24 marzo 2015

Man Seeking Woman

Quando i film si fanno ad episodi.

Al mondo delle comedy mi sono avvicinata da poco, vittima di pregiudizi che le ritevano solo dei passatempi brevi, delle risate facili che spesso facevano il calco a serie di gran successo del passato.
Fortunatamente ho avuto modo di ricredermi, e comedy dopo comedy, quei 20 minuti che mi sembravano uno spreco, sono diventati un appuntamento fisso che mai come in questo caso si è rivelato una lezione di comicità, di scrittura, di idee.
Perchè è facile far piangere, ma far ridere è un lavoro serio.


Simon Rich sembra saperlo benissimo, e sembra farlo altrettanto bene visto che alla tenera età di 30 anni si ritrova ad avere racconti, romanzi, saggi e articoli acclamati da pubblico e critica, oltre che un curriculum di tutto rispetto che parte dal Saturday Night Live e arriva alla Pixar.
Ora ha scritto e prodotto anche una sua serie, comedy ovviamente, in cui tutta la sua genialità si fa dirompente e travolgente.
Il protagonista è Josh, classico 30enne che si accontenta, che non ha ancora preso una direzione per la sua vita e che anche per questo viene lasciato dalla fidanzata.
Tutti i più classici cliché -gli appuntamenti al buio, la ricerca dell'anima gemella, il rimorchio in discoteca, la folle gelosia- si tramutano qui in spunti in cui il simbolico diventa letterale, e così l'amica simpatica che la sorella vuole presentarti è un troll malefico, Cupido che entra in rehab ti regala la donna sexy che si innamora di te, le tecniche di seduzione non ti sono state insegnate, e la tua ansia da prestazione si fa una perdita reale, l'altro di cui sei geloso è realmente ricoperto di peni o è Hitler stesso.
Simon Rich rigira le cose, rendendole non-sense ed esilaranti, mostrando tutti quegli incubi sotto forma di mescolamento di generi e ottimo uso degli effetti speciali, che anche per il loro essere caserecci e quasi made in Doctor Who, hanno il loro fascino.


Questo compendio dell'uomo single è quanto di più geniale ci sia in circolazione, capace di strappare risate a non finire oltre che applausi a scena aperta per come l'intera serie è stata scritta e costruita.
L'entusiasmo di queste parole non è esagerato, credetemi, Rich è un portento, Jay Baruchel irresistibile e Man Seeking Woman una novità da non farsi scappare, e che attenderò con estrema ansia il prossimo anno, per la sua -confermata- seconda stagione.


8 commenti:

  1. Vista e recensita anche io oggi. Pubblichiamo in stereo. Le prime 5/6 puntate mi hanno fatto ridere da morire, poi è calato un po' nelle ultime per me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per una volta non l'ho visto tutto d'un fiato quindi il calo non l'ho sentito, trovando ogni puntata decisamente geniale e divertente! Non vedo l'ora di ributtarmici :)

      Elimina
  2. Oh yeah!
    C'è solo un termine per definire questa serie: geniale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Geniale nella scrittura, nelle idee, nell'interpretazione e nelle realizzazione: geniale!

      Elimina
  3. Sono contentissimo per la conferma, per me è fin dal primo episodio la serie comedy dell'anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pur non conoscendo bene bene il genere, sono d'accordissimo con te! E ora vorrei tanto leggermi tutto quanto scritto da Rich.

      Elimina
  4. Una serie geniale, la comedy di cui avevamo bisogno... non vedo l'ora di vedere la seconda stagione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io, se continua così saranno ancora scintille!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...