21 dicembre 2013

Facciamola Finita

Andiamo al Cinema (parecchio in ritardo)

Nel periodo natalizio più che mai la visione di film leggeri è quasi d'obbligo. La testa già in vacanza, le serate da passare senza pensieri spingono così a recuperare commedie che virano al trash senza troppe preoccupazioni.
Ma c'è trash e trash, però, mi raccomando!
C'è quel trash geniale e scanzonato -ma neanche troppo- alla Kevin Smith, e quello proprio inguardabile all'italiana, volendo.
Facciamola finita (This is the end) appartiene senza remore alla prima categoria, perchè all'interno di situazioni ed effetti speciali francamente trash, c'è ampio spazio per un'ironia e un divertimento puro che fa sempre bene.
Basti pensare che nella colonna sonora sono parte integrante i Backstreet Boys. Capito?


Il grande spunto comico del film è quello che i protagonisti interpretano se stessi. James Franco è James Franco, snob, ricco e egocentrico. Seth Rogen è Seth Rogen, Emma Watson è Emma Watson, Michael Cera è Michael Cera e via così.
Ora, cosa può succedere se a Beverly Hills inizia la fine del mondo? Se durante il party d'inaugurazione della nuova casa di Franco, terremoti, voragini e incendi iniziano a uccidere persone mentre fasci di luce blu portano al cielo altre?
Mentre il panico si scatena, gli attori che sopravvivono al primo ciclo di stragi si barricano nella casa di Franco e come in un survivor movie affrontano la fame, la sete e i logoranti attriti interni.
Perchè in fondo attori chiamati ad essere eroi nei loro film non sono altro che persone comuni forse ancora meno preparati ad affrontare tali eventi, e mentre la tensione cresce e il cibo scarseggia, una soluzione "divina" al tutto si manifesta. Ma riusciranno i nostri eroi a cavarsela e assurgere in Paradiso?


Da un tipo che porta senza troppi problemi al cinema capolavori di Faulkner o di McCarthy, capace di passare da ruoli unici come quello del gangster in Spring Breakers a quello solitario di 127 ore, ti aspetti che sia come si presenta qui: pieno di sé, egocentrico ed egoista. E nel gioco di interpretazione di se stesso e di se stessi sta il fattore di volta del film, che se fosse stato con personaggi sconosciuti e finti non avrebbe avuto lo steso mordente.
Ci si diverte così il doppio a vedere una schizzata e combattiva Emma Watson, o la morte di un fattissimo Michael Cera, e tra remake e sequel casalinghi, battute volgari, citazioni a non finire, cammei continui (tra Rihanna, Channig Tatum..) e confessioni al limite dell'assurdo ma sempre in linea con i personaggi, si arriva ad un finale epico in cui le sorprese non finiscono di certo!
Non sarà il film dell'anno, ovvio, ma se si vuole ridere con del trash di qualità questo è il titolo giusto!


6 commenti:

  1. Divertente, scorretto, autoironico, alcune scene (quella in cui Franco parla della Lohan su tutte) mi hanno fatto ribaltare dalle risate! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da figlia degli anni '90, io mi sono piegata in due con i Backstreet boys, invece!

      Elimina
  2. Divertentissimo e già cult, dalle parti del Saloon! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco nonostante tutto è sempre più una certezza!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...