23 gennaio 2014

Martin Scorsese Day - Quei Bravi Ragazzi


In occasione dell'uscita del suo nuovo e scintillante film -The Wolf of Wall Street- l'inaffondabile gruppo di blogger ha deciso di rendere omaggio al signor Scorsese in modo appropriato: parlando dei suoi film passati.
Un po' per cominciare a smaltire la lista di scheletri eccellenti che penzolano nella mia videoteca, ho scelto Quei bravi ragazzi, ma visto che della filmografia del regista altri grandi buchi devono essere coperti, il senso di colpa non è poi così sedato.


Goodfellas lo mette però a tacere per tutti i 146 minuti della sua durata, e anche di più, visto lo trasbordante spettacolo visivo che ci propone.
La somma stilistica di Scorsese è qui condensata in tutta la sua maestria, tra rallenti, voci fuori campo, sguardi in macchina, storie di mafia e di sangue. Il tutto condito da prove attoriali di altissimo livello e da una trama fitta di storia e intrecci che ci porta a rivivere quel lusso sfrenato e anche un po' pacchiano degli anni '80.
Si inizia però quando Henry è solo un ragazzino, che per avere un po' di soldi e per entrare in quello che ai suoi occhi immaturi è il circolo cool del quartiere, inizia a fare da fattorino alla gang di Paul Cicero. Tra primi pestaggi, incendi e affarucci illegali, Henry cresce assieme al compare assegnatogli, l'irrequieto Tommy, divenendo in breve tempo un tassello fondamentale dell'organizzazione e iniziando a creare i propri colpi anche con l'aiuto di Jimmy, suo protettore e mentore.
La sua ascesa sembra così inarrestabile, tra moglie e amante, figli e colpi resi immacolati dalle mazzette che svuotano le casse della Lufthansa e dell'Air France.
Tutto cambia però quando la prigione diventa un appuntamento inevitabile e con lei la dipendenza dalla droga, che si insinua nelle capacità di giudizio e di attenzione di Henry, che alla sua uscita per raggranellare quel denaro perso durante gli anni in gattabuia, raggira il suo primo capo Paul, iniziando un proprio traffico di cocaina. Nemmeno il grande colpo finale può mettere fine alla sua paranoia e alla sua sete di denaro, e con Jimmy sempre più mal disposto a dividere il bottino e Tommy sempre più imprevedibile e senza coscienza, il cerchio attorno a lui inizia a restringersi fin troppo.


Per molti, Goodfellas è il miglior gangster-movie mai girato.
Non essendo un'esperta del genere, mi limito a dire che è di certo uno dei migliori film mai girati vista la maestria e la bravura del signor Scorsese dietro la macchina da presa, con le sue carrellate, il suo montaggio frenetico, le sue inquadrature e la sua attenzione per i dettagli che toccano vertici altissimi.
Non sono da meno, poi, le interpretazioni di attori che hanno qui lasciato il segno perdendolo poi in una carriera scoppiata come una bolla di sapone: Ray Liotta con il suo faccino giovine senza bisogno di bisturi è l'emblema dell'artificiosità degli anni '80 e -non prendetemi per pazza- con la giusta angolatura fa capire perchè il Di Caprio di oggi sia il nuovo fantoccio di Martin mentre Joe Pesci prima di darsi al comico o alla musica è spietato e fuori di testa come non mai e infine Robert De Niro, qui un po' -ma solo poco- in disparte, è ai suoi vertici, prima di scopiazzare se stesso in innumerevoli film.
Questo mix esplosivo, unito ad un prefinale da urlo e un finale ancora più intrepido nel suo omaggio, fa sì che a distanza di 14 anni (e soprattutto a distanza da un'estetica a cavallo tra gli 80's e i 90's che non brilla certo per la sua eleganza) questo film appaia invecchiato solo per quanto riguarda la sfera di costumi e arredi, mantenendo invece una freschezza registica che giovani registi possono solo annusare o emulare.
Vedere per credere:



Bene, prima di correre a gambe levate a vedere cosa Martin nostro sia riuscito a combinare a Wall Street, passate anche dagli altri organizzatori di questa celebrazione:

Cinquecentofilminsieme 
Director's Cult
Ho Voglia di Cinema
Life functions terminated
Montecristo
Non c'è paragone 
Pensieri Cannibali
Recensioni Ribelli
Scrivenny 2.0
White Russian

14 commenti:

  1. Questo è uno dei miei dieci film preferiti, un pezzo del mio cuore, visto e rivisto circa dieci volte. Regia perfetta, interpretazioni memorabili, colonna sonora giustissima, e scene indelebili.
    Uno dei più grandi film mai girati (come dici giustamente tu), un capolavoro assoluto del cinema.
    Buon MSD :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che l'ho scoperto non lo lascerò più! Prometto!

      Elimina
  2. Un filmone totale, insieme a Casinò uno dei più grandi che il genere abbia regalato al Cinema.
    Stupendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casinò è ovviamente già in lista, devo smaltire un po' la filmografia del vecchio Martin ora!

      Elimina
  3. Manco io sono un esperto del genere gangster, e mi limito a dire che è un film bellissimo e girato on maniera impeccabile!

    RispondiElimina
  4. continua a rimanere nella mia lista di scheletri.
    avrei voluto recuperarlo in questo day, ma mi hai anticipato.
    e vabbè, presto dovrò trovare la scusa per vederlo comunque visto che sembra proprio imperdibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari in un improbabile Ray Liotta Day, no :)?

      Elimina
  5. Ho adorato Quei Bravi Ragazzi fino alla follia!
    Magnifico

    RispondiElimina
  6. Ebbrava che hai messo la foto/citazione di The Great Train Robbery! ;) Grande film con un grande Pesci! E ora la tua lista ha un film in meno. The Goodfellas: tààààc! ;-)
    Buon MSD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pian pianino riuscirò a smaltirla quella lista, vedrai quanto sarò brava!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...