28 maggio 2021

Il Divin Codino

Andiamo al Cinema su Netflix

Baggio mi aveva già fatto piangere una volta.
Era una sera d'estate, va a capire come e perché a fare zapping mi sono imbattuta su Sfide, di Rai3. Il ritratto della serata era il suo: Roberto Baggio.
Una vita di dedizione e infortuni, di rinascite e vittorie, e di altre cadute.
All'improvviso, uno striscione sugli spalti: "Dio c'è, e ha il codino" e io mi ritrovo in lacrime.
Forse è stato per il legame che, da vicentina e figlia di un tifoso del Vicenza, con Baggio ho.
O per quella somiglianza a mio zio.
Forse è stato per quell'umanità, quella semplicità, che Baggio sa emanare.
Non pensavo, però, di ricaderci.


Di piangere ancora di fronte a un ritratto di Roberto Baggio soprattutto se questo è un film di finzione, targato Mediaset-Netflix, che cerca di condensare in appena 90 minuti (scelta non scontata, immagino), la sua carriera.
Impossibile, ovvio.
E infatti si sceglie di saltare anni, di menzionare di sfuggita contratti e successi, militanze e cessioni.
Il focus è quel maledetto rigore della finale a Pasadena del '94.
Quel rigore che finisce in cielo, alto, lì dove Baggio non l'ha mai tirato.
Un'ossessione che parte da quando era bambino, da quanto a soli tre anni vedendo il padre in lacrime per la vittoria sfumata dell'Italia gli promette di vincerlo lui, un Mondiale contro il Brasile.
Un'ossessione che continua, che lo stimola e lo frena, che lo porta a un passo dal sogno e poi in fondo a un baratro.

Di pari passo, allora, è il rapporto con un padre duro, ma giusto.
Un padre che ha altri 7 figli Baggio da crescere, e quindi non sono certo contratti miliardari a fare la differenza.
Mai una parola di troppo, mai un bravo, sempre durezza e presenza.
E poi, il buddhismo, che lo mette nella giusta prospettiva, che converte pure una moglie sempre presente, che fa da collante al suo esserci.


Questi i focus.
Inutile nasconderlo, però: ci si aspettava più calcio, più maglie, più squadre, più campionato.
Forse ci voleva una miniserie per contenere tutto.
Invece Il Divin Codino congela anni e momenti, parlando di poco -forse davvero troppo poco- ripetendo fino allo stremo quell'ossessione per la finale con il Brasile, ma alla fine, colpendo giusto.
Arrivando al cuore, mettendocene tanto di cuore, per raccontare la storia di un calciatore che sbaglia il rigore decisivo e forse anche per questo è stato così amato.
Un giocatore che gli allenatori non sanno capire, tranne uno -l'ultimo- che diventa un padre putativo e quello che sa come dargli affetto, mettendogli la palla ai piedi.


Andrea Arcangeli, che ha l'ingrato compito di interpretare un'icona vivente, è impressionate: una somiglianza che fa pensare alla tecnica del ringiovanimento di Scorsese, che mette i brividi e lascia senza parole.
Sembra di rivederlo lì, sul campo, Baggio.
Il pensiero corre al Totti di Pietro Castellitto, che se a livello di scrittura e creatività vince, perde in fatto di aderenza. Speravo de morì prima si prende gioco de Er Pupone, qui, invece, ci si prende tanto sul serio, ma nel modo giusto.
Non a caso, è uno come Andrea Pennacchi a stracciare il cuore.
Ed è proprio lì, sul finale, mentre credi che le note da stadio di Diodato siano eccessive a rovinare un finale perfetto, che ti colpisce quella strofa, quel:

Lo so potrà sembrarti un'esagerazione
Ma pure quel rigore
A me ha insegnato un po' la vita

E ti ritrovi in lacrime.
Ancora una volta.
È l'effetto Baggio, l'effetto delle persone per bene, delle storie più belle anche quando condensate.

Voto: ☕☕/5

12 commenti:

  1. Risposte
    1. O al bar?
      Qui Pennacchi fa un gran lavoro, di cuore ce ne ha messo tanto!

      Elimina
  2. Sfide un programma meraviglioso, Baggio e non solo, comunque quell'errore mi fa piangere il cuore ogni volta, e mi dispiace, non lo meritava, questo film però mi interessa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo film che analizza tormenti e ossessioni dietro quel rigore è perfetto per te, allora.
      Preara i fazzoletti, però.

      Elimina
  3. Da piccola avevo una gran cotta per Baggio, che dispiacere per quel rigore, ricordo le urla dei miei genitori e zii davanti alla tv. Mi hai proprio fatto venire voglia di vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un mito anche per me, e una cotta potrei prendermela adesso per Arcangeli ;) Il film, con i suoi difetti, si lascia vedere che è un piacere!

