10 dicembre 2015

Golden Globe 2016 - Le Nominations

L'anno sta per concludersi, la stagione dei premi sta per aprirsi.
A fare da anticamera degli Oscar, come da consuetudine, i Golden Globe, che ne sono anticipatori e, per noi infausto pubblico italiano, fanno aumentare l'attesa verso titoli che nelle nostre sale ancora devono arrivare.
Carol, The Revenant, The Big Short, Joy oltre a Spotlight, Anomalisa e The Danish Girl (questi ultimi visti a Venezia) sono infatti i film da segnare, che fanno incetta di presenze nelle varie categorie, consegnando alla Lawrence la sua ennesima nominations, così come alla Blanchet. 
Redmayne potrebbe spuntarla nuovamente e fare doppietta? La Vikander imporsi da danese sulle altre? O Di Caprio aprirsi la pista per la statuetta? E Kaufman il primo a vincere la statuetta con un film di animazione vietato ai minori?
Il responso vero arriverà solo il 10 gennaio ma quello che più conta, arriverà quando finalmente potremmo vedere tutti questi nomi su grande schermo.
Nel frattempo, con l'esclusione di Non essere cattivo dalla cinquina finale dei film stranieri, non resta che fare il tifo per Sorrentino e il suo Youth in gara per l'attrice non protagonista e la canzone scritta da Morricone.

Passando invece al piccolo schermo, grossa delusione per i fan di Mad Men, che dopo la sua conclusione conquista la sola nominations a Jon Hamm, a favore di Empire e di Outlander e dei più amati Mr. Robot e Narcos.
Nelle miniserie, svetta Fargo, la cui seconda stagione deve in realtà ancora concludersi.



Queste, in ogni caso, tutte le nominations, l'appuntamento è per la notte del 10 gennaio da passare insieme a commentare il tutto, magari con più coscienza sui fatti:


Miglior Film Drama
Carol
Mad Max: Fury Road
The Revenant
Room 
Spotlight


Miglior Film Comedy or Musical
The Big Short
Joy
The Martian
Spy
Trainwreck


Miglior Regista
Todd Haynes, Carol
Alejandro Innaritu, The Revenant
Tom McCarthy, Spotlight
George Miller, Mad Max: Fury Road
Ridley Scott, The Martian


Miglio Attore Drama
Bryan Cranston, Trumbo
Leonardo DiCaprio, The Revenant
Michael Fassbender, Steve Jobs
Eddie Redmayne, The Danish Girl
Will Smith, Concussion


Miglior Attrice Drama
Cate Blanchett, Carol
Brie Larson, Room
Rooney Mara, Carol
Saoirse Ronan, Brooklyn
Alicia Vikander, The Danish Girl


Miglior Attore Comedy
Christian Bale, The Big Short
Steve Carell, The Big Short
Matt Damon, The Martian
Al Pacino, Danny Collins
Mark Ruffalo, Infinitely Polar Bear


Miglior Attrice Comedy
Jennifer Lawrence, Joy
Melissa McCarthy, Spy
Amy Schumer, Trainwreck
Maggie Smith, The Lady in the Van
Lily Tomlin, Grandma


Miglior Attore non protagonista
Paul Dano, Love & Mercy
Idris Elba, Beasts of No Nation
Mark Rylance, Bridge of Spies
Michael Shannon, 99 Homes
Sylvester Stallone, Creed


Miglior Attrice non protagonista
Jane Fonda, Youth
Jennifer Jason Leigh, The Hateful Eight 
Helen Mirren, Trumbo 
Alicia Vikander, Ex Machina
Kate Winslet, Steve Jobs


Miglior Sceneggiatura
Emma Donoghue, Room
Tom McCarthy and Josh Singer, Spotlight
Charles Randolph and Adam McKay, The Big Short
Aaron Sorkin, Steve Jobs
Quentin Tarantino, The Hateful Eight


Miglior Colonna Sonora
Carter Burwell, Carol
Alexandre Desplat, The Danish Girl
Ennio Morricone, The Hateful Eight
Daniel Pemberton, Steve Jobs
Ryuichi Sakamoto & Alva Noto, The Revenant


Miglior Canzone
“Love Me Like You Do,” Fifty Shades of Grey
“One Kind of Love,” Love & Mercy
“See You Again,” Furious 7
“Simple Song #3,” Youth
“Writing's On the Wall,” Spectre


Miglior Film d'Animazione
Anomalisa
The Good Dinosaur
Inside Out
The Peanuts Movie
Shaun the Sheep Movie


Miglior Film Straniero
The Brand New Testament
The Club
The Fencer
Mustang
Son of Saul


SERIE TV

Miglior Serie Drama
Empire
Game of Thrones
Mr. Robot
Narcos
Outlander


Miglior Serie Comedy/Musical
Casual
Mozart in the Jungle
Orange is the New Black
Silicon Valley
Transparent
Veep


Miglior Miniserie
American Crime
American Horror Story: Hotel
Fargo
Flesh and Bone
Wolf Hall


Miglior Attore Drama
Jon Hamm, Mad Men
Rami Malek, Mr. Robot
Wagner Moura, Narcos
Bob Odenkirk, Better Call Saul
Liev Schrieber, Ray Donovan


