21 agosto 2018

Aliens - Scontro finale

#LaPromessa2018

Secondo incontro con gli alieni per un sequel che stranamente sa reggersi in piedi.
Sa reggersi per le premesse, non totalmente per il suo sviluppo.
Sono passati 57 anni (CINQUANTASETTE!) da quando il tenente Ripley ha sconfitto quell'Alien a bordo della Nostromo e assieme al buon Jonesy si è lasciata andare all'ipersonno in attesa di soccorso.
E quando -con notevole ritardo- quel soccorso arriva, molte cose sono cambiate e la sua stessa reputazione è messa in dubbio.
Nel mentre, e per assurdo, sua figlia è invecchiata più di lei e ormai anziana non c'è più e su quel pianeta dove tutto ha avuto inizio, i terrestri han ben pensato di costruirci una nuova colonia. Carne fresca per gli aliens, quindi, una nuova missione per Ripley che si ritrova a salutare Jonesy, ad affrontare traumi e incubi ricorrenti per mettere fine una volta per tutte alla specie assassina.

20 agosto 2018

Alien

#LaPromessa2018

La necessaria pausa di ieri in cui pur essendo domenica non si è scritto, è servita da slancio a questa settimana che sarà all'insegna di Alien.
Già, una promessa è una promessa, e un'intera saga di cui poco mi è importato finora, campeggerà capitolo dopo capitolo nei prossimi giorni. Sono esclusi -per motivi che non dovrei nemmeno stare qui ad elencare- gli episodi crossover con Predator, per buona pace di Raoul Bova.
Si inizia, quindi, viaggiando nel tempo fino al 1979, si inizia in realtà facendo un balzo in un ipotetico futuro, a bordo di una nave merci spaziale.

18 agosto 2018

Ghost Stories

È già Ieri -2017-

Più che Zio Tibia delle Notti Horror su Italia1, che annunciava storie piene di brividi a seguire, io ricordo Pelle e Ossa, personaggio inquietante di cartoni che volevano essere spaventosi e che lo vedevano a volte protagonista, a volte semplice narratore di brevi e suggestivi episodi, per un ciclo che ammaliava.
Anche Ghost Stories -ennesimo film horror annunciato come il migliore e più spaventoso dell'anno- si fa a storie, come il titolo promette.

17 agosto 2018

Orange is the New Black - Stagione 6

Mondo Serial

A Litchifield si è sempre stati un gran bene, si sono divorati episodi su episodi negli anni, ma qualcosa già da un po' aveva iniziato a scricchiolare.
Una certa ripetitività nelle dinamiche di coppia e di potere, un meccanismo di narrazione à la Lost che non aveva più molto senso dopo 5 stagioni in cui il passato delle protagoniste già si conosceva.
Il tutto si faceva più sentito con una stagione -la scorsa- che nell'arco di 13 episodi raccontava pochi giorni di ribellione, con ormai troppi personaggi da seguire.
Qualcosa, però, faceva pensare a un proseguimento più felice.
Un taglio e una divisione, con il cast diviso e sfoltito in due autobus e un destino giuridico quanto mai incerto.

16 agosto 2018

The Monster

È già Ieri -2016-

Strano ma vero, di film horror da smaltire ne ho ancora.
Il buon lavoro di segnalazione fatto durante l'anno ha portato i suoi frutti e quindi anche se la Horror Week della scorsa settimana è terminata, si sfora, e si parla ancora di mostri.
Un mostro non meglio identificato, però, che vive nei boschi, che azzanna lupi e persone, che una madre e una figlia si ritrovano a dover affrontare.
Una madre e una figlia che già convivono con i mostri.
Con l'alcolismo e l'irresponsabilità, con una giovane età che non può giustificare scelte e libertà prese, facendo proprio di quella madre il mostro dal quale la piccola Lizzy finalmente sfugge. Stanca delle baldorie notturne, delle bottiglie accumulate da ripulire al mattino, stanca di tipi maneschi, e di essere l'adulta di casa, Lizzy ha deciso di andare a vivere con il padre e la sua nuova compagna.
A dividerli, un lungo viaggio in macchina, che passa nel silenzio e nei bronci di entrambe.
Finché quel mostro non arriva, le fa sentire in trappola, inaspettatamente le unisce in una lunga notte che doveva in realtà separarle per sempre.