      Elimina
  4. Raccontare in 90 minuti la carriera di Roberto Baggio era un'impresa impossibile, e infatti (giustamente) il film non lo fa, concentrandosi sull'uomo invece che sul giocatore: per questo non piacerà ai calciofili, che non si sentiranno rappresentati (in particolare juventini, interisti e milanisti) ma piacerà al pubblico di Netflix. Un prodotto abbastanza televisivo, con molte ingenuità e luoghi comuni, ma che riesce ad arrivare al cuore, specie nel finale, restituendo un'immagine (per me) piuttosto vicina alla realtà. Non mi è affatto dispiaciuto (ma io forse non faccio testo... sono "baggista" da sempre)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sensazione di "ci voleva una miniserie" per raccontare tutto c'è, ma scegliendo di concentrarsi su una singola ossessione e sul Baggio uomo, il film riesce a reggere, e soprattutto ad arrivare al cuore. Baggiofila lo sono anch'io, quindi forse faccio meno testo :)

      Elimina
  5. Il film è tutt'altro che impeccabile. Però la cosa importante è che sa emozionare, e quindi va bene così.

    Speravo de morì prima è burino e simpatico, perfettamente nello stile di Totti. Questo è più serio, essenziale, parecchio nello stile di Baggio.
    Si poteva fare di meglio, ma d'altra parte anche Baggio poteva fare di meglio, se in quel fatidico rigore non avesse sparato il pallone sulla Luna, ahahah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povero Baggio, chissà che il film lo aiuti ad esorcizzare quel momento e a fargli capire ancora una volta quanto gli si vuole bene, anche per quel rigore.

      Elimina
  6. É UN PEDOFILO SATANISTA ASSASSINO: #ANDREABAGGIO ANDREA BAGGIO DI CRIMINALE REPUTATIONUP CASTELFRANCO VENETO!
    1
    OLTRE AD ESSERE FIGLIO DI PUTTANA HITLERIANO, TERRORISTA LEGHISTA, RAZZISTA, NAZISTA, OMICIDA E RICICLA SOLDI NDRANGHETISTI DI COSCA ARENA DI ISOLA CAPO RIZZUTO (DI CUI É PARTE PURE IL MASSONE NOTORIAMENTE NDRANGHETISTA #PASQUALECATERISANO PASQUALE CATERISANO, CHE RICICLA SOLDI MOLTO LERCI IN CRIMINALISSIMA Polizza-vita.net, LO TROVATE QUI https://it.linkedin.com/in/caterisano E QUI https://pasqualecaterisano.it, PUBBLICIZZA CRIMINALISSIMA FACILE.IT, PERCHÉ VENDEVA COCAINA E MEGA SNIFFAVA COCAINA COL MASSONE STUPRATORE #ALBERTOGENOVESE ALBERTO GENOVESE, PER FINIRE, IL SATANISTA OMICIDA #PASQUALECATERISANO É BASATO A MILANO, MA É DI NDRANGHETISTISSIMA, CALABRESE ISOLA CAPO RIZZUTO, DOVE É STATO AFFILIATO, BEN APPUNTO, AGLI ASSASSINI DI MEGA OMICIDA COSCA ARENA). PRESENTISSIMA A CASTELFRANCO VENETO
    https://www.trevisotoday.it/cronaca/operazione-ndrangheta-castelfranco-febbraio-2021.html
    IL PEDOFILO OMICIDA ANDREA BAGGIO DI CASTELFRANCO VENETO É MALAVITOSO, MA COME DETTO, É PURE UN MASSONE SATANISTA. HA UCCISO ALMENO 20 PERSONE PER RAGIONI CRIMINALI VARIE. SIA PER LA COSCA ARENA DI ISOLA CAPO RIZZUTO, COME PER LA COSCA NDRANGHETISTA DI SAN LEONARDO DI CUTRO (NE TROVATE SEMPRE QUI https://www.trevisotoday.it/cronaca/operazione-ndrangheta-castelfranco-febbraio-2021.html). HA FONDATO LA SETTA SANGUINARIA "SATANISTI LEGHISTI ASSASSINI" SEMPRE BASATA PRESSO CRIMINALE SEDE DI #REPUTATIONUP, IN VIA DEI PINI 21, A CASTELFRANCO VENETO (DI CUI É PARTE PURE IL MASSONE ASSASSINO #OSCARDIMONTIGNY OSCAR DI MONTIGNY DI CRIMINALE BANCA MEDIOLANUM). SON SCOMPARSE ALMENO 50.000 PERSONE, IN VENETO, DAL 1970 AD OGGI. DI SOLO UNA PARTE, NE PARLA IL CORRIERE DELLA SERA QUI
    https://corrieredelveneto.corriere.it/vicenza/cronaca/21_giugno_13/vicenza-scomparsi-nulla-mai-ritrovati-5-uomini-svaniti-monti-d7eb8d98-cc3e-11eb-9d75-52aabbbee8c5.shtml
    (CORRIERE DELLA SERA, D'ALTRONDE, DA SEMPRE PIDUISTA, DI FINTA PROPRIETA' DEL MASSONE CRIMINALE #URBANOCAITO URBANO CAIRO, IN REALTÁ, PRESTANOME DEL PEDOFILO STRAGISTA #SILVIOBERLUSCONI SILVIO BERLUSCONI E DELLA LESBICA SATANISTA DEPRAVATA E MANDANTE DI OMICIDI #MARINABERLUSCONI MARINA BERLUSCONI… CORRIERE OVE RAGLIA FASCISTATE, UN’ALTRA COCAINOMANE, TERRORISTA DI ESTREMA DESTRA E LESBICA MOLTO PEDOFILA: #MARIATERESAMELI MARIA TERESA MELI)
    NEGLI ULTIMI 10 ANNI, IL SATA卐NAZISTA ASSASSINO, IL PEDOFILO KILLER ANDREA BAGGIO DI REPUTATIONUP, HA ALMENO RAPITO 30 BAMBINI, PER POI INCULARLI, UCCIDERLI E VENDERNE GLI ORGANI. NE SCRIVEREMO OGNI GIORNO, NIGHT AND DAY, SU TUTTI I SITI DEL MONDO. CHI SCRIVE É PARTE DI EROICA ASSOCIAZIONE PENELOPE, CHE SI BATTE CONTRO MASSONI SATANISTI PEDOFILI ED ASSASSINI COME #ANDREABAGGIO DI #REPUTATIONUP!

