27 marzo 2013

Cercasi Amore per la Fine del Mondo

E' già Ieri. -2012-


Di film che parlano della fine del mondo ce ne sono davvero tanti, forse troppi.
Ma di commedia che parlano della fine del mondo, purtroppo o per fortuna, non ce ne sono poi molte. Solitamente infatti lo schema con cui Hollywood si relaziona all'armageddon è con il classico film catastrofico, con protagonisti duri e puri che magari incontrano l'amore pochi giorni prima di dover salvare la Terra.
Cercasi amore per la fine del mondo si distanzia anni luce da questo genere. Non solo perchè, come detto, è una commedia, ma perchè nessun eroe, nessun atto patriottico o tentativo di salvare il pianeta viene compiuto. La fine del mondo è il contesto in cui si apre la possibilità di un amore a prima vista impossibile tra un uomo e una ragazza soli e disperatamente alla ricerca di qualcosa nei tragici e complicati giorni prima della grande fine.


Il film inizia infatti con l'annuncio via radio del fallimento dell'ultima speranza per salvare la Terra. Dodge e la moglie sono in auto e la reazione di lei alla notizia è la fuga. Fuga da un matrimonio noioso, da un uomo "strano", solitario e decisamente buffo, ordinario insomma. Attorno a lui, invece, tutti impazziscono: tra gli amici che danno festini a base di droga, sesso occasionale e follia, tra depressi che optano per la via del suicidio a altri che preferiscono invece assoldare un killer per farla finita,  chi invece abbandonerà un cane (che ovviamente- adotterà) o chi invece continuerà a fare finta di nulla continuando a fare le pulizie (ormai inutili).
In questa popolazione alla deriva Dodge conosce Penny, la sua vicina di casa, una ragazza particolare, estroversa e semplice, che si intrufola in casa sua dopo il litigio e la probabile rottura con il fidanzato. Inaspettatamente Dodge riesce ad aprirsi con questo spirito libero e quando, inevitabilmente, la gente inizierà a dare veramente di matto con pestaggi e saccheggi, fuggiranno insieme dalla città.
Il patto tra loro è chiaro: lei lo aiuterà a ritrovare l'amore della sua giovinezza, lui la aiuterà a tornare in Inghilterra dalla sua famiglia.
Inizia così un road movie dove a far sorridere sono ancora una volta i diversi modi di reagire delle persone di fronte alla fine, dove paesaggi aperti e sconfinati cedono il passo ai piccoli paeselli incantevoli, e dove si vede il lento avvicinarsi dei due, attraverso la ricerca di una pace con il passato, e con un'improbabile storia d'amore che nasce nel momento sbagliato ma che forse è proprio quello giusto.
A dar corpo a Dodge Steve Carell, ormai abituato ai ruoli dello sfigato e quindi perfetto nella parte, un po' meno convincente Keira Knightley, brava e comunque in parte rispetto allo spirito libero della sbadata Penny, ma le sue smorfie distraggono e irritano un po' la visione. A costellarli, comparse importanti come Martin Sheen, Connie Britton, William Petersen e Adam Brody.
Un tocco in più lo dà poi la colonna sonora, formata da grandi classici riscoperti grazie alla passione di Penny per i vinili.
La musica ci accompagnerà in quello che, nonostante tutto, è un happy end completamente diverso rispetto ai generi catastrofici a cui si è abituati. Come si addice alla commedia, nel finale il romanticismo arriva ai suoi massimi livelli e qualche lacrima scende inevitabilmente.



4 commenti:

  1. Una gran delusione. Inizia con delle ottime (forse troppo) premesse, mandando tutto in vacca alla fine con un buonismo esagerato ed irritante. Ha saputo leggermente irritarmi, ma fortuna che c'era la mia Keira che mi ha fatto passate tutto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L e pretese iniziali per me erano mostrare come la gente potrebbe reagire alla fine -annunciata- del mondo. E il film c'è riuscito alla grande, poi prevale il tono della commedia romantica ma va bene così perchè mi ha conquistato con la sua semplicità!

      Elimina
  2. io invece sono riuscito a gradirlo nonostante la presenza di keira knightley...e ho detto tutto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo personaggio è molto carino, ma con la sbessola (=mento) che si ritrova, ebbasta fare le smorfiette!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...