È un mostro che si fa metafora, quindi, ma purtroppo è anche un mostro reale, che fa vittime e crea i soliti jumpscare di cui -dopo appena 5 film- mi sento già stanca. È sopravvivenza bella e buona, è come al solito una serie di sfortune e di pessime scelte, è una sacrificio piuttosto insensato, per quanto commovente.
Insomma, The Monster fin dal titolo sa di già visto e di già incontrato, è derivativo e piuttosto elementare nella sua costruzione, senza dare troppe spiegazioni, ma affidando a una frase piuttosto banalotta il compito di unire fine e inizio.
A salvarlo, solo la presenza della fida Zoe Kazan, qui diversa dai ruoli dolci acqua e sapone per la quale si ama, qui madre insopportabile e guerriera stranamente in parte.
Ecco, solo per lei e la giovane promessa Ella Ballentine questo film era finito in lista, solo per loro vale una visione che scivola via, senza lasciare tracce, morsi.

Voto: ☕☕/5


15 agosto 2018

Train to Busan

E' già Ieri -2016-

Che ne dite di una bella gita fuori porta per Ferragosto?
Che ne dite di prendere tutti insieme un treno per Busan, cittadina piccola, fuori dal caos di Seul, dove potersi rilassare un po'?
Bene, partiamo allora.
Il treno è quello notturno, comodo comodo, puntuale e preciso. Guarda, c'è pure una squadra di baseball che lo prende, ci sono due anziane sorelle in perfetta sintonia, c'è una donna incinta assieme al marito, e, guarda una piccola e adorabile bambina con il padre. Non che sembri un padre molto affettuoso nel suo completo di grido.
Bene si parte.

14 agosto 2018

Silenzio in Sala - Le Uscite al Cinema del 14 Agosto

Alzi la mano chi non vorrebbe passare ferragosto al cinema.
Nessuno.
Bè, visti i film che escono -con l'ennesimo Marvel dell'anno e qualche commediola innocente- vi capisco.

Ant-man and the Wasp
Riuscirà un supereroe non propriamente sulla cresta dell'onda a conquistare il botteghino?
Per quanto mi stiano simpatici Paul Rudd e Evangeline Lilly, io continuerò a tenermi alla larga.
Trailer
Darkest Minds
Ennesima saga young adult che vuole fare il verso a Hunger Games. Peccato che il genere sia già scoppiato come una bolla di sapone e le idee manchino di originalità.
Trailer
Crazy & Rich
Mentre la Cina si compra Hollywood, Hollywood cerca di comprarsi il pubblico orientale, proponendo la più classica commedia romantica (lui ricco, lei povera, la famiglia contro) completamente dedicata ad un pubblico con occhi a mandorla.
Trailer
La vera storia di Olli Mäki
La storia di un pugile che potrebbe finalmente raggiungere fama e denaro, una storia che arriva dalla Finlandia e che è già stata premiata a Cannes. Potrebbe valere la visione, quindi.
Trailer
The End? L'inferno fuori
Un The Walking Dead all'italiana che poco di nuovo sembra aggiungere ad un genere ormai trito e ritrito, con buona pace della dose ironica presente data dai Manetti alla produzione e dal fido Alessandro Roja.
Trailer
Most Beautiful Island
Quei film fin troppo impegnati, sull'immigrazione e i tentativi di riscatto di una donna approdata a New York, che non è certamente indicato far uscire nella settimana di ferragosto.
Trailer

13 agosto 2018

Il Lunedì Leggo - Open di Andre Agassi

Io il tennis non l'ho mai capito.
Ho -e continuo ad avere- serie difficoltà a comprendere il regolamento, le linee di campo, il sistema di punteggio.
In tanti -praticamente tutti gli amici e parenti, cuginetti compresi, che a tennis han giocato- c'han provato a spiegarmelo, ma come per il rugby non mi resta in testa.
Il tennis però mi ha sempre affascinato.
Un po' per uno zio che al tennis era ed è appassionato in modo viscerale, un po' per quell'eleganza che le divise tennistiche esaltano, ma sopratutto per la componente fondamentale che la psicologia ha nel gioco, portando come in pochi altri sport la mente allo stesso livello del corpo.
Poi, ovviamente, c'è la visione di Borg vs McEnroe che ha di certo innalzato il mio interesse e c'è l'amore religioso che uno scrittore come David Foster Wallace ha nei confronti del tennis a rendermi più curiosa, più attenta, un amore che ha prodotto saggi, reportage e pure ambientazioni fondamentali nel suo libro più difficile, e quindi più bello (Infinite Jest).
Con questa curiosità ma pure con il timore di non capirci nulla, ho affrontato una biografia che da anni è best seller, la biografia di un giocatore il cui nome e la cui faccia sono universalmente conosciuti, che si metteva a nudo, in un confessionale definito choc.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...