confusa in cui però non si perde tutta la bravura di Robin Wright.

39. Winter Sleep - Il Regno d'Inverno


Il vincitore dell'ultimo Festival di Cannes non affascina a dovere con le immagini, ma ci rinchiude in un hotel dell'Anatolia e ci annoia con lunghi, infiniti discorsi.
38. Party Girl


Altro vincitore a Cannes, poteva avere tutte le carte in regola per farsi adorare visti i temi "anziani", ma sfora in una protagonista poco empatica e in una storia non così avvincente e molto sporcata.
37. Snowpiercer


Tratto da una graphic novel, e si vede, il primo film americano di Bong Joon-Ho è fatto di livelli, e chiusi come siamo in un treno in corsa, tutto funziona.
Quel finale fin troppo telefonato e un segno non così marcato, lo fa scendere fino a questa posizione...
36. Anime Nere


Non ci fosse già stata Gomorra - la serie, Munzi avrebbe fatto più scalpore. La regia c'è, e è di quelle interessanti, la storia per quanto a suo modo potente, sa di già visto.
35. Posh


I giovani ricchi inglesi sanno davvero farsi odiare. E Lone Scherfig ci prende gusto nel raccontarceli, ma manca qualcosa, una spruzzata di cattivo umore, forse, o un finale più d'effetto.
34. Boxtrolls


La Laika non sbaglia un colpo, almeno a livello di realizzazione, con una finitura incantevole della sua plastilina. Una maggior attenzione a quanto raccontato, però, sarebbe necessaria.
33. St. Vincent


La redenzione di un bastardo potrebbe sembrare cosa vista e stravista al cinema. Ma se il bastardo in questione è Bill Murray e se a contornarlo ci sono personaggi adorabili tra cui una splendida Naomi Watts, la visione scorre via piacevolmente.
32. Magic in the Moonlight


Nell'anno fiacco di Woody Allen non ci si aspettava né più né meno che una commedia frizzantina come questa, in cui una solare Emma Stone ruba la scena al poco pratico Colin Firth.
31. Frank


Atteso come uno dei film più belli dell'anno, si è rivelato piuttosto deludente, scivolando in una seconda parte un po' troppo stantia. Le musiche, per un film musicale, non sono all'altezza.
Fortuna allora che Fassbender ci sa fare anche sotto quella testa gigante, e che il finale non esce dalla nostra, di testa.

12 commenti:

  1. mi hai ricordato che di questa annata mi sono perso un sacco di film...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e che ne ho persi parecchi pure io!

      Elimina
  2. Ho visto solo Posh (una sufficienza stiracchiata, per me), Frank (curioso, ma non ho saputo parlarne sul blog), Magic in the moonlight (leggero, ma fin troppo) e St. Vincent (adorabile, proprio adorabile)... Gli altri mi mancano, anche se sono lontanissimi dal podio. Ci faccio un pensiero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son tutti film da cui chiedevo di più e che non potevano stare più alto, anche solo per chi ci sta di diritto. Alcuni (Boxtrolls, Snowpiercer) meriterebbero comunque una visione.

      Elimina
  3. Grazie a te ho visto "The Congress": è stata una visione fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' confusa, forse troppo, ma sono felice lo stesso di averla vista: onirica e assurda allo stesso tempo.

      Elimina
  4. di questi mi sono piaciuti magic in the moonlight e anche posh. the congress più o meno.
    snowpiercer invece l'ho detestato e st. vincent l'ho trovato troooppo buonista.
    frank discreto, ma mi aspettavo anch'io parecchio di più...

    comunque complimenti per la top 40, io quest'anno mi sono limitato a 20 film per contenermi un po' :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono un po' pentita della scelta, ma così sono riuscita a racchiudere quasi tutti i film passati in sala che ho visto, e ho fatto un po' di ordine e di classifica del mio 2014 al cinema :)

      Elimina
  5. Io farò una top 20.

    E di questi qua ce ne sono 3 :)

    Però tutti un pochino indietro comunque, sicuramente non nella top ten

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son curiosa di scoprire quali, anche se una mezza idea già ce l'ho!

      Elimina
  6. Mi associo ai complimenti del Cannibale: anche per me, quest'anno, una top 20.
    Scegliere 40 titoli meritevoli sarebbe stato decisamente difficile, quest'anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima parte della top 40 è formata da titoli nel limbo tra i peggiori e i non migliori, dalla 20 in poi si inizia ovviamente a trovare quelli imperdibili!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...