Miglior Attrice Drama
Caitriona Balfe, Outlander
Viola Davis, How to Get Away With Murder
Eva Green, Penny Dreadful 
Taraji P. Henson, Empire
Robin Wright, House of Cards


Miglior Attore Comedy
Aziz Ansari, Master of None
Gael Garcia Bernal, Mozart in the Jungle
Rob Lowe, The Grinder
Patrick Stewart, Blunt Talk
Jeffrey Tambor, Transparent


Miglior Attrice Comedy
Rachel Bloom, Crazy Ex-Girlfriend
Jamie Lee Curtis, Scream Queens
Julia Louis-Dreyfus, Veep
Gina Rodriguez, Jane the Virgin
Lily Tomlin, Grace and Frankie


Miglior Attore non protagonista
Alan Cumming, The Good Wife
Damian Lewis, Wolf Hall
Tobias Menzies, Outlander
Ben Mendelsohn, Bloodline
Christian Slater, Mr. Robot


Miglior Attrice non protagonista
Uzo Aduba, Orange is the New Black
Joanne Froggatt, Downton Abbey
Regina King, American Crime
Judith Light, Transparent
Maura Tierney, The Affair


Miglior Attore in Miniserie
Idris Elba, Luther
Oscar Isaac, Show Me A Hero
David Oyelowo, Nightingale
Mark Rylance, Wolf Hall
Patrick Wilson, Fargo


Miglior Attrice in Miniserie
Kirsten Dunst, Fargo
Lady Gaga, American Horror Story: Hotel
Sarah Hay, Flesh and Bone
Felicity Huffman, American Crime
Queen Latifah, Bessie

11 commenti:

  1. Occhio a quel Room, che deve essere stupendo.
    Ho recensito il romanzo oggi - Stanza, letto, armadio, specchio - ed è miracoloso. Come rendere lieve una storia pesantissima di abusi e segregazione. Non vedo l'ora di vedere un po' di cose, comunque, e di Carol e The Danis Girl, come da tradizione, attendo la ristampa dei romanzi. Devo farmi trovare preparatissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente vedo anche il nome della Green, oh!

      Elimina
    2. Avevo visto il tuo post e già dal titolo italiano sentivo poteva fare per me! Va a finire in lista con tutti gli altri, decisamente tanti... Buon per noi :)

      Elimina
  2. Felicissima anch'io per Eva Green...
    E due volte più felice (e incoraggiata) per la prospettiva delle numerose candidature ricevute da "Carol": il romanzo da cui è tratto è semplicemente stupendo! *___*
    Ps: ma lady Gaga, addirittura?! Oh my god! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ancora iniziare AHS, ma ogni anno un po' per rinfoltire la categoria miniserie c'è, immagino Gaga ci sia per quello.
      Carol é nelle priorità, che esca il prima possibile!

      Elimina
  3. Tiferò per Leo, per fedeltà, perché lo amo da sempre, è il mio prodotto fotonico, colui il quale ha trasformato una cotta adolescenziale nell'amore per l'interpretazione... Ma mi sa che non mi andrà di lusso, il giovane travestito la farà da padrona!

    Ciò detto, sono felice per "Empire" che mi piace moltissimo, e mi stupisce una nomination tanto altisonante per "MadvMax"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Redmayne é proprio bravo in The danish girl, ma mi aspetto grandi cose da Leo, non resta che aspettare per vederlo all'opera :)

      Elimina
  4. Non hanno nominato Quentin come miglior regista e miglior film. GOMBLOTTO! Strano che non ci sia Meryl Streep. Nel complesso le nomination per la miglior commedia sono abbastanza debolucce. Potevano nominare The Lady in the Van invece di Spy. Jennifer Lawrence sopravvalutata insieme a Eddie Redmayne, mentre Cate Blanchet un terzo Oscar se lo meriterebbe, in Carol è a dir poco strepitosa. Anomalisa non l'ho visto, ma The Peanuts scalda il cuore e Shawn the Sheep è esilarante, che bella lotta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che Quentin non é ancora uscito in sala, e quindi arriverà direttamente per gli Oscar. Redmayne invece é proprio bravo, molto più qui che in La teoria del tutto... Sul lato animazione la vera lotta sarà tra la Pixar e Kaufman, il mio cuore é diviso :)

      Elimina
  5. Sono nomination che rispecchiano una stagione hollywoodiana non proprio esaltante: trovare tra i candidati film buoni ma non certo memorabili come "The Martian" o "Spotlight" è indice di mediocrità. Lo stesso "Mad Max", per quanto travlgente e adrenalinico, in altre edizioni non sarebbe mai stato candidato. Una volta i Globes erano considerati premi elitari, attenti al cinema indipendente, quasi "snob" rispetto agli Oscar. Oggi troviamo in nomination diversi blockbuster... il mondo cambia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto a vedere tutti quelli che mi mancano per giudicare, lo scorso anno c'erano lo stesso molti titoli buonisti, e tante, troppe, biografie! Ci aspettano comunque mesi di abbuffata, siamone felici :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...