21 luglio 2018

Adult Life Skills

E' già Ieri -2016-

Cose che si dovrebbero saper fare da adulti:
- vivere in una casa, se non propria, almeno dei genitori, e non in un ricovero attrezzi/rifugio ingombro di ogni cosa,
- il bucato, e non continuare a scegliere la maglia che puzza meno come da adolescenti,
- sapere che il forno a microonde non funziona come asciugatrice,
- la babysitter, o almeno saper gestire i bambini con modi appropriati
facoltative ma utili:
- avere un lavoro soddisfacente,
- avere un sogno da dover realizzare,
- avere una relazione stabile, o almeno aver tentato di averne una.



Anna, alla soglia dei 30 anni, non ha nemmeno una di queste capacità.
Vive nel deposito/rifugio nel giardino della madre, veste in modo colorato e infantile, guida la sua bici fino al centro estivo per ragazzi con cui in realtà non socializza, non ha mai avuto un ragazzo né è intenzionata ad averlo.
Ma un sogno Anna ce l'ha.
Ha una passione, frenata da tutti, di fare video folli e divertenti, usando le sue falangi come personaggi nichilisti e pessimisti, creando mondi e storie. Una volta condivideva tutto questo con il fratello gemello, un duo il loro che aveva creato il proprio sito web in cui dare consigli pratici con fare ironico e disincantato, lasciando libero sfogo alla loro fantasia.
Quel fratello però non c'è più, e il rifugio in cui Anna si nasconde diventa un guscio dal quale né le urla della madre né i tentativi di mediazione della nonna né il ritorno dell'amica del cuore sembrano riuscire a stanarla.
Forse, però, ci può riuscire un bambino che come lei sta affrontando un lutto, che ingestibile e chiuso nel suo silenzio, cerca un'amica.


Iniziamo con il dire che no, Jodie Whittaker non sembra avere quei 29 anni che il suo personaggio dice di avere, e iniziamo con il dire che a 29 anni si hanno ancora tutte le giustificazioni del caso per non sentirsi propriamente adulti.
Vero, siamo nel paese dei mammoni (anche se da casa me ne sono andata a 23 anni), ma in Inghilterra si sa è diverso.
Inizio con il dire, poi, che la Whittaker non ispira certo simpatia. O meglio, usiamo il passato: non ispirava.
Colpa di un ruolo difficile e drammatico in Broadchurch, colpa di una scelta di casting altamente discutibile: sarà infatti il prossimo Doctor Who, il cui trailer è appena stato pubblicato (QUI).
Di pregiudizi, quindi, ne ho da vendere, ma visto il bene che voglio a quel Dottore, una chance a Jodie l'ho voluta dare partendo con questo piccolo film, dalle piccole pretese che a sorpresa ha saputo strapparmi più di una lacrima.
Già.
Perché sì, Anna non è certo un personaggio originale, originali sono le sue storie, i suoi video, ma il suo egoismo e la sua depressione le si è incontrate spesso. Pure i tentativi di farla uscire da un anno orribile -tra bevute, ricordi, urla e litigi, un bambino per amico- li si è già visti, soprattutto nella filmografia inglese. E diciamolo, pure certe trovate artistoidi e weirdo, certe canzoncine acustiche smaccatamente indie non sanno di nuovo.
Ma in Adult Life Skills resta una genuinità di fondo, resta un racconto colorato, fresco, estivo, che finisce per commuovere, finisce come sempre per affrontare la morte, il lutto e il suo superamento, da un'angolazione diversa, ironica e reale. Parlando al cuore, colpendolo in modo inaspettato, facendo sì che a certi personaggi, anche a quelli macchiettistici, ci si affezioni.
Cose che si dovrebbero saper fare da adulti:
- accettare la nuova rigenerazione di Doctor Who ✔️

Voto: ☕☕½/5


6 commenti:

  1. Non conoscevo né lei né il film ma, in questi tempi di magra, segno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi stai dicendo che non hai visto Broadchurch? Male male.
      Qui in panni più leggeri e colorati è irriconoscibile, mentre il film leggero e profondo sa farsi vedere.

      Elimina
  2. Non so bene dove hai scovato questo film, ma mi ispira decisamente.
    Sembra folle e peterpanesco al punto giusto per me. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era in agenda da una vita, segnato grazie al solito sito pirata, aspettava il momento buco dei cinema, la leggerezza dell'estate. Il fatto che non sia così leggero, potrebbe essere un ulteriore punto a favore per te ;)

      Elimina
  3. Lo segno sul taccuino, sembra interessante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è, segna e smaltisci (missione per me in corso :) )

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...