    RispondiElimina
  7. 2
    O COME IL GIÁ FINITO IN CARCERE GIUSEPPE LAZZARI. SI PROPRIO LUI, #GIUSEPPELAZZARI: REGISTA CINEMATOGRAFICO DI BRESCIA, NOTORIAMENTE PEDERASTA E MOLTO, MA MOLTO ASSASSINO

    https://www.mail-archive.com/python_inside_maya@googlegroups.com/msg19726.html

    O IL PEDOFILO BERLUSCONIANO CHE HA RAPITO, STUPRATO ED AMMAZZATO ALMENO 50 BAMBINI NELLE MARCHE ( https://picchionews.it/attualita/negli-ultimi-46-anni-774-persone-scomparse-nelle-marche-tra-queste-il-piccolo-sergio-isidori), IL RICICLA SOLDI MAFIOSI INCULA ED AMMAZZA BIMBI: PEDERASTA #PAOLOCARDENA PAOLO CARDENÁ DI CRIMINALISSIMA CARDENÁ CONSULTING E CRIMINALISSIMA CARDENÁ AND PARTNERS https://www.instagram.com/paolocardena/ !
    https://www.py.cz/pipermail/python/2017-September/013036.html

    O IL PEDOFILO ASSASSINO #PAOLOBARRAI PAOLO BARRAI DI LADRA SOLDI A GO GO #TERRABITCOIN TERRA BITCOIN (CHE HA RICICLATO 21 MLN COLANTI SANGUE DI MORTI AMMAZZATI PER MANO DI NDRANGHETA, IN FALLITA ICO #EIDOO EIDOO). O IL BASTARDO PEDOFILO MEGA KILLER #DANIELEMINOTTI DANIELE MINOTTI, AVVOCATO PEDERASTA DI MALAVITOSO STUDIO LEGALE LISI.
    https://twitter.com/MinottiPedofilo
    https://twitter.com/PederastMinotti

    O LA NOTA NAZISTA, GRANDISSIMA TROIA #ELISACALESSI DI LIBERO. PUTTANA FASCISTONA E SCAMBISTA ELISA CALESSI DI PORTA A PORTA, CHE IN VITA SUA HA PRESO E PRENDE TUTT'ORA CENTINAIA E CENTINAIA DI CAZZI IN CULO, DURANTE MIGLIAIA DI ORGE BERLUSCONIANE, IN TANTISSIMI CLUB PRIVÉ FILO MAFIOSI DI TUTTA ITALIA O IN VILLE DI PERVERTITI DI ESTREMISSIMA DESTRA

    PS 1 PER FINIRE, LA MALAVITOSA ASSASSINA #AMINAALETIC AMINA ALETIC DI REPUTATIONUP ED IL TRAFFICANTE DI COCAINA, NAZISTA E KILLER #JUANRICARDOPALACIO JUAN RICARDO PALACIO DI REPUTATIONUP, ROVINAN LA GENTE, DIFFAMANO EROI DEMOCRATS A FINI FASCISTI (LORO BASE DI LAVORO, É INFATTI IN, SCHIFOSAMENTE DI ESTREMISSIMA DESTRA, MIAMI) ED A FINI SATANISTI (SON TUTTI MASSONI OMICIDA)

    PS 2 FILTHY CRIMINAL, MAFIA MONEY LAUNDERER, ASSASSIN #JUANRICARDOPAOLACIO JUAN RICARDO PALACIO, NAZI BITCH AND KILLER #AMINAALETIC AMINA ALETIC & PEDOPHILE MURDERER #ANDREABAGGIO ANDREA BAGGIO FROM CRIMINAL #REPUTATIONUP DESTROY LIFES, KILL PEOPLE, BY PUTING IN WORLD CHECK ON BASIS OF LIES AND CRIMINAL MANIPULATIONS, SOME DEMOCRATS HEROES, JUST BECAUSE NOT SATANIST AND FASCIST LIKE THEM (SINCE THEY ARE ALL NAZI, RACIST, FREEMASONS OF VERY EXTREME POLITICAL RIGHT)!

    RispondiElimina