4 ottobre 2015

Rumour Has It - Le News dal Mondo del Cinema


I primi commenti rispetto al suo The Visit che a breve (26 novembre) arriverà anche in Italia sono discordanti, tra chi parla di ottimo lavoro e chi di scempio.
M. Night Shyamalan ha però altro a cui pensare al momento, visto che il suo prossimo progetto presto in produzione vede andarsene il protagonista designato. Non sarà infatti il fido Joaquin Phoenix (con lui già in Signs e The Village) a volare a Philadelphia a Novembre per l'inizio delle riprese, bensì James McAvoy che si adatta nuovamente al genere thriller.
Visto che né il titolo né la trama di questo film sono al momento stati resi noti, non resta che pazientare.

Don DeLillo torna al cinema, la speranza è di trovarlo in una forma migliore rispetto alla versione di Cronenberg in Cosmopolis.
Non sarà però né l'americano né il quotato Luca Guadagnino a trasportare su grande schermo le pagine di Body Art, per cui si era già composto un cast guidato da Isabelle Huppert e Denis Lavant, ma a spuntarla è stato il francese Benoît Jacquot.
Jeanne Balibar e Mathieu Amalric saranno i protagonisti di una trama con venature folli e thriller, in cui l'elaborazione del lutto di una giovane e artistica vedova passerà attraverso allucinazioni e misteriose presenze.
Vedremo cosa ne combineranno i francesi.

Matthew Vaughn ci ha preso gusto a dirigere agenti dei servizi segreti, e dopo le commedie d'azione Kick-ass e Kingsman approda in un progetto più serio.
L'adattamento del best seller I Am Pilgrim, di Terry Hayes campione di vendite in America, va a toccare corde più tese, ovvero quelle di un agente che dopo i fatti dell'11 settembre si ritira dal servizio tranne poi ritornare in azione per risolvere un caso di omicidio che coinvolge il mondo dell'integralismo islamico.
Sarà da capire se il guizzo e l'estro del regista staranno bene anche in un progetto all'apparenza così serioso.

L'effetto nostalgia colpisce ancora di più al cinema.
Non bastassero gli innumerevoli reboot/remake/sequel dei film odierni o dei classici Disney, l'attacco lo stanno subendo anche i miti della nostra infanzia.
È cosa nota che anche Gostbusters è finito in questo mirino, con una rivisitazione in chiave femminile della vicenda che ha già fatto insorgere la rete.
Ora la Sony dimostra di voler spolpare fino all'osso il prodotto mettendo in cantiere un film d'animazione che sarà uno spin-off della saga in live action.
Si stanno vagliando regista e sceneggiatore, mentre a produrre sarà Ivan Reitman, regista e coproduttore dei due capitoli originali.
Allo scempio non c'è mai fine.

Effetto nostalgia o ennesima riproposizione di un classico intramontabile?
Difficile definire la scelta di un altro film tratto da Dieci Piccoli Indiani dopo che il più celebre e venduto dei romanzi di Agatha Christie è stato più volte adattato e ha ispirato film o episodi di serie TV.
Alla guida di questo nuovo progetto c'è però un nome che grazie a The Imitation Game abbiamo imparato a conoscere e che quindi ispira fiducia: Morten Tyldum.
Peccato però che alla sceneggiatura ci sia Eric Heisserer, "conosciuto" per La cosa (2012) e Final destination 5, non certo un curriculum all'altezza della scrittrice inglese, anche se prima di vederlo cimentarsi in quest'opera, potremmo giudicarlo al fianco di Denis Villeneuve in Story of your life.

La fine di The Following non è certo stata delle più gloriose, ma Kevin Bacon non demorde e continua a puntare sul piccolo schermo per la sua carriera.
In agenda ha appuntato la miniserie di National Geographic Channel In Harm's Way, che va a raccontare la tragedia e la forza di sopravvivenza dell'equipaggio americano di un incrociatore della Marina che nel 1945 venne affondato dai giapponesi: dei 900 marinai, solo 317 sopravvissero dopo giorni in balia delle insidie del mare, del tempo e degli squali.
Scritta dall'ideatore di Prison Break, Paul Scheuring produttore assieme a Bacon, la serie è al momento alle prime fasi del suo sviluppo.

2 commenti:

  1. Su Gostbusters se ne stanno dicendo davvero molte. Io ho decido di non pronunciarmi, di aspettare e giudicarlo al momento. Devo avere moooolta pazienza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono una vera fan del primo capitolo, anzi, visto da piccola l'ho quasi rimosso. Ma sono sempre dell'idea che toccare certi miti faccia male. Porteremo pazienza, ma un po' di originalità visto anche lo scempio Disney ce lo dovrebbero :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...